ARTE E CULTURA

Quattro giorni di saggio spettacolo per il Professional Ballet di Pina Testa

May 30 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Si diplomano in sei: Maria Rosaria Cerra, Chiara Fusco, Ludovica Esposito, Alessia Massa, Chiara Pugliese, Elena Renna

Dopo un anno alla sbarra scandito da partecipazioni cinematografiche, rassegne prestigiose, corsi di formazione e onorevoli traguardi (quattro gli allievi vincitori di audizioni presso enti lirici e altrettanti quelli che hanno portato a casa il primo posto ai concorsi nazionali) per il Professional Ballet di Pina Testa è tempo di andare in scena.
Da sabato 1 fino a martedì 4 giugno la scuola tra le più longeve della città sale sul palco del Teatro delle Arti per il saggio – spettacolo di fine anno: il 41esimo per l’etoile salernitana, che quest’anno consegnerà il diploma a ben sei giovani danzatrici impegnate nel tanto atteso pas de deux ma anche in tante altre coreografie di danza classica e moderna che se da un lato le eleggerà protagonista del loro grande giorno dall’altro le metterà a dura prova nel corpo e nello spirito. Lo slogan di sempre si ripete: “Non c’è tempo!”.
«È stato un anno ricco di successi e soddisfazioni – spiega la maestra – che si costruiscono giorno per giorno con lavoro, serietà, dedizione, impegno. Grazie a chi ci ha scelto e a chi ci sceglierà».
Quattro le serate dedicate alle licenziande, che da questo momento sognano uno spiraglio professionale: Maria Rosaria Cerra sarà “Coppelia”, la bambola meccanica costruita dal giocattolaio stregone che s’innamorerà di Franz, il ballerino ospite Marco Protano, Chiara Fusco si diplomerà accompagnata da Gaetano De Feo in le “Fille Mal Gardéé”, squisito esempio di danza allusiva e giocosa ma puramente classica, Alessia Massa interpreterà invece “Esmeralda”, zingara seducente e ammaliatrice, insieme con Marco Protano, Ludovica Esposito vestirà i panni di “Sylvia” accompagnata da Ferdinando De Filippo, argomento mitologico rivisitato in chiave classica, nel doppio ruolo di Odette e Odille, il banco di prova più difficile per una ballerina, conclude il suo ciclo di studi Elena Renna danzando con il principe Ferdinando De Filippo, mentre Chiara Pugliese si diploma con il passo a due dal grande virtuosismo “Diana e Atteone” accompagnata da Gaetano De Feo. In scaletta anche tanti altri momenti di danza classica, da “La Vedova Allegra” a “Thais”, da “La Dama delle Camelie” alla tecnica più pura con l’accompagnamento al pianoforte del Maestro Lucrezia Benevento. A fare da corpo di ballo tutto il Professional Ballet.
Grande spazio anche agli altri stili: tutti interpreteranno le creazioni che spaziano dal modern al contemporaneo, dalla video dance, all’hip hop, break al musical.
Dietro le quinte una grande squadra capitanata dalla Testa che si compone di oltre 20 professionisti tra coreografi, registi e maestri ospiti: le acconciature di Anna Mercadante, il trucco di Ida Toro, i contributi video di Marcello De Martino, le luci e le scende della Bottega San Lazzaro. E poi i msestri Monica Micali, Simona Dipierri, Sonia Saggese, Sara Forte, Alex Palombo, Bboy Telemare, Davide Raimondo, Oreste Chiancone, Annalisa Di Matteo, Fortuna Capasso, Antonello Ronga, Amalia Salzano, Camilla Naddei, Maria Sansone, Livia Vitale, Gaetano Petrosino, Francesca Mottola, Annamaria Slazano, Joseph Fontano, Valeria Diana, Stefano Angelini.
INFO UTILI Sabato 1 giugno (danza moderna) martedì 4 (corsi superiori di danza classica e moderna) e mercoledì 5 (corsi medi di danza classica e moderna) l’appuntamento è alle 20. Lunedì 3 i corsi inferiori danzano alle 19. L’ingresso è ad invito. Presenta Gaetano Stella.

Licenza di distribuzione:
Silvia De Cesare
Responsabile pubblicazioni - Silvia De Cesare
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere