EVENTI

Venti anni di relazioni diplomatiche tra Italia e Corea del Nord

January 8 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il ruolo di Giancarlo Elia Valori, l'uomo che può dire di aver visto la Pace da vicino.

Per molto tempo la Corea del Nord è stata considerata un Paese isolazionista e "politicamente solitario"
La situazione cambiò nel gennaio del 2000 quando l'Italia annunciò l'apertura ufficiale delle relazioni diplomatiche con lo Stato asiatico, il Ministro degli esteri Lamberto Dini, decise di riaprire i colloqui con i Paesi che erano stati isolati diplomaticamente dagli USA e dai Paesi del G7.
L'Italia è stato il primo Paese del G7 a stabilire relazioni diplomatiche con Pyongyang.
La vera diplomazia, quella che ottiene i risultati non è cosa da prime pagine dei giornali e nemmeno da social. I nostri media sono molto presi ad alimentare credenze artefatte e liti tra comari, anche per questo, forse, a molti italiani è sfuggito il ruolo di un nostro connazionale (che di diplomazia se ne intende e di relazioni internazionali pure) nel consolidare l'amicizia tra Italia e Corea del Nord e che può ben dire di aver visto da vicino la pace tra le due Coree.
Giancarlo Elia Valori, top manager, già Presidente di Autostrade per l'Italia è infatti l'uomo che era a Pyongyang il giorno prima dello storico incontro tra le due Coree a Panmunjon nell' aprile 2018.

Facciamo un passo indietro, pochi sanno che la “Legion d’Onore” che l’allora presidente francese Francois Mitterand consegnò a Valori è un riconoscimento “guadagnato sul campo”: quando, nel 1988, riuscì a ottenere la liberazione di tre ebrei, sequestrati in Libano tre anni prima, da un gruppo islamico.
A Valori venne chiesto da alcuni autorevoli amici di intercedere presso l’allora Presidente nordcoreano Kim Il Sung, conosciuto nel 1975 in Cina durante l’apertura dell’ufficio di corrispondenza Rai allo scopo di ottenere la liberazione degli ostaggi. Il leader nordcoreano, a seguito dalla richiesta dell’amico Valori, chiese al governo iraniano di esercitare la propria influenza sui sequestratori e, il 5 maggio 1988, Jean Paul Kauffmann, giornalista della televisione francese, Marcel Fontane e Marcel Carton, operatori della stessa emittente, vennero finalmente rimessi in libertà. Solo dieci anni dopo, venuto meno il segreto di Stato, si venne a sapere che questo fu possibile grazie all’intervento di un autorevole cittadino italiano.
Altra data importante: 30 novembre 2017 momento di massima tensione tra Corea del Nord e USA, Ry-Su-Yong Presidente degli Affari Esteri della Corea del Nord, scrive una lettera all'amico Giancarlo Elia Valori nella quale spiega al mondo occidentale le ragioni del suo Paese che, ha sviluppato armi strategiche a garanzia della propria sovranità ma che l'Europa non ha nulla da temere. L'alto diplomatico nordcoreano ribadisce all'amico Giancarlo Elia Valori che l'unica soluzione per uscire dalla crisi è il dialogo sincero con gli americani.

Torniamo ad aprile 2018, Giancarlo Elia Valori è a colloquio coi vertici della Corea del Nord nei giorni precedenti l'incontro di Panmunjon, tra i quali Kim-Yong-Nam Presidente del Presidium dello Stato. Di questa missione vi sono un articolo dello stesso protagonista, un video ufficiale e la documentazione fotografica che esprimono meglio di ogni parola
scritta la considerazione e la stima dei vertici della Corea del Nord nei confronti dell'amico italiano.

Questo breve ma significativo racconto è la testimonianza che alla base di ogni rapporto diplomatico orientato al successo e alla reciproca soddisfazione vi sono la stima e la fiducia. Nei 20 anni di relazioni diplomatiche tra l'Italia e la Corea del Nord vi è anche la firma indelebile di Giancarlo Elia Valori con la sua abilità di tessere relazioni fra le persone indipendentemente da ideologie e religioni dove il valore dell'altruismo è fondamentale come dice lo stesso Valori “La grande risposta morale e politica al terribile, doloroso egoismo delle società contemporanee, è la rinuncia attiva al particolarismo, l'impegno alla solidarietà.”



Licenza di distribuzione:
Adolfo Tasinato
Digital communication specialist - AT
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere