VARIE

Despar dona dodicimila euro alla Città della Speranza

July 13 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Frutto della vendita delle colombe pasquali in alcuni supermercati del Veneto, sosterranno il lavoro di ricercatori e medici. Donà (Despar): “Siamo impegnati a restituire valore al territorio e alle comunità in cui operiamo”.

Negli anni sessanta, la medicina riusciva a salvare il 30% dei bambini ammalati di leucemia: grazie alla ricerca, oggi la percentuale di guarigioni è salita all’85%. L’obiettivo del 100% è vicino, ma per raggiungerlo è necessario sostenere ancora il lavoro di medici e ricercatori.
È questo il senso della donazione di 12.165,29 euro che Aspiag Service (Despar Nordest) ha consegnato giovedì 12 luglio a Franco Masello e Stefania Fochesato, rispettivamente Presidente e Segretario della Fondazione Città della Speranza.
Per il marchio con l’abete erano presenti Valentina Sarti (area Marketing / CSR) e Giuditta Michieli (category manager dolciario).
L’importo è frutto della vendita delle colombe in confezioni personalizzate Città della Speranza, in alcuni supermercati Despar, Eurospar e Interspar del Veneto, durante le ultime festività pasquali. I dolci erano a scaffale a dieci euro al pezzo, e l’intero ricavato è stato donato alla Fondazione.
Fabio Donà, direttore marketing di Despar: “La generosità con cui i nostri clienti hanno risposto a questa iniziativa ci consente una volta di più di supportare la preziosa attività di Fondazione Città della Speranza. Ne siamo felici, perché il sostegno alla ricerca e alle attività di cura è parte fondamentale del nostro impegno a restituire valore al territorio e alle comunità in cui operiamo”.

Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere