SALUTE e MEDICINA

Una vela per la rinascita

November 18 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

“Una vela per la rinascita” è il progetto di Mure a Dritta ASD a sostegno di donne che hanno vissuto e stanno vivendo momenti di difficoltà.

“Una vela per la rinascita” è il nuovo progetto di Mure a Dritta ASD a sostegno di donne che hanno vissuto e stanno vivendo momenti di difficoltà.

Giornate in barca studiate ad hoc e dedicate in particolare alle donne che hanno subito interventi/cure per neoplasie o altre patologie invalidanti e a donne vittime di maltrattamenti.

Sarà il Volto della Speranza Onlus, associazione che da 30 anni si occupa di prevenzione e di sostegno ai pazienti oncologici, a garantire insieme a Mure a Dritta ASD la buona riuscita delle diverse attività proposte.


La vela come attività sportiva e momento di condivisione, collaborazione e sostegno reciproco ha ben dimostrato di essere di grande aiuto a chi deve superare un periodo di difficoltà, diventando in questo modo una ulteriore integrazione anche a livello terapeutico.

La vela rappresenta un esercizio moderato e adatto a tutti: che si sia esperti velisti o poco più che passeggeri il fisico viene sempre attivamente coinvolto durante un’esperienza in barca a vela.

Sole, aria di mare e una o più giornate di svago sono preziosi alleati per la salute, a cui si deve aggiungere il momento di apprendimento di una nuova disciplina sportiva e la possibilità di avere a bordo esperti in nutrizione e istruttori di ginnastica/pilates specializzati in riabilitazione e figure altamente specialistiche secondo le tematiche affrontate nel corso delle singole esperienze.

Le barche che verranno impiegate nel progetto “Una vela per la rinascita” sono tutti cabinati a vela, di dimensioni variabili tra i 9 e i 15 metri, adatti ad accogliere comodamente da 4 a 8 ospiti e ideali per l’organizzazione di attività collaterali alla vela stessa.

Si tratta di barche da crociera dotate di spazi esterni e interni e di bagno ampiamente fruibili e organizzati per una vivibilità ottimale.

Intendiamo proporre, nel corso dell’anno 2022, almeno 10 giornate, quattro fine settimana e due settimane corte in barca a vela.

I programmi di “Una vela per la rinascita”
Le veleggiate giornaliere: con partenza dalla base di Marina di Carrara una veleggiata alla scoperta del Golfo dei Poeti dal mare.

Uno skipper esperto saprà fornire alle partecipanti le prime informazioni per comprendere lo sport della vela coinvolgendole nella conduzione dell’imbarcazione. 4-6 ospiti per barca.

La giornata fit: insieme all’equipaggio sarà presente un istruttore esperto in riabilitazione post operatoria che terrà una lezione con esercizi mirati.

La giornata sani e in forma: un esperto in nutrizione a bordo per parlare di cibo, scelta e preparazione degli alimenti perché diventino degli alleati per la salute. La dr.ssa Roberta Tartarini – biologa nutrizionista esperta in alimentazione clinica e applicata – indirizzerà le ospiti verso un’alimentazione appropriata.

Il pranzo a bordo sarà preparato con prodotti a km zero, secondo i principi di una sana alimentazione e con la collaborazione di tutte le partecipanti.

I fine settimana: per piccoli gruppi di 4-6 ospiti per barca (oltre a skipper e un membro dell’equipaggio/professionista), il fine settimana consentirà alle partecipanti di condividere un’esperienza diversa dal solito e di gustare un assaggio di vita di bordo.

La settimana corta: per piccoli gruppi di 4-6 ospiti per barca (oltre a skipper e un membro dell’equipaggio/professionista di sostegno), quattro – cinque giorni di vita in barca a vela, una vera e propria vela-terapia, in cui si potrà beneficiare appieno della vita attiva, dell’aria di mare, del sole e comprendere meglio – grazie al professionista di sostegno – come compiere delle scelte consapevoli per un vivere più sano e sostenibile anche nella quotidianità.

Vivere la barca e il mare significa adattarsi alle condizioni meteomarine, alle necessità delle singole persone che partecipano di volta in volta alle nostre esperienze e in conseguenza di questi (e tanti altri) elementi si costruiscono le singole giornate e si organizzano nel dettaglio tutte le attività.

Ogni esperienza sarà diversa dalla precedente e ogni volta ne resteremo stupiti: un giorno sarà Portovenere a fare da sfondo alle nostre attività, un altro potremmo farci raccontare da un mastro d’ascia la storia di una delle incantevoli barche d’epoca ormeggiate a Le Grazie o, ancora, ammirare i delfini che si divertono a giocare intorno alle nostre barche.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Silvia Landi
Responsabile pubblicazioni - Silvia Landi
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere