SALUTE e MEDICINA
Comunicato Stampa

Dal 13 al 15 Maggio 2022 a Riccione, Palacongressi, il XII Co - Società Italiana di Medicina d’Emergenza-Urgenza

I saluti istituzionali

Dal 13 al 15 Maggio 2022 a Riccione, Palacongressi, il XII Co - Società Italiana di Medicina d’Emergenza-Urgenza.

Il saluto del Past President SIMEU

"Un appuntamento che riveste una grandissima importanza per il momento storico che stiamo attraversando, legato alla recente epidemia e pandemia Covid, che ha messo a dura prova il SSN e in particolare il Sistema di Emergenza-
Urgenza e quindi i Pronto Soccorso ed il 118 con tutti i loro operatori e professionisti.
La crisi emergenziale ha tristemente messo in evidenza criticità organizzative e strutturali, cui si è sopperito con lo spirito di abnegazione.
Per queste e molte altre ragioni emerge la particolare importanza di questo Congresso e la necessità di un’ampia partecipazione per fare gruppo, scambiarsi le esperienze, far sentire la propria voce e richiedere con forza delle risposte condivise.
Con questo spirito e per dare vigore alla Medicina di Emergenza-Urgenza e quindi ai Pronto Soccorso e a tutte le unita operative MEU dobbiamo serrare i ranghi per dare un segno di compattezza e forza alla nostra Società Scientifica di riferimento: la
SIMEU.
Auguri di cuore di buon lavoro a tutti i partecipanti e a tutti gli operatori dei Pronto Soccorso e 118 Italiani" ((Salvatore Manca, Past President SIMEU).

Il saluto del Presidente del Comitato Scientifico

 "Finalmente è arrivato il momento del Congresso Nazionale!
L’ultimo congresso nazionale si è tenuto a Roma nel 2018, da allora molte cose sono accadute. Una pandemia stava per travolgerci,
ma la resilienza del “Popolo dell’Urgenza” ha permesso la tenuta del sistema Inutile nasconderci, gli operatori della Medicina di Emergenza-Urgenza hanno dovuto soddisfare i bisogni dei cittadini, e non solo sanitari, senza un attimo di tregua.
Le ondate successive della pandemia hanno messo a dura prova il sistema.
Tutto era organizzato perfettamente a livello territoriale, ma quando venivano superati i limiti organizzativi, tutti si rivolgevano al pronto soccorso.
La pandemia ha accentuato i limiti del sistema sanitario attuale, basato su concetti troppo datati. La Società è cambiata, la Medicina di Emergenza-Urgenza è stata costretta a cambiare su pressione dei nuovi bisogni sanitari della popolazione,
l’ospedale è ancora regolato da logiche del 1900. Grandi sono le aspettative per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), tuttavia la maggior parte delle risorse sono per grandi investimenti territoriali, con la speranza però che non tutto sia
vanificato dalla visione ospedale centrica della popolazione e non solo.
Dovremmo essere tutti sulla stessa barca, sperando di non essere sul Titanic, e quindi classi differenti, ma non sempre si ha la percezione che tutti abbiamo gli stessi obiettivi.
Il mondo dell’emergenza-urgenza ha il dovere di rispondere ai bisogni sanitari della popolazione, ma le istituzioni hanno il dovere di orientare e regolamentare la richiesta dei cittadini, affinché il sistema sanitario sia efficiente e sostenibile in tutte le sue
numerose componenti.
Il nostro Congresso Nazionale, grazie anche alla tua partecipazione, aiuterà concretamente a sviluppare una visione condivisa del futuro" (Francesco Rocco Pugliese, Presidente del Comitato Scientifico).

Licenza di distribuzione:
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
UFFICIO STAMPA RETERICERCA
Responsabile account:
Giamcarlo Garoia (CORRISPONDENTE)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere