SALUTE e MEDICINA

Valdispert (Vemedia Pharma): le proprietà benefiche della Melissa Officinalis

January 25 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La Melissa Officinalis ha numerose proprietà benefiche ed è in particolare un ottimo calmante: grazie alla sua azione sul sistema nervoso, è in grado di ridurre l’ansia e i suoi effetti sull’organismo e sulla psiche umana

Milano, gennaio 2021 – La Melissa Officinalis, anche nota con il semplice nome di melissa oppure di cedronella, è una pianta erbacea simile al limone nel profumo e all’ortica nell’aspetto. Essa è da sempre molto utilizzata in cucina per le sue note aromatiche (è un ottimo insaporitore di carni e si usa tra le altre cose per distillare l’assenzio), ma è soprattutto sfruttata da diversi secoli nell’ambito della fitoterapia, grazie alle sue proprietà benefiche e rilassanti, anti-spasmodiche e sedative, carminative e stimolanti la digestione.

I principi attivi delle foglie della Melissa Officinalis, infatti, vanno ad agire direttamente sul sistema nervoso e producono diversi effetti calmanti e sedativi, sia nel corpo che nella mente: la cedronella è in grado di affievolire i dolori dell’emicrania da stress, di distendere il tratto gastro-intestinale quando è in tensione e di placare l’ansia e favorire il sonno, grazie alla sua azione anti-infiammatoria e anti-spasmodica. Inoltre, essa ha ottimi effetti a livello neurologico anche sulla capacità mnemonica e di attenzione, ed è una preziosa alleata contro alcuni tipi di problemi cutanei, dal momento che la melissa è anche un anti-fungino e anti-batterico con effetti cicatrizzanti.

Come assumere la Melissa Officinalis? È possibile assumerla per via orale, tramite foglie infuse in una tisana o tramite compresse, oppure si può applicare sulla cute, grazie al potere dei suoi oli essenziali o attraverso creme e pomate.

Quando assumere la Melissa Officinalis? La sua assunzione è particolarmente consigliata in caso di problematiche fisiche di origine nervosa come la gastrite, la colite, la nausea, l’emicrania da stress, forti dolori mestruali o la sindrome del colon irritabile, e in presenza di disturbi quali insonnia, ansia generalizzata e depressione.



Licenza di distribuzione:
Carmine Fabrizio
Responsabile pubblicazioni - Sicomunicaweb Srl
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere