SALUTE e MEDICINA

Sicurezza sul lavoro: intensificati i controlli sulle aziende.

September 3 2012
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Un’azienda su quattro non è in regola con le norme della sicurezza sul lavoro. E’ quanto è emerso dall’intensa attività di controllo e prevenzione, in provincia di Rimini nei primi sei mesi del 2012.

Un’azienda su quattro non è in regola con le norme della sicurezza sul lavoro. E’ quanto è emerso dall’intensa attività di controllo e prevenzione, in provincia di Rimini nei primi sei mesi del 2012. Nel semestre sono state 756 le aziende controllate delle quali: 547 in cantieri edili (all’interno dei 165 cantieri edili controllati); 17 in agricoltura; 192 in tutti gli altri comparti produttivi. A fronte di tali controlli sono stati emessi 188 provvedimenti (in maggioranza di tipo penale).

Circa il 25 per cento delle aziende controllate presentavano irregolarità significative, principalmente in ordine alla mancata elaborazione dei documenti di valutazione dei rischi, non conformità delle attrezzature di lavoro o uso non corretto delle stesse attrezzature, mancata o inidonea formazione e addestramento dei lavoratori, mancata fornitura dei dispositivi di protezione collettiva o individuale, o loro non corretto utilizzo.

Tutte infrazioni che possono aumentare il rischio di infortuni gravi, quali ad esempio caduta dall’alto o seppellimento. L’attività di controllo ha implicato anche, sui casi più gravi, 59 indagini di polizia giudiziaria delegate dalla Procura della Repubblica.

Due denunce e 15 multe state elevate anche dai carabinieri della compagnia di Caltagirone e del Nucleo ispettorato del lavoro e del Nas di Catania. I militari hanno denunciato i legali rappresentanti di due imprese edili per omissione di formazione ed informazione dei lavoratori dipendenti, mancata apposizione della prevista segnaletica di sicurezza, mancata sorveglianza sanitaria dei lavoratori ed omessa attuazione delle misure di prevenzione e sicurezza sui ponteggi metallici al fine di evitare cadute dall’alto.

Inoltre, sono stati denunciati i titolari delle due aziende artigiane poiché utilizzavano attrezzatura da lavoro non conforme alle norme di sicurezza comunitarie. Complessivamente sono state elevate 15 contravvenzioni per un totale di circa 100.000 euro, recuperati contributi previdenziali per 3.000 euro ed elevate sanzioni amministrative per circa 400 euro.

E’ importante, per i datori di lavoro, rispettare e far rispettare le norme in fatto di sicurezza, per evitare di incorrere in gravose sanzioni e salvaguardare l’incolumità dei propri dipendenti.

Sapra Sanità offre un servizio di consulenza alle Aziende e ai Datori di Lavoro, ponendosi come partner efficiente ed efficace nella risoluzione dei problemi e degli adempimenti normativi inerenti la materia della Sicurezza nei luoghi di Lavoro. Ad integrazione dei servizi offerti, Sapra Sanità dispone di uno showroom per la visualizzazione e l’acquisto di attrezzature antinfortunistica, dispositivi di protezione individuale, abbigliamento tecnico da lavoro, segnaletica da cantiere, e tutto quello che serve a garantire che le mansioni dei lavoratori vengano svolte in modo sicuro.



Licenza di distribuzione:
Matilde Bandera
Addetta Stampa - Atlantide Audiovisivi srl
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere