SPETTACOLO

Rimini, Al Cinema Tiberio cinema, musica e la nuova stagione di lirica

October 12 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Crescendo di Dror Zahavi dal 15 al 18 Ottobre 2020

CINEMA TEATRO TIBERIO RIMINI


Al Cinema Tiberio cinema, musica e la nuova stagione di opera lirica



Il Cinema Tiberio di Rimini ospita da giovedì 15 a domenica 18 ottobre (ore 21, sabato e domenica anche ore 17, biglietti da € 7 ad € 5) il film Crescendo di Dror Zahavi con Peter Simonischek, Mehdi Meskar e Sabrina Amali.

Crescendo #makemusicnotwar è liberamente ispirato a una storia vera, quella della West-Eastern Divan Orchestra creata dal maestro Daniel Barenboim (direttore musicale del Teatro alla Scala di Milano dal 2011 al 2014) e dallo studioso Eduard Said, che da 1999 unisce talenti provenienti da terre storicamente nemiche con l’intento di favorirne il dialogo. Perché la musica è davvero in grado di far superare barriere apparentemente insormontabili e avvicinare le persone laddove la politica fatica ad ottenere risultati.
Nel lungometraggio diretto da Dror Zahavi un gruppo di giovanissimi accomunati dall’odio reciproco, e dall’amore per la musica, si ritrova a convivere sulle montagne italiane nel nome della propria passione. Lontano da tutti, con un moderatore/direttore che arriva dalla Germania (nazione non scelta a caso), devono imparare ad ascoltarsi e diventare una squadra, devono conoscere l’altro per perseguire lo scopo comune di suonare insieme e, prima di tutto, devono credere di poter superare ogni ostacolo.


Lunedì 19 ottobre replica a grande richiesta di Paolo Conte – Via con me, il documentario di Giorgio Verdelli dedicato al grande musicista (ore 17 e 21, biglietti da € 10 ad € 8). Paolo Conte - Via con me è un itinerario ideale con la voce narrante di Luca Zingaretti per raccontare un personaggio eclettico e, per certi versi, misterioso. Una grande storia, non soltanto musicale. È un intreccio di parole, versi e musiche che scattano foto del nostro immaginario attraverso le canzoni, i concerti, gli amici e le riflessioni del grande artista astigiano. Verdelli ha attinto all’immenso patrimonio dell’archivio personale di Conte, unendolo a materiale realizzato ad hoc: interviste, riprese dei tour internazionali e occasioni di una carriera unica. Con una straordinaria carrellata di testimonianze ­­– Roberto Benigni, Vinicio Capossela, Caterina Caselli, Francesco De Gregori, Stefano Bollani, Giorgio Conte, Pupi Avati, Luisa Ranieri, Luca Zingaretti, Renzo Arbore, Paolo Jannacci, Vincenzo Mollica, Isabella Rossellini, Guido Harari, Cristiano Godano, Giovanni Veronesi, Lorenzo Jovanotti, Jane Birkin, Patrice Leconte, Peppe Servillo ­– il film si inoltra nel labirinto delle canzoni di Conte, anche quelle scritte per gli interpreti più diversi (Adriano Celentano, Enzo Jannacci, Jane Birkin, Caterina Caselli, Bruno Lauzi), oltre che nel labirinto delle sue passioni (il jazz, l’enigmistica, la pittura, il diritto, il cinema).


Martedì 20 ottobre alle ore 20 (biglietti da € 12 ad € 10, abbonamento 5 opere € 50 con omaggi) primo appuntamento con la nuova stagione lirica, in differita dai più prestigiosi teatri del mondo: l’appuntamento inaugurale della rassegna è con Nabucco di Verdi, nell’edizione andata in scena nella suggestiva Arena di Verona nel 2017 con la direzione di Daniel Oren, la regia di Arnaud Bernard e George Gagnidze, Susanna Branchini e Rubens Pelizzari nei ruoli principali.
Quest’opera in quattro atti, su libretto di Temistocle Solera, raffigura l’antica Babilonia al suo apice e racconta la storia degli schiavi ebrei che, sostenuti dal sacerdote Zaccaria, combattono per la loro libertà e fede religiosa.

Creato alla Scala di Milano nel 1842, “Nabucco” fu il primo grande successo di Giuseppe Verdi. In un’Italia, allora nelle grinfie dei movimenti nazionalisti, il pubblico si identifica immediatamente con i prigionieri ebrei a Babilonia, nell’opera eseguita cinquantasette volte in tre mesi, invece delle otto rappresentazioni inizialmente previste. Il coro schiavo “Va, pensiero” diventa così una delle melodie più famose della storia dell’opera.


La capienza attuale della sala, secondo le norme vigenti di sicurezza, è di 58 posti con le sedute a distanza di un metro, ai sensi del protocollo Covid. Biglietteria on line disponibile su www.liveticket.it

Licenza di distribuzione:
Giamcarlo Garoia
CORRISPONDENTE - UFFICIO STAMPA RETERICERCA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere