ECONOMIA e FINANZA

“Welfare aziendale tra opportunità e rischi” Presentati al HR Community Academy Meeting 2013 i risultati dell’Osservatorio Edenred-Doxa

October 2 2013
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Nel corso del HR Community Academy Meeting 2013 svoltosi ieri a Roma, Edenred, inventore del Ticket Restaurant® e protagonista nel mondo dei voucher servizio per le imprese, ha presentato i risultati dell’Osservatorio Edenred-Doxa sul welfare aziendale, dal titolo: "Welfare aziendale tra opportunità e rischi”

Roma, 01 ottobre 2013 - Lo studio ha rivelato con chiarezza come, in uno scenario sempre più caratterizzato dall’attuale crisi economica, il welfare aziendale ritorni nella sua forma più concreta e su misura per le aziende italiane che tendono sempre più a soddisfare i bisogni primari dei propri dipendenti, per supportarli nella vita di tutti i giorni.

Il welfare aziendale in tempi di crisi

I risultati dell’Osservatorio Edenred-Doxa rivelano un ritorno ai servizi primari di welfare: le aziende, a causa del forte impatto della crisi sui cittadini italiani, hanno ridotto i servizi erogati ai dipendenti concentrandosi sulla fornitura dei servizi primari, come l’alimentazione, sotto forma di buoni pasto e mensa aziendale, e altre soluzioni in grado di offrire vantaggi concreti ai lavoratori. Se nel 2011 le aziende fornivano in media 3,2 servizi di assistenza, nel 2013 i servizi si sono ridotti a 2,2. Tra questi, vanno menzionati i Ticket Restaurant, i servizi di mensa aziendali e i servizi alla famiglia.

Dal canto loro, i lavoratori si avvalgono sempre più dei welfare benefit messi a disposizione dalle aziende, in particolare dei buoni pasto, usati dal 90% dei lavoratori e dell’assistenza medica, usata dal 70% dei dipendenti. Alcuni benefit aziendali sono considerati fondamentali e pressoché irrinunciabili: orario flessibile, buoni pasto, servizio di mensa aziendale e assistenza medica. Questi servizi, già forniti dalla maggior parte delle aziende da anni, sono quelli su cui i lavoratori fanno maggiore affidamento.
Lo studio ha evidenziato quali sono i servizi più utilizzati dai lavoratori italiani: al primo posto i benefit alimentati (90%), le agevolazioni sul lavoro (76%), l’assistenza medica e burocratica (70%), i servizi di conciliazione lavoro-vita (56%), le agevolazioni per il tempo libero (55%), i servizi per la mobilità (40%) e i servizi di assistenza per la famiglia (39%).

Esistono poi altre tipologie di benefit secondari di cui lavoratori vorrebbero usufruire, tra questi: il telelavoro, i servizi di trasporto da e per il luogo di lavoro e i servizi per l’infanzia, che al momento vengono erogati dalle aziende solo in misura minore. In generale, lo studio Edenred-Doxa ha evidenziato un allineamento tra i lavoratori e le aziende nel mantenere i servizi di base e ridurre servizi considerati voluttuari, come i benefit cultura e le agevolazioni rivolte al tempo libero.

Un altro aspetto emerso grazie all’Osservatorio Edenred-Doxa è la diffusione della contrattazione integrativa in Italia. Lo Studio ha evidenziato ampi spazi per la sua diffusione: il 55% delle aziende italiane non ha alcuna forma di contrattazione integrativa, situazione riscontrabile per lo più di imprese di piccole dimensioni, appartenenti ai settori dell’artigianato e del commercio.
“In questo momento di recessione economica le aziende si stanno concentrando sui bisogni primari dei propri dipendenti, per contribuire con un aiuto concreto al supporto delle spese familiari”, commenta Monica Boni, Direttore Welfare Benefits e Programmi Sociali Pubblici di Edenred Italia. “Le imprese stanno mostrando un maggiore interesse verso soluzioni in grado di offrire vantaggi concreti in termini di aumento del potere di acquisto dei lavoratori a fronte di un minore costo per l’azienda. Esistono già interessanti agevolazioni fiscali previste dalla normativa, che le aziende italiane devono imparare a conoscere e utilizzare meglio".

Metodologia

Lo studio è stato condotto tramite interviste online (sistema C.A.W.I.) su un campione di 800 lavoratori, di aziende con più di 15 lavoratori, e 335 dirigenti e responsabili HR aziende, tra giugno e settembre 2013.

Licenza di distribuzione:
Grazia Coppola
Responsabile pubblicazioni - FleishmanHillard Italia
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere