SPETTACOLO

Riccione, allo Spazio Tondelli "Il Vangelo secondo Antonio"

February 13 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Dario De Luca e Scena Verticale mettono in scena la vita dei malati di Alzheimer e di chi sta loro vicino, giovedì 13 febbraio 2020, ore 21.

Riccione, Spazio Tondelli
La bella stagione – Giovedì 13 febbraio, ore 21.

Tra fede e malattia
Allo Spazio Tondelli Il Vangelo secondo Antonio.

Dosando amarezza e comicità, Dario De Luca e Scena Verticale mettono in scena la vita dei malati di Alzheimer e di chi sta loro vicino. Protagonisti: un parroco e la sua improvvisa crisi spirituale.

La stagione teatrale dello Spazio Tondelli di Riccione prosegue con un nuovo testo d’autore. Questa volta protagonista è Dario De Luca, apprezzato attore, regista e drammaturgo calabrese cofondatore della compagnia Scena Verticale. Giovedì 13 febbraio, alle 21, va in scena Il Vangelo secondo Antonio, testo da lui scritto, diretto e co-interpretato, che ruota attorno a un tema quanto mai attuale: l’effetto di malattie come l’Alzheimer sulla vita di singoli, famiglie e comunità.

In scena Dario De Luca è don Antonio, brillante e colto parroco di provincia, da poco ammalatosi di Alzheimer. Al suo fianco restano la devota e brusca sorella (impersonata da Matilde Piana) e un giovane e candido diacono (l’attore Davide Fasano). Niente però è più come prima. Una volta entrato nella nebbia, don Antonio inizia a perdere ogni riferimento, ma allaccia un rapporto nuovo e singolare con Cristo; un rapporto che continua anche quando il sacerdote finirà per dimenticarsi della malattia stessa.

Vincitore del premio per la miglior regia alla 13a edizione del concorso europeo Tragos, intitolato alla memoria di Ernesto Calindri, e segnalato alla XIII edizione del Premio Fersen alla drammaturgia, Il Vangelo secondo Antonio riesce a riflettere sul senso religioso che ognuno di noi, volente o nolente, ha dentro di sé, e a questa riflessione abbina il racconto della malattia, condito dell’involontaria comicità che si porta dietro. Così facendo, infrange il tabù che ci porta troppo spesso a nascondere dietro giri di parole l’Alzheimer e le altre demenze degenerative, disturbi che solo in Italia colpiscono un milione di persone. A loro e alle loro famiglie è dedicato lo spettacolo.

Ingresso: 20 euro
Biglietteria aperta giovedì 13 febbraio dalle ore 14 sino all’inizio dello spettacolo
Prevendita liveticket.it

Per informazioni:
tel. 320 0168171 (lunedì-venerdì, ore 10-13)

**

Licenza di distribuzione:
Giamcarlo Garoia
CORRISPONDENTE - UFFICIO STAMPA RETERICERCA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere