ARTE E CULTURA

Quando Saffo e Merini dialogano di Poesia, Amore e Vita…

January 9 2015
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Cosa può accomunare le due grandi poetesse, Saffo e Merini? Cosa potrebbero dirsi in un ipotetico dialogo? Un’esperienza vissuta da entrambe nel profondo è certamente l’amore, “unico terribile potente antidoto al senso di dispersione di ogni realtà” come scrivono Franca Longo e Angela Villani, autrici del libro "Saffo e Merini. Quando le muse parlano" (Asterios). Ma non solo l’amore… UN INCONTRO DEDICATO ALLE DUE POETESSE, DOMENICA 18 GENNAIO ORE 21 ALL'ALVEARE MILANO, via della ferrera, 8

Due vite, esperienze e destini lontani che però,nel libro di Longo e Villani sopra citato e all'Alveare di Milano si incontrano in un bellissimo dialogo a partire da tanti aspetti della loro vita: dalla loro poesia, dalle loro emozioni, dai loro amori e dalle loro sofferenze.

A raccontarci di questo incontro Vittoria Longoni, grecista, Laura Minguzzi, presidenta del Circolo della Rosa di Milano,inframezzate da letture di alcuni versi delle due muse a cura di Raffaella Gallarati e Serena Fuart.

Quindi, secondo le autrici del libro, Alda e Saffo potrebbero raccontarsi a lungo e parlare di molte, molte cose.

L’AMORE in primis ma non solo...

Hanno entrambe amato nel profondo, Saffo e Merini, e, dalla loro passione, hanno tratto splendidi versi in cui hanno riversato, emozioni, gioie, sofferenze e trasporto. La lettura delle loro poesie è fonte di emozioni intense che fanno rivivere ad ognuna, ognuno di noi i loro sospiri e i loro gemiti di felicità e dolore.
“Anch’io ho provato amore fino alla vecchiaia, il mio cuore un po’ pazzo non s’è mai placato” potrebbe dire Saffo”… “Accendo una sigaretta e “aspiro”, tra cerchi di fumo, “avidamente l’assenza della tua vita”, amore. “E’ così bello sentirti fuori” potrebbe rispondere Alda”

POESIA

E parlerebbero ovviamente di poesia: “la parola poetica, sia quella di Alda che quella di Saffo, accoglie il grido d’amore – scrivono le autrici - , testimonia la sua esistenza e pienezza, vive della sua eternità e supera i confini che delimitano e chiudono la vita del singolo individuo”

LUNA

La luna, un altro elemento che ha ispirato splendidi versi ad entrambe: “come la poetessa di Lesbo anche la Merini parla spesso della luna – scrivono le autrici -, ma, mentre in Saffo la luce lunare rischiara il cielo e conferisce una pacata dolcezza al paesaggio, in Alda la luna con la sua luce accesa talora rischiara le miserie umane, talora geme dai fondali marini in uno scenario che appare capovolto” Tra i temi del libro e oggetto di dibattito all’incontro all’Alveare anche l’amore tra donne nell’antica Grecia. Legami e relazioni lasciati vivere in pace e considerati una palestra per i matrimoni futuri delle giovinette. L’omosessualità femminile era meno in vista rispetto quella maschile di cui si parlava e scriveva molto. Ma c’era e aveva delle peculiarità che la distingueva da quella maschile….

CI VEDIAMO DOMENICA 18 GENNAIO, ORE 21 ALL’ALVEARE MILANO, via della Ferrera 8, info: alveare.milano@gmail.com

INGRESSO SOLO DONNE

SERENA FUART



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere