ARTE E CULTURA

Teatro Alighieri, Ravenna " Winston vs Churchill"

January 15 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Una prova impegnativa di Giuseppe Battiston che incontra il Churchill degli ultimi anni

Al Teatro Alighieri di Ravenna Giuseppe Battiston in:
WINSTON vs CHURCHILL
da “Churchill, il vizio della democrazia” di Carlo G. Gabardini.
E con Maria Roveran.

Regia Paola Rota.

Anteprima Nazionale.

Una prova impegnativa ed importante questa di Giuseppe Battiston che incontra il Churchill degli ultimi anni, nel tempo dei resoconti di una vita, là dove si indaga il mistero dell’uomo e della storia, là dove l'intera sua esistenza è presente e ci parla oggi.
Possiamo dire che questa opera chiude un ciclo, quello aperto da L'ora più buia (Darkest Hour), film del 2017 diretto da Joe Wright, che segue le vicende del Primo Ministro britannico Winston Churchill, interpretato da un grande Gary Oldman, agli inizi della seconda guerra mondiale.
WINSTON vs CHURCHILL nasce da un testo, quello di Carlo Gabardini, di cui conserva interamente il potente senso dell’ironia:
"...meglio fare le notizie che riceverle, meglio essere un attore che un critico..." .

Da una parte dunque c’è un attore come Battiston, che dà voce e corpo a Winston Churchill, primo ministro inglese durante la guerra dal 1940 al 1945 e poi dal 1951 al 1955, uno dei protagonisti della storia del Novecento, noto per aver guidato il Regno Unito alla vittoria nella seconda guerra mondiale e, assieme resta l'attore che ha raccolto negli ultimi anni premi come miglior attore sia al cinema che in teatro (Premio Ubu 2009 per Orson Welles’ roast).
Dall’altra c’è Churchill, che incarna il primato della politica e del coraggio e che, umanamente, è un eccesso in tutto, nel bere, nel fumare sigari, nelle urla ecc..., ma è umano e soffre per il suo fedele gatto come per le vittime di una guerra inesorabile.
Paola Rota inventa una regia attenta ad entrambi, fuori e dentro i tempi della storia.

Accanto a Battiston una prova molto convincente quella di Maria Roveran, attrice già apprezzata negli ultimi anni e della quale è nelle sale la partecipazione al film "Beate", con la regia di Samad Zarmandili.



Licenza di distribuzione:
Maura Capanni
Corrispondente settore cultura - RETERICERCA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere