SPORT

Presentata “La Corsa dei Castelli”, il 17 ottobre a Trieste si corre da Miramare a San Giusto

September 14 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

L’Assessore Rossi: “La gara è un gioiello che va tutelato, auguro una crescita mondiale” Dal Castello di Miramare al Castello di San Giusto con lo sguardo simbolicamente rivolto a “L’Angolo di Costanza” all’interno dell’Ospedale Burlo Garofolo. C’è la convenzione con l’Ente PromoTurismo Friuli-Venezia Giulia per la FVGcard, per abbinare corsa e turismo

TRIESTE – Poco più di un mese alla 5^ edizione della “Corsa dei Castelli”, competizione podistica Fidal in programma domenica 17 ottobre con start alle ore 10. Evento organizzato da ASD Promorun Trieste, in collaborazione con il comune di Trieste e la Regione Friuli-Venezia Giulia, che tocca i punti d’interesse più belli del capoluogo giuliano.

Da castello a castello, distanza esatta di 10km, una sfida da vincere, con un occhio al cronometro, ma con lo sguardo alto anche verso l’orizzonte del mare Adriatico, sempre sulla destra, a regalare una cornice magica. Trieste, città di confine, balcone che si affaccia sull’Adriatico blu dai promontori montuosi del Carso, unica città in pieno mediterraneo dal forte carattere mitteleuropeo che le è valso l’appellativo di “Piccola Vienna”. Teatro di battaglie sanguinose, di scambi di mercanzie da cui, probabilmente, l’etimologia del nome che significherebbe “mercato”, Trieste è il frutto di fusioni culturali evidenti negli edifici di interesse storico e che l’hanno trasformata in una città di confine dal forte temperamento indipendentista.

CORSA DEI CASTELLI – Si svolgerà il prossimo 17 ottobre la quinta edizione della Corsa dei Castelli organizzata da ASD Promorun. La manifestazione si è svolta anche lo scorso anno grazie ad uno spiraglio di allentamento delle misure di restrizione legate alla pandemia. Tradizionalmente, sulla linea di partenza ci sono sempre stati atleti di grandissimo rilievo, spicca il nome del keniano Ezekiel Kemboi, che nei 3000 siepi si è laureato campione olimpico vincendo la medaglia d’oro nel 2004 e nel 2012 e oro a quattro edizioni consecutive dei Campionati del Mondo. dal 2009 al 2015. Kemboi ha scritto il primo capitolo della storia della Corsa dei Castelli vincendo la prima edizione in 30’33”. L’altra stella che brilla nel firmamento di questa manifestazione è quella dell’etiope Hagos Gebrhiwet, nei 5000m argento e bronzo ai Campionati del Mondo 2013 e 2015 oltre che bronzo alle Olimpiadi di Rio del 2016. Di recente, Gebrhiwet ha siglato il tempo di 12’49”02 nei 5000m al Golden Gala di Firenze. Suo il primato del percorso della Corsa dei Castelli con uno straordinario 29’49” fatto segnare all’ultima edizione e che sgretola di 10” il precedente primato appartenente a Sammy Kipnetich. A fare gli onori di casa, gli azzurri Yassin Bouih, Yassine Rachik e Joyce Mattagliano che, nonostante le difficoltà del percorso nella fase finale della gara, hanno fatto registrare tempi di alto livello.

“Ringrazio l’amministrazione locale che da sempre crede nella manifestazione - ha detto il triestino ed ex azzurro Michele Gamba - Nella prima e nella seconda edizione abbiamo avuto due campioni olimpici sulle nostre strade, nella terza abbiamo avuto record di iscritti, una crescita poi stroncata dal Covid. Tuttavia, siamo stati tra i pochi a riuscire a portare a termine l’edizione 2020, nonostante la pandemia e sebbene con numeri limitati. Nella quinta edizione la nostra visibilità crescerà ancora grazie alla diretta streaming su Rai Sport, segno che stiamo lavorando bene, in sinergia con il Comune e con l’Assessore alla Cultura, Sport e Turismo del Comune di Trieste, ideatore di questa manifestazione. Quest’anno, abbiamo costruito una collaborazione con l’Ente per il Turismo, gli atleti avranno una speciale FVGcard per visitare il Friuli ed uno sconto speciale per visitare i Musei civici. Quest’anno ci sarà anche una manifestazione non competitiva sullo stesso percorso della Corsa dei Castelli, sarà importantissimo attenersi ai protocolli sanitari in maniera stringente. Ancora più speciale è l’intesa nata con l’Ospedale Burlo Garofolo ed il progetto solidale per il reparto di Terapia Intensiva Neonatale”.

LE GARE – Tre le manifestazioni a cui sarà possibile partecipare il prossimo 17 ottobre. La gara è inserita in calendario nazionale FIDAL e si sviluppa su un percorso omologato costituito da un giro unico. Partenza dall’affascinante Castello di Miramare in direzione del vecchio Porto, il percorso è liscio e filante fino all’affacciarsi sulla superba Piazza Unità dalla quale i podisti si addentrano nella città. Proprio da qui il percorso si fa duro, i runner affrontano la Salita del Monte detta “Il Muro” in cima alla quale li accoglierà il Castello di San Giusto, punto di arrivo della manifestazione.

Oltre alla 10k competitiva c’è la nuova Non Competitiva Ten che sfila sullo stesso percorso della Corsa dei Castelli ma per la quale non è richiesto tesseramento FIDAL e certificato medico agonistico. Infine, la Family Run 8 km, una manifestazione dal forte carattere inclusivo con l’obiettivo di diffondere la cultura dello sport come abitudine fondamentale per il benessere psico-fisico. La Family Run è aperta a tutti, non è necessario possedere un certificato medico. L’invito è rivolto agli sportivi occasionali, a chi corre spesso ma non pratica agonismo, alle famiglie che vogliano condividere una giornata di sport e alle scolaresche che possono trasformarla in una sfida tra amici. Il percorso coincide con quello della manifestazione agonistica fino a Piazza Unità, dove, dopo 8 km di divertimento, sport e panorama di sicura bellezza, è posto l’arrivo.

COMUNE DI TRIESTE - “Questo invito mi rende particolarmente felice - le prime parole di Giorgio Rossi Assessore alla Cultura, Sport e Turismo del Comune di Trieste -, sono orgoglioso di vedere crescere un frutto della nostra amministrazione. Abbiamo fatto tanto per Sport e Cultura e Letteratura, Trieste è, infatti, ora tra le prime città per Welfare e 5^ città più vivibile d’Italia secondo una statistica de Il Sole 24 ore oltre che la 21^ città più bella del mondo secondo una statistica statunitense. Questo è merito del fascino della città ma anche delle tante iniziative che abbiamo portato avanti investendo 32 milioni di euro per lo sport. Sono rimasto ammirato dal Campione Olimpico Ezekiel Kemboi che ha aperto questa strada, ora abbiamo nomi e numeri ma vogliamo veder crescere ancora la manifestazione nella direzione che permetterà di agganciare sport e turismo. Quest’anno l’ingresso del Burlo sugella la crescita della manifestazione con l’impegno per la città. Lascio in eredità a Promorun un bene che so che verrà tutelato come merita e spero che tra qualche edizione la manifestazione possa avere risonanza mondiale. In bocca al lupo a tutti.”

L’OSPEDALE BURLO GAROFOLO - Da sempre l’obiettivo di ASD Promorun è quello di valorizzare il territorio e le sue eccellenze promuovendo la conoscenza dei tratti iconici della città. Il consolidamento di questo legame con la città, da oggi, porta la Corsa dei Castelli a creare un nuovo percorso che virtualmente congiunge il Castello di Miramare e quello di San Giusto con l’Ospedale Burlo Garofolo, destinatario del progetto solidale “L’angolo di Costanza – Una coccola per le mamme”.

L’ospedale Burlo Garofolo è un fiore all’occhiello per il capoluogo giuliano e sinonimo di eccellenza in Italia. Nato il 19 novembre 1856 grazie alla volontà della Baronessa Maria Alessandrina de Langenau-Mertens è stato tra i primi ospedali pediatrici in Italia ad avere “un mandato solidale” creato infatti per “assicurare gratuitamente ai fanciulli di poveri genitori adeguato asilo”. – L’ospedale Burlo Garofolo è cresciuto fino a trasformarsi in quella vera e propria realtà di eccellenza sanitaria e scientifica dei giorni nostri. Dal 1968 è Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) e si caratterizza oggi come ospedale di alta specializzazione e di rilievo nazionale nel settore pediatrico/neonatale ed in quello della tutela della maternità e della salute della donna.

E’ intervenuto anche il Prof. Paolo Gasparini, Direttore Scientifico IRCCS Burlo Garofolo: “Sono qui a testimoniare l’adesione entusiastica di Direzione Scientifica e Generale a questa collaborazione. Siamo grati a Promorun e all’amministrazione oltre che al reparto di Neonatologia che è artefice della nascita di questa squadra. A ricevere la solidarietà che proviene da questo evento sarà un reparto fronte linea, quello della Terapia Intensiva Neonatale. I neonati prematuri richiedono una gestione delicata oltre che un importante impegno economico, difatti solo la sanità pubblica se ne fa carico. Siamo contenti di poter dare visibilità al Burlo Garofolo, uno dei tre IRCSS più importanti d’Italia. Grazie a Rai Sport l’ospedale Burlo sarà promotore di uno sport semplice come la corsa, sempre più necessaria per prevenire diverse condizioni patologiche. Da runner amatoriale ho corso diverse volte questa gara e saremo in tantissimi a correrla insieme, una grande squadra. Bellissima ma per l’ultimo km ci vorrebbe uno skilift…”.

CHI E’ COSTANZA – Costanza è una bambina nata prematura ad un’età gestazionale estremamente bassa ma che il suo carattere da vera guerriera le ha permesso di sopravvivere dopo un ricovero di tre mesi. Costanza sarà la testimonial dell’iniziativa hashtag #siamotuttinatiprematuri per il 2021 in occasione della Giornata Mondiale della Prematurità del prossimo 17 Novembre 2021. La prima edizione nel 2020 ha visto indossare la maglia viola (colore della prematurità) “Sergio420gr” da parte di tantissimi cittadini e persone pubbliche del Triveneto.

L’ANGOLO DI COSTANZA – Il progetto mette sotto i riflettori l’attenzione e la “cura” dell’accudimento genitoriale all’interno del reparto di Terapia Intensiva Neonatale per la sopravvivenza dei neonati prematuri. Accanto ad un forte impegno di carattere sanitario vi è un lato spesso poco conosciuto, quello del complesso e delicato compito delle madri che devono imparare a gestire le esigenze di bambini nati prematuri. “L’Angolo di Costanza – Una coccola per le mamme” vuole sostenere queste mamme nei primi approcci con i propri bambini, cercando di metterle quanto più possibile a loro agio nell’accudimento quotidiano dei loro “scriccioli” con l’uso di un dispositivo, prodotto e assemblato dalla Elmi - Ambiente Funzionale - di Caldaro (BZ), costituito da una vaschetta ergonomica in Corian dotata di motore pneumatico che ne regoli l’altezza.

In questo progetto si sposano solidarietà, salute, relazione e divertimento. ASD Promorun aderisce al progetto e si unisce a “Io sto con il Burlo” attraverso la donazione di parte del ricavato delle iscrizioni alla Family Run. Gli atleti potranno donare al momento dell’iscrizione tramite il sito enternow, attraverso bonifico bancario sulle coordinate indicate sul sito oppure al ritiro del pettorale dove personale dell’Ospedale Burlo sarà presente per spiegare il progetto.

“Ringrazio Promorun per l’intesa a battito di ciglia che è nata in questa collaborazione in cui si uniscono sport e sociale - ha detto il Dr. Gabriele Cont, Dirigente Medico Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale Ospedale Burlo Garofolo -. L’idea è quella di far crescere qualcosa di grande e accogliamo con grande entusiasmo la possibilità di avere risonanza mediatica. Di anno in anno proporremo progetti diversi per reparti diversi, perché il Burlo è squadra che vuole crescere compatta. L’angolo di Costanza, una coccola per le mamme è pensato per agevolare i genitori di bambini prematuri attraverso un fasciatoio speciale in Corian (materiale facilmente igienizzabile) motorizzato per accudire il bambino prematuro in maniera armonica, evitando di generare stress. L’azienda che lo produce è la ELMI, tutta italiana e leader in Europa per la produzione di dispositivi per persone con scarsa mobilità, ci verrà incontro con un forte supporto economico”.

FVG CARD – Sport e turismo, questo è il binomio vincente, per questo ASD Promorun lavora sul territorio per il territorio, impegnandosi nel dare lustro non solo al capoluogo giuliano ma anche all’intera regione. ASD Promorun in sinergia con l’Ente PromoTurismo Friuli-Venezia Giulia ha sviluppato una speciale convenzione attraverso la FVGcard, card digitale nominativa che ha la durata di 48 ore o una settimana (dal primo utilizzo) e che consente di entrare, gratuitamente o a prezzi molto vantaggiosi, nelle strutture convenzionate. FVGcard consente di fruire di speciali scontistiche per permettere a tutti gli atleti di visitare le bellezze, approfondire la storia, visitare monumenti e musei e gustare i prodotti della tradizione eno-gastronomica regionale.

La FVGcard è valida in tutte le province e nei comuni di Aquileia, Carnia, Carso, Collio, Dolomiti Friulane, Gemonese, Grado, Lignano Sabbiadoro, Monfalcone, Natisone, Palmanova, Piancavallo, Valli, Torre, San Daniele del Friuli, Tarvisiano e dintorni. Diversi i trasporti su strada, rotaie, cabinovia e marittimi erogati gratuitamente, un incentivo a vivere la regione in maniera sostenibile, contribuendo ad una riduzione dell’impatto ambientale. L’Ente PromoTurismo Friuli-Venezia Giulia ha deciso di contribuire nel dare il benvenuto agli atleti riducendo il prezzo di acquisto della FVGcard 48h da 25,00 a 5,00 Euro e della FVGcard 1 week da 39,00 a 10,00 Euro. Clicca QUI per la lista delle convenzioni. Clicca QUI per acquistare la card. Il Comune di Trieste offre agli atleti (in possesso di Green Pass) l’ingresso a prezzo ridotto in tutti i musei civici nelle giornate di sabato e domenica.

T-SHIRT, PERCHE’ E’ VIOLA – In ricordo della partecipazione, tutti gli iscritti alla manifestazione riceveranno una T-shirt marcata Luanvi, già sponsor tecnico della Corri Trieste dello scorso 23 maggio. Si tratta di un capo tecnico di alta qualità, viola, colore che è legato alla prematurità. Nascendo dalla mescolanza di rosso, il colore dell’amore, e blu, quello della saggezza, si presta a raccontare la transizione, fase cruciale per lo sviluppo di un prematuro. La T-shirt, in versione maschile e femminile, riporta i loghi di Comune di Trieste, Ospedale Burlo Garofolo con il progetto “L’angolo di Costanza”, Ente Turismo Friuli-Venezia Giulia, partner de “La Corsa dei Castelli”.

E’ intervenuto anche la Fidal Regionale FIDAL Friuli-Venezia Giulia con il Segretario Franco De Mori: “Ci teniamo a che la corsa di strada abbia spazio all’interno della FIDAL, per questo, per far fronte al Covid, abbiamo preparato protocolli che permetteranno lo svolgimento delle manifestazioni podistiche. La Corsa dei Castelli è una gara bellissima, siamo orgogliosi di supportare la promozione di questa edizione. Grazie a Promorun e all’Assessore per riuscire a portare avanti questa bellissima gara”.

ISCRIZIONI – Le iscrizioni sono aperte sul sito. Promo società con minimo 20 partecipanti. Prossimo cambio quota il 01 Ottobre. CLICCA QUI. Le iscrizioni alle manifestazioni non competitive saranno possibili in Piazza Sant’Antonio mercoledì e giovedì 13 e 14 ottobre dalle 16 alle 19. Ci si potrà iscrivere nella stessa sede a tutte le manifestazioni venerdì e sabato dalle 10 alle 19 mentre la mattina della gara dalle 7.30 alle 9.00 presso le scuderie del castello di Miramare. Sarà obbligatorio essere in possesso del Green Pass.

Video del percorso QUI

Info: silviagianardi@promorun.it; info@promorun.it; andreagiurgiovich@promorun.it



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere