SOCIETA

Scuola, Lorenzo Mattioli (Confindustria Servizi Hcfs): “Chiediamo garanzie su salute e sicurezza”

October 23 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

In un’intervista rilasciata ad “Adnkronos”, Lorenzo Mattioli ha lanciato l’allarme sulle pulizie e, in particolare, sulle sanificazioni all’interno degli istituti scolastici: “Rischio affidarsi agli Ata”

Lorenzo Mattioli ad “Adnkronos”: pronti a dare il nostro contribuito e a fornire le nostre proposte.

Sicurezza scuole: l’appello del Presidente di Confindustria Servizi Hcfs Lorenzo Mattioli

Già subito dopo il voto del 21 e del 22 settembre il Presidente di Confindustria Servizi HCFS, Lorenzo Mattioli, aveva evidenziato i problemi di pulizia e sanificazione sorti nelle scuole. In un comunicato ufficiale aveva infatti segnalato diversi errori nelle procedure di sanificazione registrati in numerosi istituti del Paese, molti dei quali non hanno potuto riaprire. Ora il Presidente, in un’intervista pubblicata da “Adnkronos”, lancia l’allarme: “Al Governo chiediamo, in generale, che le opere di sanificazione vengano gestite in maniera professionale, in particolare nei luoghi oggi ad alto rischio come le scuole”. Il numero uno dell’Associazione punta il dito sulla decisione del primo Governo Conte, responsabile di aver internalizzato i servizi di pulizia, abbandonando il sistema delle gare d’appalto alle imprese di servizi: “Ci sarebbe da aspettarsi che, in epoca di pandemia, il ministero dell’Istruzione avesse mobilitato risorse adeguate e qualificate, ma non sembra sia così. Invece abbiamo 11.000 Ata al posto di 16.000 ‘pulitori’ “, ha dichiarato Lorenzo Mattioli.

Lorenzo Mattioli: collaborazione necessaria

In precedenza, le aziende che si occupavano della pulizia nelle scuole erano controllate sotto numerosi aspetti: personale, prodotti, attrezzature, qualità delle prestazioni. Oggi invece è lo stesso istituto a provvedere per il servizio: “Il coordinamento è stato affidato ai dirigenti scolastici – continua Lorenzo Mattioli – che si trovano a controllare se stessi e saranno esposti in futuro al rischio di denunce per procurata epidemia, come sta succedendo per i vertici di diversi ospedali in Italia”. Secondo il Presidente di Hcfs, in un momento così delicato è fondamentale affidarsi a professionisti capaci di seguire le direttive dell’Inail. Inoltre, c’è bisogno anche di più fondi da mettere in campo: “Pensiamo che la sanificazione vada rafforzata con le risorse del Recovery Fund, visto che il tax credit ha prodotto un misero 9% come bonus per le imprese dalle iniziali promesse del 60%”. Per coadiuvare il Governo sulla questione, Confindustria Servizi Hcfs mette a disposizione le proprie energie: “Chiediamo garanzie per la salute e la sicurezza nelle nostre scuole, pronti a dare il nostro contribuito e le nostre proposte. A tal proposito – conclude Lorenzo Mattioli – attendiamo di poter partecipare al tavolo permanente della direzione generale per le risorse umane e finanziarie istituito presso il ministero dell’Istruzione”.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere