GASTRONOMIA
Comunicato Stampa

GIOIA E LUNA i Vini dell'estate di Villa Santo Stefano, per la prima volta BIO

La tenuta di Lucca presenta il suo monovitigno Vermentino e il rosé blend di Sangiovese e Merlot. Due etichette giovani e fresche e da quest’anno certificate biologiche da stappare durante la stagione più calda

fonte ufficio stampa ZEDCOMMDal cuore della Toscana, due vini freschi e spensierati da gustare durante tutta la stagione estiva: Villa Santo Stefano presenta i suoi Gioia, monovitigno Vermentino, e Luna, rosé da uve Sangiovese e Merlot.

L’azienda agricola della Lucchesia, votata fin dalla sua nascita alla produzione di grandi vini rossi tipici di questo territorio, si prepara all’estate con due etichette dalla beva piacevolissima, che raccontano il terroir toscano in modo giovane e immediato. Due vini che per la prima volta vengono presentati sul mercato con la certificazione biologica ICEA. Dietro ad ogni bottiglia rimane immutata l’impronta attenta e rigorosa del proprietario, l’imprenditore tedesco Wolfgang Reitzle, affiancata dall’approccio appassionato della moglie Nina Ruge, che nei nomi dei vini ha impresso le sue emozioni.

Gioia è un vino bianco dall’aroma fruttato ottenuto esclusivamente da uve Vermentino, tipiche della Toscana. L’esposizione del vigneto a sud e la vicinanza al mare (le spiagge della Versilia distano circa 20 km) creano un microclima straordinario, che conferisce al vino un aroma unico. Le uve subiscono una leggera macerazione di qualche ora prima di essere vinificate in bianco e donano un vino bianco dal bouquet armonico, fruttato, leggero, dalle sfumature minerali.

Luna è un rosé blend con uve 50% Sangiovese e 50% Merlot, accuratamente selezionate e vendemmiate a mano. Dopo la vinificazione, il vino rimane in acciaio fino alla fine di febbraio dell’anno successivo prima di essere imbottigliato. Alla vista si presenta di un colore rosa provenzale, al naso è pulito e fresco con profumi che ricordano la pesca bianca, la fragola e buccia di mela rossa. La beva è piacevole e nel finale gradevolmente rinfrescata dal frutto bianco.



---
VILLA SANTO STEFANO

Villa Santo Stefano è la scelta di Wolfgang Reitzle che, dopo molti anni come manager delle più importanti case automobilistiche in Europa e negli USA, ha scelto di produrre il suo vino e il suo olio in Lucchesia. Reitzle, nato vicino Neu-Ulm in Germania, fin da bambino passava in Italia le sue estati con la famiglia. La passione per la Toscana lo ha portato ad acquistare Villa Santo Stefano con la moglie Nina Ruge, noto volto televisivo in Germania e scrittrice di best seller, e a trasformarla in un’azienda agricola dedita alla produzione di olio e vino, che accoglie anche uno spazio dedicato all’ospitalità. Principio fondante di Villa Santo Stefano è una gestione tecnologica e attenta all’ambiente. A partire dal 2022 l’azienda alleverà 18 ettari totali di vigneto suddivisi tra Lucchesia e Maremma, per un totale di circa 60.000 bottiglie di vino prodotte, accanto a 5 ettari di uliveto per 1.500 litri di olio extra vergine.



Licenza di distribuzione:
Photo credits: fonte ufficio stampa ZEDCOMM
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
Marketing Journal
Responsabile account:
Mariella Belloni (Vicecaporedattore)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere