SALUTE e MEDICINA

Probiotici per il sistema immunitario

May 14 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il nostro sistema immunitario rappresenta la nostra prima linea di difesa contro le malattie sia virali che batteriche. Ogni infezione è una gara, da una parte il microbo e dall’altra il nostro sistema immunitario. Ecco che quando non funziona siamo più soggetti a malattie, ci ammaliamo più frequentemente, e non solo: quando le risposte immunitarie non sono efficienti la malattia può diventare cronica e molto difficile da debellare.

I bambini e gli anziani sono infatti più soggetti alle infezioni e si ammalano più frequentemente, perchè? Semplice, il sistema immunitario ha anche lui un’età e quando è immaturo o non viene più stimolato a dovere, ecco che è in agguato il nostro nemico prende il sopravvento.


E’ giusto contrastare l’infezione usando dei farmaci specifici, come ad esempio gli
antinfiammatori e gli antibiotici, o talvolta gli antivirali, ma molto spesso è molto più
importante capirne la causa e cercare di capire il perchè quell’infezione si ripresenta più e più volte durante l’anno (recidiva o ricorrenza).


Ogni individuo spende ogni hanno un budget considerevole per l’acquisto di vitamine, prodotti, cibi, integratori o altro, alla ricerca del miglior prodotto per rinforzare le difese immunitarie. Bisogna subito precisare che molti componenti che aiutano a mantenere il nostro sistema immunitario li troviamo già negli alimenti che ingeriamo e che la propria genetica gioca un ruolo importante nel costruire il miglior sistema di difesa.


Certamente ci sono alcuni integratori che possono aiutare a rispondere meglio ai vari
disturbi nocivi che provvengono dall’esterno, ma poi ci sono le linee di difesa cosi dette naturali che fanno da primo filtro e barriera all’ingresso di virus e batteri. La prima linea di difesa è rappresentata dalla bocca, dalla saliva, dal naso, dalla faringe/laringe, dai polmoni, ma c’è un intero apparato che ha un ruolo molto più importante degli altri.


Lo sapevi che il 70% delle tue cellule immunitarie si trovano nell’appartato gastro-intestinale?

L’intestino è quindi di fondamentale importanza per il funzionamento del tuo sistema
immunitario. Il microbiota in esso contenuto forma, modella e plasma continuamente il sistema immunitario che ci viene donato alla nascita. Ecco perchè alcuni bambini si
ammalano più frequentemente di altri.


Poichè l’intestino si trova all’interno del nostro non si rendono conto che esso sostituisce corpo, la maggior parte delle persone barriera fisica e protettiva fra il flusso sanguigno e il mondo esterno. Molti microbi non riescono a entrare perchè le cellule intestinali formano una barriera invalicabile.


Ma c’è molto di più.

Il microbiota ha quindi un grande potere, ma anche una grande responsabilità per il nostro sitema immunitario. Mantenerlo sano, vivo ed equilibrato è la missione del futuro.
Certi batteri presenti nel nostro microbiota aiutano a tenerlo vivo e attivo, ma questo viene a mancare nel momento in cui questi batteri buono scompaiono o vengono alterati nella loro quantità. Pensiamo a quello che succede durante una terapia antibiotica o una dieta estile di vita squilibrati: il microbiota è alterato e quindi sarà alterato anche il nostro sistema immunitario.


Ci vengono di certo in aiuto i probiotici: batteri buoni che se ingeriti, vivi e vitali, in quantità idonee possono portare dei benefici al nostro microbiota, e quindi anche al nostro sistema immunitario.


Allora la domanda è: quali sono i migliori probiotici per le nostre difese immunitarie?
Perchè alcuni funzionano ed altri no?


Alcuni pensano che assumere generici probiotici o fermenti lattici, presenti negli alimenti o negli integratori possa aiutare la flora batterica intestinale e che quindi abbiano benefici sul sitema immunitario uguale per tutti. Ebbene la scienza ha dimostrato che i probiotici non sono tutti uguali e che non esistono formulazioni che fanno di tutto, come vantano alcune aziende.


Acquisire consapevolezza e spendere oculatamente nell’acquisto dei probiotici è un tema che dovrà raggiungere la piena maturità se non vogliamo che si instauri, verso questi meravigliosi prodotti, un clima di sfiducia.


La letteratura scientifica ha ormai ampiamente dimostrato che alcuni specifici probiotici sono in grado di stimolare molecole particolari (citochine) che possono sia incentivare che modulare il nostro sistema immunitario. Il problema è capire quali di questi probiotici lo fanno, ed in particolare come lo fanno. Il sistema immunitario è un complesso mondo intrecciato di cellule in equilibrio fra loro, come anche il microbiota, disturbarlo significherebbe alterarne i contenuti e le risposte conseguenti, tavolta non sempre prevedibili o curabili.


Leggere cosa viene pubblicato su riviste di pregio, come Current Opinion of Gastroenerology, a proposito di Probiotici e sistema immune è davvero affascinante.
Questi studi hanno identificato numerosi geni e composti specifici derivati da probiotici che mediano gli effetti immunoregolatori. Le conseguenze biologiche dei probiotici nell’immunità dell’ospite sono quelle, come riportano infatti gli articoli, di una regolazione positiva delle funzioni delle cellule immunitarie sistemiche e della mucosa e delle cellule epiteliali intestinali. Pertanto, alcuni probiotici mostrano un potenziale terapeutico per tante malattie, tra cui quelle correlate alla risposta immunitaria, come l’allergia, l’eczema, le infezioni virali, nonchè il potenziamento delle risposte alla vaccinazione.


Il mondo dei probiotici e del sistema immunitario è veramente complesso e bisognerebbe affidarsi a veri esperti del settore come Probilive attraverso il sito di VITALONGUM (probiotico innovativo e di ultima generazione), dove potrai chiedere gratuitamente un parere personalizzato ai nostri scienziati e medici specialisti.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere