SALUTE e MEDICINA

Sconfiggere il dolore al seno da allattamento

May 20 2016
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La tradizione matriarcale insegnava la posizione di cucchiaini d’argento sulle parti doloranti per un sollievo pressoché immediato e una conseguente sparizione del dolore. Questo era dovuto alla cicatrizzazione delle ragadi che venivano a formarsi durante la poppata del neonato.

Durante la fase di allattamento spesso succede che una madre manifesti dolore al seno e più precisamente ai capezzoli.
Questo dipende spesso dall’insorgere di ragadi che rendono l’allattamento stesso molto difficoltoso oltre che doloroso.
La tradizione matriarcale insegnava la posizione di cucchiaini d’argento sulle parti doloranti per un sollievo pressoché immediato e una conseguente sparizione del dolore. Questo era dovuto alla cicatrizzazione delle ragadi che venivano a formarsi durante la poppata del neonato.
Con l’avvento della chimica in farmacia, però, ben presto queste soluzioni al dolore al seno durante l’allattamento vennero soppiantate dall’uso di creme, ben più profittevoli per le case farmaceutice in quanto soggette a consumo e quindi a riacquisto.
Tuttavia quell’insegnamento antico nascondeva in se un principio fondamentale: la dote benefica dell’argento che oggi conosciamo come dote cicatrizzante.

Oggi alcuni mastri argentieri hanno riscoperto l’antica tecnica e riproposto l’uso dell’argento per la cura del dolore al seno durante l’allattamento e in particolare delle ragadi ai capezzoli.
Sul mercato, infatti, si trovano numerosi rivenditori di coppette paracapezzoli in argento.
L’uso di tali coppette favorisce la naturale guarigione delle ragadi e la conseguente eliminazione del dolore al seno da allattamento in via del tutto naturale.
Le migliori coppette, ovviamente, sono quelle prodotte in argento puro, che oggi solo pochi distribuiscono.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Antonio Bartoletto
Responsabile pubblicazioni - Antonio Bartoletto
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere