HI-TECH
Articolo

A cosa serve la camera bianca nel recupero dei dati da hard disk

La camera bianca è un ambiente da cui sono stati eliminati tutte la particelle contaminanti utilizzata per la realizzazione e la riparazione dei dischi rigidi

FotoSiamo circondati in ogni momento da particelle, inquinanti e contaminanti, che sono invisibili ad occhio nudo. Fortunatamente, la stragrande maggioranza di esse non è pericolosa per le persone ed è estremamente improbabile che causino danni. Sfortunatamente, lo stesso non si può dire per i dischi rigidi dei computer.

Più nello specifico, è solo il piatto dell'unità stessa che è sensibile a queste impurità, motivo per cui questo è protetto dal guscio esterno del disco rigido stesso. Aprire il disco rigido di un computer in una normale stanza lo rovinerebbe in pochi istanti a causa della polvere presente ovunque.

Qualora si rendesse necessario aprire l'unità, ad esempio per riparare parti danneggiate o recuperare dati, è essenziale che ciò avvenga in un ambiente controllato per evitare che l'unità si danneggi irreparabilmente. È qui che entrano in gioco le camere bianche, una delle strutture più importanti necessarie per il ripristino dei dati da un disco rigido guasto .

Queste stanze sono straordinariamente pulite, luminose e sono utilizzate esclusivamente da tecnici in camici, mascherine chirurgiche e guanti. Non sembrerebbero fuori posto sul set di un film di fantascienza. Usano filtri e ventilatori ad alta tecnologia per escludere le particelle dall'aria prima che entri nella stanza e inoltre la fanno ricircolare continuamente per rimuovere eventuali contaminanti che potrebbero essersi sviluppati nella stanza stessa.

È importante che queste particelle siano tenute lontane da un disco rigido aperto poiché inevitabilmente troveranno la loro strada sui suoi piatti. Questi non possono essere rimossi nella loro interezza in seguito a ciò e, poiché inevitabilmente rimarranno intrappolati tra le teste dell'unità e il piatto quando si utilizza l'unità, uno strato del piatto verrà letteralmente distrutto dall'effetto abrasivo causato, distruggendo così completamente i dati in esso contenuti e rendendone assolutamente impossibile il recupero. Proprio come la documentazione fisica bruciata o distrutta, cessa di esistere in qualsiasi tipo di formato leggibile.

L'aria intorno a noi ha, in media, 35 milioni di particelle per metro cubo. Le camere bianche, tuttavia, possono ridurlo a un misero 12 particelle. Le particelle che possono trovare la loro strada in una camera bianca sono anche significativamente più piccole di quelle che ci circondano nella vita di tutti i giorni e quindi, anche nel caso in cui si trovasse sul piatto di un disco rigido, sarebbero troppo piccole per essere catturate tra il piatto e la testina di scrittura e di conseguenza non sarebbe in grado di danneggiare l'unità.

Quindi, se hai bisogno di riparare il tuo disco rigido, assicurati che l'azienda che se ne occuperà abbia accesso a una camera bianca. In caso contrario potresti perdere i tuoi dati per sempre.



Licenza di distribuzione:
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
Cristian Frialdi
Responsabile account:
Cristian Frialdi (Responsabile pubblicazioni)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere