SPETTACOLO

Rigoletto di Verdi allo Sferisterio Opera Festival

August 5 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Ultima replica venerdì 9 agosto 2019.

Rigoletto allo Sferisterio per Macerata Opera Festival.

#rossodesiderio.

Nello spazio unico dello Sferisterio trasformato in un vecchio circo in disuso (uno spaccato della attuale crisi sociale?) si muove un cast di interpreti di alto livello, dal baritono mongolo Amartuvshin Enkhbat (Rigoletto) a Enea Scala (Il Duca di Mantova), da Claudia Pavone (Gilda) a Simon Orfila (Sparafucile).

Ultima replica venerdì 9 agosto 2019.
--------
Rigoletto allo Sferisterio - Macerata Opera Festival

#rossodesiderio

Federico Grazzini disegna un potente, introspettivo Rigoletto, con le scene di Andrea Belli, i costumi di Valeria Donata Bettella e le luci di Alessandro Verazzi riprese da Ludovico Gobbi.
Sul podio Giampaolo Bisanti dirige l'Orchestra Filarmonica Marchigiana con grande rispetto del testo e, contemporaneamente, con grande energia.

Il Rigoletto riproposto in termini del tutto nuovi da Federico Grazzini allo Sferisterio, dopo la produzione del 2015, è un'opera senza tempo e di ogni tempo.
E' qui "l'eterno presente del passato" che vuole "interessare e commuovere": un mondo di ogni tempo, costruito su una piramide rovesciata di potenti e sudditi (vil razza dannata) e presentato con tinte forti e violente, rosso sangue appunto, in cui la vendetta e l'inganno sono la normalità e la pietas viene derisa.
Tutto questo si mostra qui in forme autentiche, vere, che ci permettono di riflettere e dialogare "in stretta correlazione tra libretto e musica".

Per questa sfida culturale si muove, nello spazio unico dello Sferisterio trasformato in un vecchio circo (uno spaccato della attuale crisi sociale?), un cast di interpreti di alto livello, dal baritono mongolo Amartuvshin Enkhbat (Rigoletto) a Enea Scala (Il Duca di Mantova), da Claudia Pavone (Gilda) a Simon Orfila (Sparafucile).

Con questi Martina Belli (Maddalena), Alessandra Della Croce (Giovanna), Seung-Gi Jung (Il Conte di Monterone), Matteo Ferrara (Marullo), Vasyl Solodkyy (Matteo Borsa), Cesare Kwon (Il Conte di Ceprano), Gianni Paci (Usciere di corte), Raffaella Palumbo (Un Paggio della Duchessa).


E poiil Coro Lirico Marchigiano “Vincenzo Bellini” diretto da Martino Faggiani (Massimo Fiocchi Malaspina, altro maestro del Coro) e la Banda “Salavadei”.


Lo spettacolo è sopratitolato in italiano e inglese.

Licenza di distribuzione:
Maura Capanni
Corrispondente settore cultura - RETERICERCA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere