ECONOMIA e FINANZA

Proroga moratoria crediti imprese

October 15 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

OroItaly, " Il governo non deve valutare deve agire"

Quando si pretende di valutare l'ovvio, allora c'è qualcosa che non va, il meccanismo si è inceppato da qualche parte e va avviata una attenta analisi di tutto il Sistema. Questo assioma oggi vale per l'intelligenza artificiale come per quella tradizionale per la quale, per altro, è stato sempre valido. Abbandonando il pensiero sintetico e venendo al guazzabuglio politico italiano generato dal Covid-19 per la parte sanitaria e dell'inconcludenza pratica della nomenclatura per la questione politica, nonostante il lasso di tempo nel quale il virus è tornato ad aggredire persone ed economie, il ministro Gualtieri si esprime dicendo di essere nella fase della valutazione della possibilità di una proroga della moratoria sui crediti alle imprese. Sul ministro alla ricerca del 'bianconiglio' nel Paese delle meraviglie, è scesa nuovamente in campo OroItaly, l'associazione degli orafi guidata da Salvio Pace. "Che dire, da imprenditore e da cittadino pagante le tasse non posso che rimanere basito da un atteggiamento tanto indignitoso ed offensivo nei confronti delle imprese. Sembra quasi come se il governo, facendo spallucce, si prendesse gioco del comparto produttivo, delle eccellenze del made in Italy e di tutte quelle realtà illustri che fanno grande il nostro Paese. Che oggi ci sia una grave difficoltà per il Sistema Italia questo fa parte dell'ovvio, ma quello che fa invece parte della fantascienza è il modo con il quale il nostro governo vuole mettere una pezza a questa situazione: il classico dito che tappa la diga, in poche parole". Al presidente Pace fa eco il Segretario Generale del sodalizio Gianni Lepre, tra le altre cose opinionista economico del TG2: "Il governo Conte bis più che valutare deve agire, se ne è capace. Qui non si tratta di allungare i termini di una moratoria sui crediti, qui si tratta di dare fiducia al sistema produttivo tricolore con una mega flebo di liquidità che rimetta in moto il sistema linfatico del Paese". Lepre ha poi concluso: "i 'se', i 'ma', i bonus col contagocce e le valutazioni astrali non servono a ricompattare il sistema, servono solo ad allentarne gli ingranaggi ed a far in modo che vengano unti solo quelli che hanno una spendibilità politica ed elettorale. E siccome la tornata elettorale è adesso solo un ricordo, si pensi all'Italia e agli Italiani". Sulla questione è intervenuto anche il consigliere Romualdo Pettorino: "Il governo ha il diritto dovere di metterci nelle condizioni di poter svolgere il nostro lavoro compromesso per cause straordinarie. La proroga della moratoria sui crediti alle imprese è uno di quegli atti dovuti viste le circostanze e soprattutto visto l'andazzo di una economia che non decolla e che forse attende la liquidità del Recovery fund che, però, nessuno ci assicura che sarà risolutrice di nostri problemi".



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere