ECONOMIA e FINANZA

Efficienza energetica in azienda: in Veneto 12 milioni a disposizione

June 5 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Contributo a fondo perduto del 30% fino a 150'000 euro per le aziende Venete che investiranno in progetti di efficienza energetica e nell'installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabile quali il fotovoltaico e la cogenerazione ad alta efficienza.

E' stato recentemente pubblicato il bando della Regione Veneto a favore delle aziende che vogliono investire in efficienza energetica.
Si tratta di un fondo perduto che copre il 30% dei costi relativi a questi interventi ed più in particolare agli interventi che consentano di aumentare l'efficienza energetica e riduzione delle emissioni di gas climalteranti delle PMI del Veneto.

Questo obiettivo deve essere raggiunto attraverso l'installazione di impianti produttivi ad alta efficienza, di sistemi e componenti in grado di contenere i consumi energetici nei processi produttivi o attraverso dei sistemi che consentano l'utilizzo di energia recuperata dai cicli produttivi.
Il finanziamento a fondo perduto può essere concesso anche per interventi definiti “soft” quali, ad esempio, l’installazione di sistemi per la gestione e il monitoraggio dei consumi energetici.
Sono allo stesso modo compatibili con questo bando gli interventi che puntano al miglioramento delle prestazioni energetiche degli immobili delle azienda.

Ed infine possono essere finanziati attraverso questo bando gli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili destinati all'auto consumo quali impianti fotovoltaici e impianti di cogenerazione ad alto rendimento.
Come già evidenziato si tratta di un bando destinato alle Micro, Piccole e Medie imprese che abbiano unità operativa in veneto. Il contributo massimo richiedibile e di 150'000 euro mentre la soglia minima di accesso è un contributo di almeno 30'000 euro

La partecipazione al bando prevede tre fasi distinte: la prima è la valutazione ante intervento del fabbisogno energetico annuo dell'azienda, la successiva è l'elaborazione e sviluppo del progetto di contenimento dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti ed infine l'ultima fase consiste nella valutazione post intervento di raggiungimento dell’obiettivo di progetto nonché di risparmio energetico e di riduzione di emissioni di gas climalteranti.

I progetti verranno valutati e classificati secondo la qualità tecnica valutando il miglio rapporto tra il costo dell'intervento e i risparmi energetici conseguibili.

Tutti i progetti devono essere presentati entro il 31 Luglio 2017

Visti i tempi estremamente ristretti e la valutazione su base tecnica, occorrerà evidentemente rivolgersi a operatori che possano gestire tutte le fasi, dalla diagnosi energetica, allo studio del progetto di efficientamento alla presentazione del bando.

Per ulteriori informazione e per scaricare il bando potete fare riferimento al link che trovate in fondo all'articolo.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Franco Rasotto
Project Finance Manager - ReteAgevolazioni.it
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere