HI-TECH

Yooquik, tecnologia avanzata e cura del design nei sensori del nuovo sistema di sicurezza Open Source

May 12 2016
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

13 maggio: al via la campagna di crowdfunding su Kickstarter. Tutto è pronto per il lancio di Yooquik, il nuovo sistema di sicurezza progettato seguendo una filosofia ben precisa: realizzare un dispositivo semplice da utilizzare e da installare, garantendo un elevato livello di sicurezza.

L’idea di Yooquik nasce dal bisogno personale di mantenere in sicurezza la propria abitazione quando si è lontani e di poterla controllare facilmente con il proprio smartphone. La volontà di progettare un prodotto integrabile con altri sistemi e personalizzabile dall’utente ha determinato la scelta di renderlo Open Source e compatibile con Arduino.

Ma la vera novità è nella nuova visione della sicurezza e in generale dell’automazione: proteggere gli ambienti con semplicità a partire dall’installazione. La visione Open Source del sistema permette di personalizzare completamente i dispositivi e di integrarli con altre tecnologie aperte: non più sistemi proprietari che limitano la scelta delle soluzioni in base all’offerta di un unico produttore.

Ecco le principali caratteristiche di Yooquik:
• unico sensore di nuova generazione per porte, finestre, persiane e tapparelle, gestito da un microcontrollore a bordo
• reale misurazione del flusso magnetico e delle accelerazioni subite dall’infisso lungo le tre direzioni: nessuna semplice lettura aperto/chiuso come avviene per i sensori di tipo tradizionale. Addio falsi allarmi!
• centrale di allarme realizzata con un tablet o smartphone (iOS o Android) collegato ai sensori tramite bluetooth
• notifiche push su smartphone per essere sempre informati sullo stato dell’impianto di allarme
• controllo da remoto con l'App gratuita per iOS e Android: tutto è disponibile sul cloud dedicato
• controllo tramite Telegram
• flusso video delle telecamere IP visibile direttamente dall’App
• sensore disponibile in più colori
• installazione in pochi minuti, in autonomia senza alcun intervento da parte di tecnici specializzati.

Yooquik strizza l’occhio anche alla dimensione estetica: il sensore Yooquik unisce la funzionalità al design in un dispositivo piacevole da guardare, colorato, non più un oggetto “anonimo” da nascondere.
Durante la campagna di crowdfunding saranno inoltre disponibili alcune cover dipinte a mano con aerografo in edizione limitata.

La campagna Kickstarter (visibile in anteprima all’indirizzo bit.ly/yooquik) che partirà il 13 maggio mira a raggiungere due diversi utilizzatori: il maker, che prima di tutti potrà disporre del dispositivo per iniziare a sperimentarlo autonomamente, e l’utente finale che successivamente potrà disporre del prodotto pronto all’uso, da installare in autonomia con pochi e semplici gesti.

Con Yooquik niente è casuale o approssimativo. Tutto è frutto di ricerca tecnologica, di creatività e di desiderio di innovazione.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere