TURISMO

RELAIS & CHÂTEAUX scommette sulle esperienze en plein-air

June 4 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Parchi, terrazze, barche e giardini: mentre si definisce il calendario delle riaperture, le dimore italiane puntano sull’effetto sorpresa approfittando dei grandi spazi aperti e della natura straordinaria che li circondano per ripensare alle esperienze offerte agli ospiti.

Il dibattito sulla riapertura dei confini tra le regioni ha sottolineato l’importanza di osservare le norme di distanziamento sociale anche nella ristorazione e l’hôtellerie.
Mentre si sta concludendo il percorso con Bureau Veritas, per elaborare un protocollo comune di sanificazione e gestione in sicurezza delle attività, le dimore di Relais & Châteaux sono in prima linea per soddisfare questa richiesta senza perdere il “tocco” e lo spirito di accoglienza che le contraddistinguono.

La maggior parte si trova in una posizione privilegiata, in aperta campagna o protetta da parchi e giardini dove gli ospiti possono essere stupiti re-inventando i piccoli gesti quotidiani. E così una coperta e un cestino da pic nic sostituiscono un tovagliato, il sole della campagna che ha nutrito la vite e dato corpo al vino ruba la scena alla luce ovattata delle cantine, i tour alla scoperta dei dintorni diventano ancora più intimi e ricchi di occasioni di incontro con piccoli produttori e artigiani del luogo: ogni dimora sta studiando nuove esperienze per farli innamorare nuovamente dell’Italia, e per continuare a sorprenderli con il calore e gli standard impeccabili ai quali sono abituati.

LE NOVITA’ DELLA SETTIMANA: CHI RIAPRE DAL 01 AL 07 GIUGNO
Continuano le riaperture dei grandi ristoranti d’Italia, con due nuove insegne che si preparano ad accogliere i primi ospiti da giovedì 04/06. Agli Amici dal 1887 (2 stelle Michelin a Godia, UD) nel mese di giugno osserverà il seguente orario: giovedì, venerdì e sabato 19:00-22:00 e sabato e domenica 12:00-14:00. Le Calandre (3 stelle Michelin a Rubano, PD) sarà aperto il martedì solo per cena, tra le 20:00 e le 22:00, mentre da mercoledì a sabato effettuerà servizio a pranzo 12:00-14:00 e cena 20:00-22:00.
Venerdì 05/06 riaprono anche Arnolfo Ristorante (2 stelle Michelin a Colle Val d’Elsa, SI), La Taverna e L’Enoteca, il ristorante gastronomico e il bistrot di Castello Banfi (a Montalcino, SI).

GLI HIGHLIGHTS DELLA SETTIMANA: A PIEDI NUDI NEL PARCO
Smart working prolungato e lontananza dagli affetti hanno aumentato in modo esponenziale il numero di ore passate tra conference call e social network. E’ tempo di mettere in pausa la tecnologia e connettersi con la natura: quattro spunti di soggiorno in dimore storiche con parco privato dove il distanziamento sociale e il contatto con la natura, ben prima di diventare una necessità, sono da sempre il più grande lusso che ci si possa concedere.

1. Hotel Villa Franceschi, Mira (VE): un buen retiro protetto dall’ombra di alberi secolari sulla Riviera del Brenta.
Percorrendo a ritroso le acque del Canal Grande, ci si immette nelle acque tranquille della Riviera del Brenta: un enorme giardino lambito dal fiume, tra le cui anse si specchiano eleganti ville palladiane. In questo meraviglioso angolo di Veneto poco battuto dal turismo di massa si trova l’Hotel Villa Franceschi, antica residenza cinquecentesca dei gioiellieri del Doge con 25 camere e suite immersa in un parco secolare di 45 mila mq. Passeggiando tra i viali alberati che conducono fino all’orto che fornisce ogni giorno le verdure e gli aromi che accompagnano moeche, granseole, schie e altro pescato locale freschissimo serviti presso il suo ristorante Margherita, è semplice capire come mai la villa è fin dal 1500 il rifugio prediletto dall’aristocrazia veneziana, e ancora oggi attrae tanti VIP in cerca di privacy. Hotel Villa Franceschi ha riaperto il 29/05 con la consueta accoglienza calorosa che da generazioni la famiglia Dal Corso riserva agli ospiti, e una rinnovata offerta di esperienze e tour privati per scoprire i dintorni della dimora in tutta sicurezza. Una nuova barca consente di offrire agli ospiti un menu ‘à la carte’ ancora più ricco di uscite private per coppie o piccoli gruppi fino a 6 persone, per vivere Venezia, la sua Laguna e il Lido da una prospettiva privilegiata e lontano dalla folla, con il valore aggiunto delle coccole di un equipaggio dedicato.
www.relais.com/franceschi

2. Villa Cordevigo Wine Relais, Cavaion Veronese (VR): passeggiate in solitaria e degustazioni in una villa di campagna nel cuore del Bardolino Classico.
E’ prevista per il prossimo 18/06 la riapertura di Villa Cordevigo, antica dimora patrizia risalente al XVIII secolo e voluta da nobili veneziani come luogo di villeggiatura. Si accede alla tenuta percorrendo un lungo viale alberato e il piccolo giardino all’italiana nella corte formata dal corpo principale del palazzo è solo un assaggio della natura che trionfa tutto intorno: oltre il grande parco - 5000 mq di cipressi, ippocastani e alberi secolari - si apre la campagna, con una distesa di vigneti a conduzione biologica che dalla piscina si arrampicano sulle colline delimitando la proprietà. Questa estate sarà possibile prenotare in esclusiva il grande tavolo di marmo al centro del parco, per un pranzo “al fresco” dedicato a piccoli gruppi (fino a 4 persone).
Privacy, isolamento e silenzio sono da sempre una prerogativa di questa incantevole dimora con 33 camere e suite, dove si respira un’aria di quiete e sacralità. Le famiglie Cristoforetti e Delibori hanno raccolto l’eredità artistica e storica del luogo, preservandone la bellezza con un importante progetto di restauro. Il loro intervento ha trasformato Villa Cordevigo nel luogo ideale per conoscere e degustare i prodotti dell’azienda vinicola di famiglia. Un local expert è a disposizione degli ospiti per accompagnarli, in tutta sicurezza, alla scoperta della proprietà e del territorio, raccontandone i segreti con passione e simpatia.
www.relais.com/cordevigo

3. L’Albereta, Erbusco (BS): il ritorno della villeggiatura, per ritrovare spazio e tempo sulle colline del Franciacorta.
Approfittare di questo incredibile momento storico per tornare ad apprezzare la bellezza a pochi passi da casa, e imparare ad assaporare il piacere semplice della vita di campagna: con questo invito riapre il 19/06 l’Albereta, relais con 57 camere avvolto da rampicanti e circondato da 69 ettari di verde, giardini e vigne che dalla collina scendono a valle fino al Lago d’Iseo. Questa estate gli ospiti potranno vivere in modo ancora più speciale i grandi spazi aperti che circondano la dimora della famiglia Moretti; nuove esperienze e nuovi servizi en-plein-air garantiscono un soggiorno non solo sicuro, ma soprattutto rigenerante grazie al contatto con l’energia della natura e della terra. A richiesta, il pranzo può trasformarsi in un pic-nic all’ombra degli alberi de La Tesa, la terrazza naturale della proprietà, e anche la cena è servita sulla terrazza del Ristorante LeoneFelice Vista Lago (aperto dallo scorso venerdì 29/05) oppure nel dehor della pizzeria La Filiale (aperta dal 22/05). Gli ospiti possono avvalersi dell’aiuto di professionisti per farsi accompagnare nel personale percorso alla ricerca del benessere: il Parco delle Sculture ospita un percorso fitness dove allenarsi in solitudine o con la supervisione di un personal trainer, ed è possibile passeggiare nel bosco in compagnia di un life coach per riscoprire il benessere della silvoterapia. I dintorni della dimora offrono inoltre ai più sportivi opportunità per dedicarsi a innumerevoli attività come passeggiate a cavallo, yoga, tennis e tour con le e-bike.
www.relais.com/albereta

4. Castel Fragsburg, Merano: il benessere che nasce dalla natura sotto lo sguardo benevolo delle Dolomiti.
La dimora, ricavata all’interno di un antico padiglione di caccia del XVII secolo dalle nobili origini, sorge su un terrazzamento roccioso affacciato sulla città termale di Merano. La natura l’abbraccia e la sua bellezza è mozzafiato: montagne, vigneti e foreste fanno da sfondo al grande parco privato di 10 mila mq, ricco di alberi secolari e giardini incantati pieni di glicini, rose, ortensie e gelsomini. Il benessere dell’ospite è sacro a Castel Fragsburg e viene curato nei minimi dettagli a partire dalle 20 suite, tutte diverse tra loro e con una diversa esposizione panoramica. In collaborazione con alcuni agricoltori biologici del luogo lo chef Egon Heiss ha creato “l’orto del Fragsburg” dove si coltivano antiche varietà del territorio, valorizzate al ristorante Prezioso dalla sua sapiente arte culinaria. Il Sanctuarium, una casa sull’albero con ampie vetrate aperte sulla valle, è un luogo magico dove rilassarsi praticando yoga, respirazione cosciente e meditazione o con un bagno di suono armonico. Infine, nella Spa alchemica Castellum Natura i preparati terapeutici sono creati al momento utilizzando le erbe e i fiori raccolti manualmente nei dintorni della dimora, sotto la supervisione dell’erborista e naturopata Renate che accompagna gli ospiti che lo desiderano in escursioni private a tema.
www.relais.com/fragsburg

Per conoscere le 49 dimore italiane è possibile scaricare la Guida Italia 2020.
Per ricevere informazioni sulla disponibilità delle singole dimore e per prenotare, visitare https://www.relaischateaux.com/it/destinazioni/europa/italia oppure contattare +39 02 6269 0064.

Relais & Châteaux
Fondata nel 1954, Relais & Châteaux è un’associazione di 580 hotel e ristoranti unici in tutto il mondo, che appartengono e sono gestiti da imprenditori indipendenti - nella maggior parte dei casi, famiglie - uniti dalla passione per il proprio mestiere e dal desiderio di instaurare con gli ospiti un legame autentico. Presente in tutti e cinque i continenti, dai vigneti della Napa Valley alla Provenza e fino alle spiagge dell’Oceano Indiano, Relais & Châteaux invita i viaggiatori da ogni angolo del mondo a vivere dei “delicious journeys”, assaporare l’inimitabile art de vivre radicata in ogni cultura locale e condividere esperienze uniche e indimenticabili. Gli associati Relais & Châteaux sono animati dal desiderio di salvaguardare e promuovere la ricchezza e la varietà delle cucine e delle tradizioni dell’ospitalità in tutto il mondo, affinché possano continuare ad essere tramandate e a prosperare. Nel novembre del 2014 Relais & Châteaux ha presentato all’UNESCO un Manifesto che sancisce questa volontà e l’impegno a tutelare il patrimonio culturale di ciascun territorio e l’ambiente. www.relaischateaux.com @relaischateaux #relaischateaux #deliciousjourneys



Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere