ECONOMIA e FINANZA

Si consolida la crescita delle richieste di prestiti da parte delle famiglie: +5,4% a novembre

December 9 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Si consolida la crescita delle richieste di prestiti da parte delle famiglie: +5,4% a novembre. In calo, invece, l’importo medio richiesto, che si attesta a 9.051 Euro. Le evidenze dell’analisi del patrimonio informativo di EURISC – Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF.

Bologna, 6 dicembre 2019 - Nel mese di novembre il numero di interrogazioni registrate sul Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF relative a richieste di prestiti da parte delle famiglie (nell'aggregato di prestiti personali e prestiti finalizzati) ha fatto segnare un +5,4% rispetto allo stesso mese del 2018, che per altro si era caratterizzato per un robusto aumento, confermando così la dinamica positiva che perdura ininterrottamente da inizio anno.

Nello specifico, i prestiti finalizzati hanno visto l’incremento più consistente, pari a +7,4%, a fronte del +2,8% dei prestiti personali, che tornano in terreno positivo dopo la battuta d’arresto di settembre e ottobre.

Andamento delle richieste di prestiti personali e finalizzati


Fonte: EURISC – Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

L’importo medio richiesto
Per quanto riguarda invece l’importo medio richiesto, nel complesso delle richieste di prestiti personali e finalizzati, a novembre si registra un calo rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (-1,0%) che porta il valore ad assestarsi a 9.051 Euro.

Andamento dell'importo medio dei prestiti richiesti


Fonte: EURISC – Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

Relativamente ai prestiti finalizzati l’importo medio richiesto è risultato pari a 6.248 Euro mentre per i prestiti personali si è attestato a 12.932 Euro; in entrambi casi i valori sono allineati a quelli del novembre 2018.



“Il mese di novembre conferma un trend di crescita che perdura ininterrottamente da 2 anni, sostenuto in particolare dai prestiti finalizzati cui rispondono i prestiti personali, tornati in territorio positivo dopo due mesi in flessione - commenta Simone Capecchi, Executive Director di CRIF -. La dinamica in atto è un segnale di come la fiducia dei consumatori sia rimasta positiva in questi mesi malgrado uno scenario macroeconomico non privo di elementi di incertezza. Indubbiamente, sulla propensione delle famiglie a richiedere credito hanno contribuito un costo del denaro contenuto e condizioni di offerta particolarmente appetibili ma va anche sottolineato come l’affermarsi dei paradigmi dell’Open Banking sia destinato a giocare un ruolo estremamente importante: per gli istituti risulterà ancora più vincente offrire ai propri clienti la migliore customer experience, elemento quanto mai fondamentale per dare continuare a questo percorso di crescita”.



Licenza di distribuzione:
Maria Grazia Coronas
Responsabile pubblicazioni - CRIF
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere