ARTE E CULTURA

Tina Marzo, nota pittrice, espone dal 24 Gennaio presso la Milano Art Gallery. Ospite il re del fumetto per antonomasia, Giorgio Forattini.

January 8 2015
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Tina Marzo espone alla Milano Art Gallery

La storica galleria milanese "Milano Art Gallery" in via Alessi 11 nel cuore del centro cittadino sta per accogliere una pregevole mostra collettiva dal titolo "International Art Expo" organizzata dal manager produttore Salvo Nugnes, che vedrà la partecipazione di rinomati artisti italiani e stranieri, tra i quali si inserisce la nota pittrice Tina Marzo. L'esposizione verrà inaugurata in data Sabato 24 Gennaio alle ore 18.00 con la presenza d'eccezione del famoso maestro, il re del fumetto per antonomasia, Giorgio Forattini. L'allestimento resterà in loco fino al 13 Febbraio 2015 con ingresso libero per le visite.

Dalla forte passione per il disegno realistico e per la ritrattistica scaturisce la speciale ricerca dedicata alla tecnica dell'anamorfismo tridimensionale. La Marzo realizza raffigurazioni volutamente deformate e distorte ottenendo un'originale formula di illusione ottica dell'immagine riprodotta, che inganna l'occhio e la mente dello spettatore con personaggi, figure e oggetti, che fuoriescono dal quadro entrando in relazione con lo spazio circostante e si ricompongono magicamente in base alla precisa angolazione e inclinazione data alla struttura compositiva d'insieme.

Sullo stile che ne contraddistingue i tratti peculiari della sua espressione pittorica è stato scritto "Nei ritratti dimostra straordinaria capacità di sintetizzare e coniugare l'antico e il moderno in un'accattivante visionarietà contemporanea. La suggestione evocativa della tradizione passa attraverso le tecniche strumentali ed esecutive, con la predilezione per l'uso del bianco e nero, con le loro declinazioni intermedie combinate, che conferisce un'impronta d'insieme dal gusto volutamente anticato e un po' retrò. Inoltre, emerge il rimando ai grandi maestri del quattrocento e cinquecento come Tiziano, Giotto, Leonardo, Giorgione, che hanno studiato e analizzato nel dettaglio l’espressività dei soggetti raffigurati, restituendo la profondità del sentire. L'esplorazione accurata del soggetto viene condivisa con lo spettatore, direttamente e attivamente coinvolto a interagire in una ricerca finalizzata a cogliere il sottile limite posto tra persona, personalità e personaggio. In tal modo, il rapporto tra autore, attore e spettatore viene rafforzato ed esaltato nel tentativo di porre al centro la dimensione di individualità e i suoi differenti e peculiari linguaggi espressivi e comunicativi. Ne deriva una ricca e variegata produzione di -ritratti e immagini animate- sul piano della visione e della rappresentazione, in virtu' dei quali è possibile cogliere e recepire la natura dell'animo, attraverso le pieghe del volto, la vivacità dello sguardo, la forzatura delle espressioni, la contrazione dei lineamenti".

Licenza di distribuzione:
Valentina Rossi
Responsabile pubblicazioni - Agenzia Promoter
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere