PRODOTTI

SAPLA lancia LUPETTA: il sistema di alimentazione per animali infanti che passa dallo smartphone

October 14 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il nuovo sistema brevettato e certificato CE permette di alimentare efficacemente gli animali alleviando le fatiche dell’uomo e riducendo gli sprechi

Sapla – azienda cremasca attiva nel settore zootecnico riconosciuta come start up innovativa e ora divenuta scale up - comunica il lancio sul mercato di un nuovo sistema digitale brevettato e certificato CE per l’alimentazione degli animali infanti, Lupetta.
Lupetta nasce dalla ricerca di una nuova metodologia di somministrazione che garantisca il benessere e un costante accrescimento degli animali. In dettaglio, si tratta di un alimentatore individuale per animali che permette l’erogazione di un pasto caldo, razionato e frazionato per tutto l’arco della giornata, direttamente dal divano di casa attraverso un Pc, un tablet o uno smartphone.

Negli allevamenti la maggior parte delle lavorazioni sono ancora manuali, non sempre sono effettuate da manodopera qualificata e l’uomo rimane un elemento centrale del processo produttivo. Lupetta si propone come ausilio all’attività umana offrendo standard qualitativi di lavoro che solo una macchina innovativa e brevettata è capace di garantire.

Temperatura di erogazione, quantità erogata a pasto e intervallo di tempo tra i pasti sono solo alcuni dei parametri che l'utente può impostare, e che a loro volta vengono registrati dalla macchina a scopo di verifica della qualità di lavoro dell’operatore.

Ritardi ai pasti, velocità di assunzione e avanzi giornalieri sono i principali fattori che il dispositivo analizza per personalizzare il piano alimentare. La macchina è dotata di crono programma, memoria interna e di un programma di lavaggio.

Il progetto nasce da uno studio di mercato del ceo Marco Ridenti (37 anni, perito agrario) appoggiato dal project manager Lorenzo Fulcini (38 anni ingegnere elettronico): insieme hanno individuato una nuova metodologia di somministrazione in grado di garantire il benessere degli animali, efficientando al contempo i processi.

Dall’esperienza messa a fattor comune con l’azienda Tredì sono nati inoltre una serie di latti speciali sperimentati con Lupetta per massimizzare il risultato.

Sapla – acronimo di soluzioni automatizzate per l’allevamento – nasce dalla volontà di innovare un settore caratterizzato in parte ancora da logiche tradizionali. Forte di 4 anni e mezzo di studio, progettazione e sviluppo, Sapla è stata costituita nell’agosto del 2017 ed è divenuta operativa l’anno successivo. Ha iniziato la fase di vendita, con le prime consegne andate a buon fine, appena prima dell’avvento della pandemia di Covid- 19. Il primo passo verso il percorso di internazionalizzazione è avvenuto a giugno 2020 con la conquista del primo mercato estero Mediterraneo. L’obiettivo è aumentare il presidio in Italia e il focus estero è su aree geografiche potenzialmente interessanti e ricettive come Spagna, Romania, Germania, Olanda, Inghilterra, Danimarca e Grecia. La società è stata avviata con risorse proprie dei cinque soci Marco Ridenti, Lorenzo Fulcini (i due soci di maggioranza), Raffaele Biffi, Giuseppe Camozzi e Gianugo Utica. Due gli investitori istituzionali: Intesa Sanpaolo (che ha erogato un finanziamento garantito all’80% da Mediocredito Centrale in ragione del fatto che Sapla è una start up innovativa) e Credito Padano. Il progetto è cresciuto anche grazie a collaborazioni didattiche con la facoltà di agraria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza; altre attività di ricerca e sviluppo sono state implementate con l’appoggio di una multinazionale olandese leader nel settore dello svezzamento degli animali giovani. Per certificare l’efficacia del sistema anche su altre specie animali è in programma una collaborazione nell’ambito della ricerca scientifica con l’Università di Bologna condotta sotto la supervisione del ricercatore Marco Tassinari.

Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere