VARIE

Sabato 6 e Domenica 7 Luglio appuntamento a Genova per la Sesta Edizione del Torneo Nazionale a Coppie di Bridge e il Primo Torneo nazionale a squadre “Città di Genova”

July 5 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Attesi centinaia di bridgisti provenienti da tutta Italia

Genova, 4 Luglio 2019 - Anche quest’anno Genova ospiterà un Torneo Nazionale di Bridge presso il Centro Congressi dei Magazzini del Cotone, nella meravigliosa cornice del Porto Antico.

Il Memorial Ruggero Piazza, Torneo Nazionale a Coppie organizzato dal Circolo Bocciofila Lido di Albaro, giunge quest’anno alla sua sesta edizione; e, grande novità, viene affiancato dal Primo Torneo nazionale a squadre “Città di Genova”. Centinaia di giocatori provenienti da tutta Italia arriveranno a Genova nel weekend del 6 e 7 luglio per partecipare all’evento che sta ormai consolidando un rango prestigioso fra i molti tornei nazionali che si disputano in Italia annualmente.

Pierangela Delonghi, presidente del Comitato Regionale Bridge della Liguria, dichiara: “E’ importante che le due manifestazioni nazionali che si svolgono nella nostra regione (l’altra è il torneo di Chiavari) crescano e catturino nuovi consensi che potremo sfruttare in termini di diffusione di un gioco così importante per lo sviluppo delle facoltà logiche in ogni età”

Il torneo a coppie, che si disputerà sabato 6 luglio con inizio alle ore 14 è intitolato alla figura di Ruggero Piazza, presidente e leader carismatico del club per decenni, poi presidente ligure FIGB, scomparso prematuramente nel 2013.

Il torneo a squadre è invece il nuovo nato e tutti i giocatori genovesi si augurano che cresca bello e vigoroso, considerando che da oltre trent’anni non si disputava un torneo nazionale a squadre a Genova, e questo era un peccato considerando che molti dei migliori giocatori di bridge italiani sono e sono stati genovesi. E’ genovese ad esempio Andrea Buratti, il vincitore dell’edizione dell’anno scorso in coppia con Monica Aghemo; Buratti fu unanimemente riconosciuto come il miglior giocatore ai campionati mondiali seniores di due anni fa a Lione, nei quali l’Italia conquistò la medaglia di argento.
Questo nuovo torneo si è voluto dedicarlo alla città di Genova: una dedica particolarmente sentita, dopo le terribili ferite che ha sofferto. E ci piace, ci sembra benaugurale per tutti questa coincidenza temporale fra lo svolgimento del torneo e la realizzazione di passi fondamentali per la ricostruzione. Ripartire dunque si può, a tutti i livelli, nelle minime cose come nelle massime. La partnership con il Porto Antico giunge al secondo anno. Fortemente voluta dal presidente uscente, Giorgio Mosci, si è consolidata quest’anno con il nuovo team, e tutto lascia pensare che bridge e Porto Antico siano destinati a fare molte cose insieme, in futuro. Anche perché il bridge sta oggi conoscendo nuova


vita, gli iscritti e i simpatizzanti sono tornati a crescere dopo anni di declino… e a decrescere come età media dei partecipanti: oggi molte scuole di ogni ordine e grado prevedono corsi facoltativi di bridge.

Il bridge è un gioco di logica e partnership, fondamentale nello sviluppo di un giovane: non certo solamente un gioco di carte, tanto è vero che viene riconosciuto dal CONI come “sport della mente”. Bill Gates, appassionato di bridge, dichiarò: “Il Bridge richiede logica e supporta sfide mentali…… quel tipo di acutezza mentale si addice a qualsiasi cosa tu voglia fare di eccellente”.

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere