ECONOMIA e FINANZA

Prepagate e acquisti online

October 17 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Con le attuali carte prepagate fare acquisti sul web è sicuro, facile e veloce. Ti spieghiamo perché e aggiungiamo qualche consiglio per evitare rischi inutili.

Carte prepagate e acquisti online: tutto quello che devi sapere
Forse non lo sai, ma le familiari carte prepagate che quasi tutti abbiamo nel portafogli come la DB ContoCarta e la Hype Standard in origine sono state concepite per facilitare gli acquisti online.
Completamente separate dal conto, consentivano e consentono di eseguire transazioni senza interferenze con quest’ultimo. Offrivano il vantaggio, in caso s’incappasse in siti truffaldini, di perdere soltanto i soldi caricati sulla carta, ma soffrivano il deficit di minori garanzie di rimborso.
Oggi però gli acquisti sul web con le carte prepagate sono assolutamente sicuri da ogni punto di vista. Vediamo le ragioni.


Sicurezza delle moderne carte ricaricabili
Le attuali carte prepagate, dalle più semplici come la Postepay Standard alle sofisticate carte conto come Hype Plus sono dotate di microchip che ne ostacola la clonazione. In casi limiti, esistono soltanto in forma virtuale, ad esempio la Yap di Nexi e la Hype Standard senza carta fisica. E questo bypassa completamente il problema della clonazione.
Gli alert in caso di acquisto, opzione fino a pochi anni fa, oggi sono uno standard per tutte le carte prepagate, e se non l’hai ancora fatto è consigliabile che li attivi.
Le app con cui gestisci la tua attuale carta prepagata ti permette certamente di visionare l’estratto conto e i movimenti in tempo reale o con ritardo minimo. Anche questo ti può aiutare a identificare rapidamente operazioni sospette.
Infine, diverse carte includono importanti meccanismi di sicurezza aggiuntivi, a iniziare dalla disattivazione temporanea possibile per esempio nelle carte Hype e BNL Minore.


La direttiva PSD2 in vigore dal 14 settembre
L’autenticazione forte a 2 fattori per acquisti sul web, effettuati con carte prepagate o altri metodi, è diventata obbligatoria dal 14 settembre 2019 grazie alla direttiva PSD2 valida in tutta Europa. Si tratta di una procedura ritenuta affidabile dagli esperti di sicurezza informatica, e che sostituisce metodi obsoleti come la vecchia password statica.

Di cosa si tratti è presto spiegato. Le credenziali per autorizzare un acquisto online devono essere 2 a scelta fra le 3 contemplate anziché una soltanto come accadeva in passato. Nello specifico tali credenziali consistono in:

1. qualcosa che l’utente conosce - es. password –
2. qualcosa che l’utente possiede – es smartphone –
3. qualcosa che caratterizza in modo esclusivo l’utente – es. impronta digitale –

Un caso possibile, per illustrare un esempio reale, è che venga abbinato un riconoscimento biometrico con una OTP, ossia una One Time Password. Quest’ultima è un codice univoco inviato sullo smartphone durante la transazione e dotato di validità temporale limitata, solitamente a 1-2 minuti.

Se uno dei 2 fattori fosse compromesso, rimarrebbe comunque l’altro per impedire la riuscita dell’operazione fraudolenta.


Copertura assicurativa
Esiste comunque la remota evenienza che tu sia vittima di furto o smarrimento di una carta prepagata oppure noti sull’estratto conto acquisti online che non hai mai effettuato - analogamente a quanto può succedere con un bancomat o carta di credito -.
Ti stai chiedendo come cautelarti? Sappi che diversi istituti di credito offrono una copertura assicurativa in caso di frodi legate all’uso non autorizzato di carte prepagate - con modalità e clausole diverse -. E’ il caso per esempio di Hello! Free di Bnl, Hype Start, Hype Plus e Hype Minori di Banca Sella e OOM+ di BCC.
Considera poi che salvo gravi e palesi inadempienze del consumatore vittima di truffa/furto, la banca emittente è tenuta al rimborso della somma rubata. Tu ovviamente devi avviare la corretta procedura per ottenere quanto ti spetta, il che solitamente include una denuncia alla polizia postale e relativa comunicazione all’istituto emittente.


Consigli per acquisti sicuri
Il fatto che le carte prepagate utilizzate online contengano spesso importi minimi e non sia possibile andare in rosso le rende meno appetibili ai malintenzionati. Una buona notizia, quindi evita di informare il prossimo su eventuali accrediti cospicui che ricevi. E non divulgare mai inutilmente i dati della tua prepagata.
Non lasciare lo smartphone e la carta ricaricabili incustoditi, se dovessi prestare il telefono chiudi l’app della ricaricabile.
Acquista solo da siti di comprovata affidabilità come Amazon o Apple, se capiti su un e-commerce sconosciuto e nutri dubbi fai qualche ricerca online per scoprire se ha buona reputazione.
Durante le transazioni di acquisto online assicurati di non essere collegato a internet tramite una rete non sicura o pubblica.
Evita di scaricare app che poi non utilizzerai o di dubbia affidabilità. Ricorda che nessun codice di programmazione è immune con assoluta certezza da errori, e l’integrità software del tuo smartphone è fondamentale per garantire la sicurezza dei tuoi acquisti online con carte prepagate.
Se l’e-commerce sul quale vuoi comprare mostra rallentamenti importanti o altre anomalie, è consigliabile uscirne rinviando l’acquisto. Vale anche se è un sito affidabile. Potrebbe essere infatti semplicemente sovraffollato così come sotto attacco hacker.
Per finire, sappi che le statistiche nazionali rivelano un calo del valore delle frodi legate ad acquisti sul web in Italia. Ma per continuare a effettuare acquisti online con le tue carte prepagate non abbassare mai la guardia.



© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere