ARTE E CULTURA

Rimini, Cinema Settebello e Fulgor

May 13 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Programmazione dal 9 al 15 Maggio 2019




La programmazione della settimana al Cinema Fulgor e al Cinema Settebello
PROGRAMMAZIONE CINEMA SETTEBELLO DAL 9 AL 15 MAGGIO.

RED JOAN.

Red Joan, tratto dal romanzo di Jennie Rooney La ragazza del KGB, ispirato a sua volta alla storia vera di Melita.

Il film, interpretato da un’inossidabile Judy Dench,ha uno stile classico, anche nella costruzione, che alterna l'interrogatorio poliziesco nel presente con il ricordo del passato cronologicamente ordinato, il film di Trevor Nunn trova un buon equilibro tra pieni e vuoti, amplificazioni e riduzioni.Judi Dench offre un'altra delle sue performance, recitando soltanto con gli occhi e con l'ausilio di un abito opportunamente dimesso e di una gamba malferma.
Nel frattempo, il film nel film dei ricordi di Joan descrive e romanza il suo ruolo nella Storia, facendone l'inventrice della guerra fredda e la fautrice di quella distensione che ha assicurato all'Occidente un lungo dopoguerra di pace
------------------

LE INVISIBILI.

UNA BRILLANTE COMMEDIA SOCIALE IN CUI TUTTO FUNZIONA A MERAVIGLIA, A PARTIRE DAL RIUSCITISSIMO CASTING.
Radioso come Discount(storia di resilienza di un gruppo di cassiere sottopagate sostituite dalle casse automatiche), il nuovo film di Louis-Julien Petit volge una suggestiva materia documentaria sul quotidiano di donne senza un domicilio fisso in una brillante commedia sociale. E tutto funziona a meraviglia, a partire dal casting condotto da quattro attrici resistenti: Audrey Lamy, Corinne Masiero, Déborah Lukumuena e Noémie Lvovsky. Al loro fianco una dozzina di donne che hanno conosciuto la precarietà e la strada, attrici non professioniste le cui vite hanno in alcuni casi ispirato il loro ruolo.

Dirette con grazia e filmate col cuore, le interpreti si rivelano dentro un film che fronteggia l'incapacità delle civiltà moderne di farsi carico della sorte dei più fragili. In perfetto equilibrio tra cinema impegnato e feel good movie, Le invisibili insinua in maniera sottile la violenza della strada e il terrore come norma quando una donna è fuori nel mondo.

Profondamente toccato dal libro di Claire Lajeunie ("Sur la route des invisibles: Femmes dans la rue"), l'autore francese trascorre un anno nei centri di accoglienza per raccogliere testimonianze e realizza un film che dona voce alle donne dimenticate dal mondo e a quelle che le sostengono, accogliendole 'senza condizioni' e alleviando la loro angoscia quotidiana.
----------------------

MA COSA CI DICE IL CERVELLO?

Paola Cortellesi può fare di tutto, anche diventare una spia in Ma cosa ci dice il cervello, commedia che parte dalla società e i suoi vizi per poter ridere.
Quindici. Tanti sono i personaggi che Paola Cortellesi, in versione camaleonte, interpreta, per ricordarci l’importanza della convivenza civile senza mai farci perdere il sorriso.Per la regia di Riccardo Milani(suo marito e regista di"come un gatto in tangenziale"), e supportata da un cast di soliti ma solidi noti come Remo Girone, Giampaolo Morelli e Carla Signoris. Dunque, se avete l’abitudine di parcheggiare l’auto in doppia fila e sparire per ore, se vi sentite in diritto di saltare una fila, se pensate che chi fa lavori umili lo faccia perché è uno stupido, o se in generale pensate che in fondo per fare strada nella vita l’unico modo sia essere prepotenti allora lasciate perdere, questo film potrebbe urtare la vostra insensibilità...

--------------------------
Dilili a Parigi.

BELLEZZA, INTELLIGENZA E IRONIA PER UN IMPERDIBILE TOUR IN UN'ALTRA STAGIONE DELLA STORIA E DELL'ANIMA.
VINCITORE AI CESAR 2019 COME MIGLIOR FILM DI ANIMAZIONE

Quanta bellezza, intelligenza e ironia, in questo Dilili a Parigi, che sembra assommare i precedenti lavori di Ocelot (l'incipit richiama esplicitamente Kirikou, altre scene strizzano l'occhio a Azur e Asmar) e rinnovare ancora una volta l'arte dell'animazione cinematografica.Con la consueta, straordinaria abilità, Ocelot fonde l'intento educativo con un'immaginazione galoppante, la realtà, del paesaggio parigino, e dei tanti personaggi illustri chiamati a raccolta, con la freschezza di uno sguardo nuovissimo, che non teme il confronto con le icone, perché possiede in quantità gentilezza e coraggio.
----------------------------------------------------------------------------
PROGRAMMAZIONE CINEMA FULGOR DAL 9 AL 15 MAGGIO.

STANLIO E OLLIO.


UN BIOPIC CHE DIVERTE E RIEMPIE DI NOSTALGIA. UNO STRAORDINARIO RITORNO DI STANLIO E OLLIO, IN PERFETTO PARALLELISMO COL RACCONTO DEL FILM.

Steve Coogan nei panni di Laurel e John C. Reilly in quelli di Hardy riescono nell'impresa di far rivivere una delle coppie comiche più grandi della storia del cinema e della televisione in un biopic che fa divertire e riempie di nostalgia allo stesso tempo.
Il punto di partenza è il libro di A.J. Marriot sul tour inglese dei due vecchi artisti, sul quale grava, come un conto alla rovescia per la fine del rullo, l'ombra della fragile salute di Oliver, ma che è anche il momento ideale per vederli sotto un'altra luce che non sia quella dei riflettori e scoprire i modi della loro quotidianità e le dinamiche del loro lavoro.
Stanlio & Ollio, con ritmo e competenza, racconta il retroscena del più grande trucco del cinema (e di quella stagione della commedia in particolare) e cioè, per dirla con Buster Keaton, il fatto che "realizzare film comici è un lavoro serio", ragion per cui Stan Laurel, che era la mente creativa del duo, non smetteva mai di scrivere e di provare, e persino di coltivare l'illusione di un film, un "Robbin' good" che, come ai vecchi tempi, avrebbe posto al compagno qualche difficoltà fisica ma lo avrebbe anche riempito di gioia.

The Sisters Brothers .

Adattamento del romanzo omonimo di Patrick deWitt, The Sisters Brothers ha vinto come miglior regia a venezia.
il film va al di là dell'omaggio al genere e insegue le sue prede al fianco di due criminali che incarnano alla perfezione il folclore del Far West con humor nero.
Primo film americano di Jacques Audiard,realista e parodico, The Sisters Brothers è un percorso iniziatico che mette alla prova il legame di fraternità che unisce i 'Sisters'. Il cognome (Sisters), che contempla la sorellanza dei fratelli e la grazia del gesto femminile (si prendono cura l'uno dell'altro tagliandosi reciprocamente i capelli).Pieno di humor nero e di profondità insospettabili, di personaggi truculenti e avventure memorabili, il western di Audiard riprende i codici del genere per deviarli come un treno impazzito nell'America della corsa all'oro.


--
ARTE e CINEMA .

Parte La seconda stagione di ARTE e CINEMA presentata dallo storico dell'arte Alessandro Giovanardi.
Un modo unico per assaporare i grandi capolavori dell'arte al cinema.

Tutti i martedì dalle 20:30

PROGRAMMA

20:30 Aperitivo / Buffet
21:00 Alessandro Giovanardi introduce Degas
21:30 FILM DOCUMENTARIO SULL'ARTE



11 GIUGNO
Dentro Caravaggio.

I biglietti potranno essere acquistati direttamente presso la biglietteria del Cinema Fulgor negli orari di apertura dalle 16:30 fino alle 21,00 tranne lunedì dalle 20:00 alle 22:00.
Non si accettano prenotazioni.





CHE FARE QUANDO IL MONDO È IN FIAMME (What You Gonna Do When the World’s on Fire?)?

di Roberto Minervini

LUNEDI' 13 MAGGIO ORE 21.00 e MARTEDI' 14 MAGGIO ORE 16.30

Al Cinema Fulgor il documentario di Roberto Minervini, distribuito da Valmyn e Cineteca di Bologna presentato all'ultima Mostra del cinema di Venezia, un viaggio nell'America del Sud che lotta contro il razzismo e per tenere vive le proprie tradizioni culturali.

Estate 2017, una serie di brutali uccisioni di giovani afro americani per mano della polizia scuote gli Stati Uniti. Una comunità nera del Sud americano affronta gli effetti persistenti del passato cercando di sopravvivere in un paese che non è dalla parte della sua gente.
Intanto le Black Panther organizzano una manifestazione di protesta contro la brutalità della polizia. Una riflessione sul concetto di razza in America dal regista di Louisiana (The Other Side) e Stop the Pounding Heart.

Licenza di distribuzione:
Maura Capanni
Corrispondente settore cultura - RETERICERCA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere