SALUTE e MEDICINA

Stress da Covid 19: presidiare la fase post-emergenziale, per evitare problemi alla salute mentale del personale medico-sanitario

June 30 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Boehringer Ingelheim sponsorizza un programma specifico di supporto psicologico per medici e infermieri.

Anche chi aiuta ha bisogno di aiuto. Negli ultimi mesi, caratterizzati dall’emergenza sanitaria da Covid-19, il personale medico-sanitario è stato esposto a livelli di stress altissimo, con grandi rischi per il proprio equilibrio psichico e per il proprio benessere: hanno dovuto gestire molti pazienti contemporaneamente, con risorse essenziali a volte insufficienti per affrontare l'emergenza; sono stati esposti al contagio, molti hanno contratto il virus; hanno avuto paura di infettare le loro famiglie, ecc.

Boehringer Ingelheim Italia, che fin dall’inizio della pandemia, ha dimostrato la propria vicinanza alla popolazione, ai pazienti e a coloro che se ne prendono cura, offrendo il proprio sostegno attraverso diverse iniziative; ha da subito dimostrato sensibilità verso questa problematica, supportando un progetto di supporto psicologico rivolto agli operatori sanitari per rispondere in modo immediato alle richieste di aiuto, attraverso una consulenza specialistica sulla gestione dello stress emotivo in emergenza.

Ora l’azienda ha deciso di continuare questo percorso, sponsorizzando un secondo progetto, realizzato dall’Associazione EMDR Italia, focalizzato su un programma di supporto, nella fase finale e post-emergenziale.

Dopo il momento acuto dell’emergenza, certe esperienze rimangono “ferite aperte”, se non curate con protocolli terapeutici specifici. Seguendo, infatti, i processi normali delle fasi dello stress, è noto che il bisogno di un supporto psicologico specialistico, è ancora maggiore nella fase post-traumatica, quando un soggetto è nelle condizioni di affrontare la propria sfera emotiva. Un supporto psicologico in questo momento, potrà, quindi, facilitare il loro recupero, il ripristino di una serenità lavorativa e della routine quotidiana.

Il progetto si articola in diversi interventi, volti a sostenere il singolo, i gruppi o l’intera equipe di un reparto ospedaliero. Tutti gli interventi sono su base volontaria, aperti a chi avvertisse il desiderio o la necessità di farne ricorso.

Il primo consiste in un supporto individuale telefonico/video. Sono, poi, previsti incontri di “defusing” di gruppo, con l’obiettivo di aiutare gli operatori ad alleviare e gestire gli effetti dello stress e a “decomprimere” la tensione emotiva, elaborando i momenti più traumatici vissuti nell’ambito dell’emergenza Coronavirus. Durante gli incontri si individueranno sia le risorse individuali che quelle del gruppo. Infine, sono previste sedute individuali rivolte in particolare a medici, infermieri, operatori che hanno vissuto la quarantena, che sono stati positivi al virus, che hanno subito dei lutti, che hanno familiari malati, ecc.

Si prevede un periodo di due fasi 2 fasi del post-emergenza: da giugno a settembre e da ottobre a dicembre 2020.


---
Boehringer Ingelheim

Creare farmaci migliori e innovativi per le persone e gli animali è il cuore di ogni nostra attività. La nostra missione è realizzare un progresso nelle terapie, che cambiano la vita. Sin dalla sua fondazione nel 1885, Boehringer Ingelheim è una azienda indipendente e di proprietà familiare; siamo liberi di perseguire la nostra visione di lungo termine, guardando avanti per individuare le sfide del futuro nella salute, puntando su quelle aree di necessità terapeutica, nelle quali possiamo portare il massimo beneficio.

Siamo un’azienda farmaceutica leader mondiale, guidata dalla Ricerca, con oltre 51.000 collaboratori, che ogni giorno creano valore attraverso l’innovazione nelle nostre tre aree di business: Human Pharma, Animal Health e Biopharmaceutical Contract Manufacturing.

Nel 2019 Boehringer Ingelheim ha conseguito un fatturato netto di 19 miliardi di euro ed effettuato significativi investimenti in Ricerca & Sviluppo pari a circa 3,5 miliardi di euro. La nostra R&D è il motore dell’innovazione e ci consente di ottenere farmaci di prossima generazione, che salvano vite e migliorano la qualità della vita stessa.

Con la forza delle collaborazioni e la molteplicità di esperti dell’intera comunità delle scienze per la vita realizziamo rilevanti opportunità scientifiche. Collaborando insieme, acceleriamo la messa a disposizione delle prossime scoperte innovative in medicina, che trasformeranno le vite dei pazienti, oggi e per le generazioni a venire.

Per maggiori informazioni su Boehringer Ingelheim visitate il sito www.boehringer-ingelheim.com o consultate il Bilancio all’indirizzo: http://annualreport.boehringer-ingelheim.com

Associazione EMDR Italia
L’Associazione riunisce i professionisti che si occupano di stress traumatico e di interventi specialistici con EMDR con vittime di traumi psicologici, anche relazionali sia all’interno della famiglia che all’esterno. Le ultime ricerche scientifiche nel campo del trauma indicano l’EMDR come uno dei trattamenti più indicati e importanti per le conseguenze di esperienze traumatiche. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (2013) consiglia l’EMDR - Eye Movement Desensitization and Reprocessing (Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari), come trattamento efficace e con una base scientifica significativa per i problemi legati a stress e traumatizzazione.

Nel 2018, l’Associazione è stata inserita nell’elenco delle Società Scientifiche delle professioni sanitarie, riconosciute dal Ministero della Salute (ai sensi del dm 2 agosto 2017 – Legge Gelli). Con questo riconoscimento EMDR Italia diventa, così, una società scientifica che può contribuire a definire le linee guida, da proporre al Ministero della Salute, per gli interventi in campo psicologico e psicoterapeutico in Italia.




Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere