PRODOTTI

WC e ricambi cassette scarico: meccanismi e funzionamenti dei vostri sanitari

December 16 2015
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Guida illustrativa alla comprensione dei meccanismi di funzionamento del WC e dei ricambi cassette scarico per capire dove intervenire in caso di guasto.

Uno degli elementi richiedenti maggior attenzione e manutenzione nel corso del tempo sono sicuramente le cassette del WC a causa del particolare meccanismo funzionale basato sull’ingresso continuo e costante di acqua accumulata nell’area di conservazione prima dell’attivazione dello scarico. Stimando il peso delle riparazioni all’interno del bagno, come zona della casa con sanitari sottoposto ad utilizzo costante, i ricambi cassette scarico rappresentano infatti gli elementi di maggior sostituzione specialmente se non ci si rivolge a rivenditori e prodotti di qualità.

Ma come funzionano esattamente le cassette di scarico?

Per comprendere i motivo dietro la costante rottura dei meccanismi interni e la necessità di dover ricorrere con una certa costanza nell’arco del tempo ai ricambi cassette scarico, è opportuno effettuare una piccola analisi del sistema funzionale che consente ai nostri WC di poter sfruttare lo scarico più e più volte nell’arco della giornata. Il primo dettaglio da conoscere riguarda la capienza, pari a 6/9 litri utili per ottenere il volume d’acqua basilare al fine di produrre un rilascio intenso e continuativo per la durata di ogni scarico, per far ciò la cassetta oltre a vantare una cisterna d’accumulo è provvista di un rubinetto di aggancio alla rete idrica con un sistema di chiusura basato su di un meccanismo a leva.

Uno degli elementi più sfruttati all’interno dei ricambi cassette scarico, pur tenendo conto dell’intera struttura complessiva, risiede nel sistema a leva sopra citato rappresentato da un galleggiante il cui scopo è per l’appunto quello di chiudere lo sblocco dell’impianto idrico in modo automatizzato man mano che la cassetta va riempiendosi. Si tratta di un sistema fondamentale per assicurare il raggiungimento del volume necessario ad ogni singola chiamata dello scarico del WC, subentrando con un rilascio di nuovi liquidi dopo lo svuotamento facendo perno sul tanto semplice quanto articolato meccanismo di leve. Sebbene quest ultimo sia pensato per poter resistere a movimentazioni notevoli nel corso del tempo, i residui di calcare portati dall’acqua possono comprometterne le funzionalità inducendo così all’intervento di riparazione con sostituzione di alcuni elementi, per la maggiore vincolati proprio al galleggiante me non sempre, tra i quali compaiono anche le guarnizioni fondamentali per garantire la chiusura stagna tra le parti sia in entrata che in uscita.

Il meccanismo, come ben evidente dalle spiegazioni fornite, è quindi semplice e non particolarmente complesso eppure il motivo di un ricorso ai ricambi cassette scarico nell’arco del tempo più che alla debolezza strutturale degli elementi meccanici del WC si basa e si lega all’usura eccessiva, calcolando una media di scarichi elevata nel corso delle proprie giornate con una circolazione d’acqua perenne (tra accumulo e scarico) da non sottovalutare. Tutti questi aspetti, oltre che ad indurre ad una maggiore attenzione in caso di rumori e piccoli disturbi facilmente visibili durante l’uso in caso di comparsa, sono utili per comprendere la necessità di rifarsi a materiali di assoluta qualità sia in termini di materiali che prettamente di costruzione al fine di assicurare un utilizzo dei propri sanitari privo d’intoppi, problemi vari ed interventi multipli nel tempo.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere