GASTRONOMIA

Un’opportunità per esportare l’agroalimentare italiano nel mondo

July 7 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Secondo i dati rilasciati dal Ministero, l’export del settore agroalimentare è in crescita e sono molti i paesi che importano prodotti tipici italiani. Ecco un'opportunità di contatto con gli importatori esteri di food.

Nel 2016 l’export del settore agroalimentare italiano è risultato in crescita, più o meno per tutte le categorie, ma in particolare per i vini.

Ai primi posti tra gli importatori europei ci sono senza dubbio Francia, Spagna, Gran Bretagna e Germania, ma seguono Paesi Bassi, Austria, Polonia e Romania. Per quanto riguarda le categorie di prodotti leader sono senza dubbio vino, pasta, olio extravergine di oliva, ma anche cioccolato, caffè, frutta ed ortaggi, senza dimenticare le granaglie e i cereali.
Amati in tutto il mondo i prodotti italiani tipici rappresentano una vera e propria eccellenza del nostro paese. La grande distribuzione opera già da molto tempo con successo nel settore dell’export, tanto che sono moltissime le aziende italiane che vendono i propri alimenti, vini e specialità gastronomiche nel mondo.
Proporre e vendere agli importatori i prodotti tipici italiani è però abbastanza complesso per tutte quelle piccole e medie aziende italiane che non trovano spazio nei canali della grande distribuzione, a causa della concorrenza e dei costi difficili da sostenere.

Dopo la Guida Vinitaltour – vini italiani in tour - dedicata al meglio della produzione vinicola nazionale, è in arrivo De Gustibus, il catalogo delle eccellenze alimentari italiane, destinato agli importatori esteri, in distribuzione dal prossimo autunno.
Ideato dal Gruppo Editoriale Vannini Italia, il catalogo delle eccellenze alimentari nazionali presenta schede approfondite riguardo alla produzione delle realtà presenti sul territorio e il tipo di lavorazione effettuato.
La guida De Gustibus verrà inviata a tutti gli importatori stranieri europei ed extraeuropei, per favorire la nascita di relazioni e contatti verso nuovi mercati ed incrementare l’export nazionale del settore agroalimentare. Contattare direttamente gli esportatori e le catene della gdo rappresenterebbe per una piccola media azienda infatti una missione costosa e gravosa da un punto di vista delle risorse e del tempo da impiegare.

De Gustibus rappresenta quindi una via privilegiata per la vendita di prodotti tipici italiani nel mondo, poiché mette direttamente in contatto i produttori con gli importatori e i distributori, per far nascere nuove relazioni commerciali. I buyers degli importatori di food ed in generale i food marketer sono ricercati da tutti gli operatori di questo settore così competitivo e per conquistare la fiducia degli importatori è importante rivolgersi a realtà consolidate e specializzate. In questo modo è più semplice valorizzare l’identità specifica di ogni cantina, evidenziare le caratteristiche del territorio ed il tipo di vitigno coltivato, le tecniche di produzione e la quantità di bottiglie prodotte.

De Gustibus verrà inviata ad oltre 15.000 importatori e distributori nel mondo.
Se vuoi diventare un nostro partner ed avere una vetrina dedicata alla tua azienda sulla nostra guida, compila il form sul sito ufficiale e verrai contattato da un nostro responsabile.



Licenza di distribuzione:
Elena Vairani
Ufficio stampa e pubbliche relazioni - Elena Vairani
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere