CORSI
Articolo

Laurea in fisioterapia: sbocchi occupazionali, vantaggi e come ottenerla online

21/01/22

Oggigiorno, la laurea in fisioterapia è una delle più apprezzate nel settore del benessere e della cura della persona. Decine e decine di giovani intraprendono questa avventura nella speranza di lavorare in un campo che gli appassiona e trovare la propria collocazione nel mondo del lavoro.

FotoMa quali sono gli sbocchi occupazionali di una laurea in fisioterapia? Si può ottenere anche online? Vediamo brevemente qual è il percorso di questa laurea e quali sono i vantaggi di frequentare un corso di studi di questo tipo. Conviene laurearsi in fisioterapia?

La laurea in fisioterapia è un percorso di studi come molti altri, caratterizzato dalla formula 3+2 oppure dalla versione magistrale della durata di 5 anni. Durante il corso, sarà necessario anche affrontare un percorso di tirocinio formativo.

Uno degli aspetti più interessanti di questa tipologia di laurea è che può essere frequentata comodamente online senza recarsi presso un ateneo. Oggigiorno sono decine e decine i corsi di laurea online e fisioterapia è uno di questi. Le lezioni si svolgeranno in videocall, così come gli esami. Anche in questo caso, però, potrebbe essere previsto un periodo di tirocinio obbligatorio.

Gli sbocchi occupazionali di fisioterapia

Il fisioterapista non è altro che un operatore sanitario che si occupa della riabilitazione delle funzioni motorie ed eventualmente incide anche sui difetti di postura.

Dopo la laurea, il fisioterapista può trovare impiego in diverse circostanze. Alcune di queste sono le ASL, strutture cliniche private, centri di riabilitazione, palestre, case di cura, etc. Ma non solo.

Infatti, nel ruolo di fisioterapista puoi specializzarti in diversi campi, diventando il migliore. Ad esempio, se ami lo sport, una buona opzione è quella di diventare un fisioterapista sportivo in maniera tale da essere sempre a contatto con sportivi di qualsiasi disciplina.

Diverso è il ruolo di fisioterapista in RSA e in case di cura che avrà come “clienti” anziani e disabili. Si tratta di un lavoro diverso ma che presenta importanti soddisfazioni personali sia dal lato professionale che umano.

Un altro ruolo è quello del fisioterapista ricercatore che si occuperà di trovare dei trattamenti innovativi e nuove forme per trattare i problemi dei pazienti. Infine, potresti assolvere il ruolo di fisioterapista anche in palestre e in centri benessere.

Quanto guadagna un fisioterapista?

Sebbene sia vero che si dovrebbe svolgere il proprio lavoro per passione e con entusiasmo, la parte economica è sicuramente un aspetto interessante. Quanto guadagna un fisioterapista? Lo stipendio di questa tipologia di professionista varia in base al livello di esperienza e della struttura. Generalmente, si possono guadagnare 1500 € in media.

Ad esempio, un fisioterapista alle prime armi potrà guadagnare inizialmente 1200 €. Con il passare degli anni si potrebbe arrivare anche fino a 2000 €. Invece, un fisioterapista che lavora in uno studio avviato o in qualità di libero professionista può raggiungere l’interessante cifra di 3000 €.



Licenza di distribuzione:
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
Alternative Web di Marcello Monicelli
Responsabile account:
Marcello Monicelli (titolare)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere