SOFTWARE
Articolo

Recensione Arkanoid per Xbox 360

07/05/09

Tra i Videogiochi Xbpx 360 marchiati XLBA figura arkanoid, un vecchio ma appassionante videogioco della Taito. Ecco la recensione...

Nei videogiochi per Xbox 360 la sigla xbla è acronimo di Xbox live arcade e indica un mercato operato da Microsoft dove si ha la distribuzione per via digitale di vari titoli. La Taito, famosa industria nipponica del settore, ripropone alcuni dei suoi vecchi ma gloriosi videogiochi su Xbla, si è parlato di Space Invaders Extreme e adesso parliamo di Arkanoid che è un famoso videogioco del 1986 e che era il seguito di Breakout rilasciato dieci anni prima. La differenza tra arkanoid e breakout era nella veste grafica e nella caduta di pillole energetiche che permettevano di modificare il proprio aspetto con l'acquisizione di svariati poteri. La trama fondamentale si basa sul riuscire a distruggere un muro fatto di mattoni mediante una pallina che rimbalza e che bisogna continuare a pararla quando è diretta verso di noi pena la perdita di una vita.

Se ci pensiamo, dal 1986 ad ora, siamo nel 2009, sono passati ben 23 anni e c'è stata un'evoluzione tecnologica impressionante. La tecnologia di allora non permetteva di avere videogiochi complicati e allora la velocità d'esecuzione era quello che rendeva il gioco difficile ma al tempo stesso entusiasmante. Usare una macchina come la Xbox 360 per farci girare sopra videogiochi come Arkanoid può sembrare uno spreco ma se si tiene conto della possibilità di confrontarsi con un altro giocatore mediante la funzione multiplayer allora il gioco si fa interessante. Inoltre in questa versione è stata aggiunta una specie di barriera che rimbalza le palline verso il muro che non siamo riusciti a prendere, questa barriera si deteriora ogni volta che viene colpita fino a sparire del tutto e a questo punto ogni pallina mancata è una vita persa.

La difficoltà di convertire questo videogioco era data dal tipo di controllo usato: se l'uso di bottoni può essere facilmente replicato con il movimento dei bastonicini del controller Xbox una manopola che ruota in un campo di 330° non lo è. La Taito sapeva questo. La soluzione è stata trovata nell' usare i bottoni del controller per raddoppiare la velocità di spostamento e, anche se la manopola è meglio, il fatto di avere la barriera citata prima rende il videogioco più giocabile. Gli scenari grafici in sottofondo e le musiche tecno che accompagnano le nostre partite rendono il videogioco ancora più piacevole.

La mancanza del potenziometro che si ruotava in un verso o nell'altro, tipico dei videogiochi degli anni 80, si farà sicuramente sentire in questa versione di arkanoid in quanto i movimenti saranno sicuramente meno precisi. Teniamo conto che però con il tempo si sviluppa una propria abilità nell'uso del controller Xbox in questo modo e poi la maggiore difficoltà di gioco non eclisserà certo la nostra bravura in quanto anche gli altri avranno problemi simili. E' nato un grande portale, che tratta temi come il problema delle tre luci rosse e l'homebrew, e che puoi visitare con il seguente link:



Licenza di distribuzione:
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
Flaminio Ranzato
Responsabile account:
Flaminio Ranzato (Responsabile pubblicazioni -vicepresidente )
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere