ECONOMIA e FINANZA

SAMMI S.R.L. di Narni Scalo (TR) - presentazione del progetto BULK KREMI e della simulazione operativa della macchina Shiploader

October 5 2011
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Si è svolto nella mattinata di sabato 1 ottobre 2011 presso la sede aziendale della SAMMI S.R.L. di Narni Scalo l’evento consistente nella presentazione del progetto BULK KREMI nel corso del quale è stata anche effettuata la simulazione operativa della macchina Shiploader.

Alla presentazione hanno assistito, portando il loro saluto, l’Assessore Regionale Vincenzo Riommi, il Vice Presidente della Provincia di Terni Vittorio Piacenti D’Ubaldi, il Sindaco Narni Stefano Bigaroni, il Presidente della Camera di Commercio di Terni Enrico Cipiccia e il Vice Presidente di Confindustria Terni Sergio Rossi.
L’introduzione della giornata e la relazione d’apertura sono state svolte a cura di Floriano Bussetti, Direttore Generale della SAMMI. Vi è poi stato l’intervento dell’Ing. Corrado Cuccurullo, Deputy General Manager Operations della COECLERICI Logistics SpA, divisione della nota azienda leader nei trasporti marittimi a livello mondiale e cliente consolidato della SAMMI, nonché nello specifico committente del progetto BULK KREMI.
È stata quindi la volta dell’Ing. Luca Pernazza, Direttore Tecnico della SAMMI, il quale ha presentato le caratteristiche tecniche dell’innovativa macchina Shiploader. I lavori sono stati infine conclusi con i ringraziamenti ed il saluto del fondatore e attuale Presidente della SAMMI, Graziano Bussetti.
Floriano Bussetti ha dapprima tracciato un rapido profilo storico dell’azienda, dalla nascita nel 1976, ai significativi sviluppi degli anni Ottanta con l’acquisizione di commesse dirette nella realizzazione di impianti meccanici industriali e poi con l’assorbimento di alcune delle aziende per le quali SAMMI era subfornitore.
L’excursus si è poi riferito all’ampliamento del raggio d’azione a livello nazionale e internazionale, avvenuto a partire dalla prima metà degli anni Novanta, che ha rappresentato un’altra tappa fondamentale per l’azienda così come lo fu, nello stesso periodo, l’avvio della diversificazione dei settori d'attività.
Un percorso di costante crescita, quello della SAMMI, che le ha permesso di accumulare esperienze e know how strategico, trasformandosi in una delle aziende più competitive del settore, come testimoniato dall'ingente archivio progetti degli impianti e macchinari finora realizzati.
Il passaggio chiave - sostiene ancora Bussetti - lo si può ravvisare nella costituzione (si era nel 1999) del servizio tecnico d’ingegneria, momento che ha coinciso anche con l’entrata in azienda, con felice esito e quindi perfetta integrazione, della seconda generazione imprenditoriale.
Oggi, grazie a tali caratteristiche e anche in virtù degli importanti asset produttivi di cui dispone, la SAMMI è impegnata in importanti realizzazioni e costruzioni di opere, di crescente complessità poiché racchiudono l’intero ciclo che va dalla progettazione alla fornitura in opera. Tale capacità tecnologica e produttiva si esprime pertanto con estrema elasticità in numerosi settori, tra i quali: impianti off-shore; impianti di estrazione, miniere, cave; calcifici; cementifici; impianti portuali/da banchina; industria ceramica; vetrerie; trattamento rifiuti/energetico/biomasse; industrie in genere/impianti industriali.
La SAMMI beneficia di un positivo trend anche nell’attuale congiuntura ed è protesa al rafforzamento ulteriore della già notevole posizione conquistata nel mercato estero verso cui è indirizzata una quota della produzione pari a circa l’80%.
Ed è proprio l’elevata capacità tecnologica - ha ricordato Bussetti - che permette all’azienda di prendere in carico e risolvere le esigenze più sofisticate della clientela, ponendosi come main contractor. Si tratta del presupposto fondamentale del progetto BULK KREMI, sviluppato per COECLERICI Logistics e interamente ideato, progettato e costruito presso le officine di Narni Scalo, la cui particolarità è quella di essere il primo impianto al mondo idoneo per il trasbordo in off-shore di zolfo alla rinfusa.
Peraltro, il fecondo e stabile rapporto di collaborazione della SAMMI con la COECLERICI Logistics ha recentemente portato alla sottoscrizione di un accordo di fornitura esclusiva per impianti in off-shore per i prossimi 5 anni.
Anche l’Ing. Cuccurullo ha ribadito la positiva collaborazione tra COECLERICI Logistics e SAMMI, riconoscendo che la realtà imprenditoriale narnese si distingue, per di più in un momento di crisi internazionale, per il suo dinamismo e la capacità di adattamento alle sempre più esigenti richieste del mercato. In effetti, il progetto BULK KREMI e la macchina Shiploader in particolare - ha aggiunto Cuccurullo - costituiscono un esempio che sintetizza perfettamente l’essenza del rapporto tra le due aziende e evidenzia le qualità della SAMMI.
L’Ing. Cuccurullo ha anche messo in risalto come lo Shiploader sia la prima macchina in assoluto che consentirà di caricare zolfo e altre sostanze, con operazioni di transhipment in mezzo al mare, per tutte le tipologie di navi che il mercato richiede, realizzando quindi notevoli risparmi e massima flessibilità e per questa via elevando la competitività.
A seguire ha preso la parola l’Ing Pernazza che ha fornito le principali informazioni tecniche circa il progetto BULK KREMI e la macchina Shiploader, autentico cuore tecnologico del progetto e oggetto della dimostrazione pratica della giornata. Pernazza ha sottolineato come lo Shiploader sia il primo del suo genere a poter compiere movimenti e prestazioni che consentono di ottimizzare i carichi delle stive con importanti riduzioni dei tempi di trasbordo nel rispetto delle normative ambientali.
La giornata è stata conclusa dai vertici della SAMMI, riaffermando lo spirito propositivo e la volontà di trasmettere a tutti gli esponenti del territorio l’entusiasmo e la voglia di fare dell’azienda. In quest’ottica, è stato detto, i risultati raggiunti, indubbiamente notevoli, vanno considerati non come punti di arrivo bensì delle conquiste da cui ripartire per affrontare, con grande consapevolezza e attitudine al sacrificio, le nuove sfide, consci pure del fatto non esistono più confini territoriali o tecnologici e che il riferimento per un’azienda come questa può e deve essere, sempre di più, il mercato mondiale.



Licenza di distribuzione:
Alberto Cari
Responsabile pubblicazioni - Confindustria Umbria - sede di Terni
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere