ECONOMIA e FINANZA

Fidereveuropa celebra a Firenze 40 anni di storia fiducia e buone pratiche

November 16 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

a Fidereveuropa S.p.A. società fiduciaria fondata nel '78 a Firenze da un gruppo di professionisti, con oggi al vertice un team di donne, celebrerà il 15 novembre presso l'Associazione degli Industriali , la propria storia aziendale organizzando, in collaborazione con la Fondazione e l'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili, un convegno sul tema Trust tra teoria e pratica

La Fidereuropa è una società privata la cui attività, autorizzata con Decreto dal Ministero dello Sviluppo Economico, nasce nel '78 con il compito di amministrare beni per conto terzi, innestandosi in un contesto professionale gestito fino ad allora solo dalle fiduciarie di emanazione bancaria. Gli attuali soci di Fidereveuropa hanno portato avanti l’attività dei fondatori, mantenendo la connotazione non bancaria della Società, che consente alla stessa, libera da ogni vincolo di appartenenza a qualsiasi istituto bancario, di fornire i propri servizi con la massima riservatezza e di operare con elasticità nell’ambito fiduciario

Oggi lo staff Fidereveuropa è costituito in massima parte da donne: ai vertici troviamo due donne il Presidente, l’Amministratore Delegato e tutte le dipendenti). Esso rappresenta un gruppo di lavoro unito e affiatato, sollecito nel cogliere le opportunità che l’evoluzione della normativa e la globalizzazione dei mercati consente, preciso nell’aggiornamento delle nuove normative che si sono succedute freneticamente nel tempo. Il nostro lavoro dice Elsa Poggiali Amministratore Delegato e unica donna membro del Comitato Direttivo di Assofiduciaria “è una costante tavola rotonda in cui tutti insieme, dipendenti e dirigenti, ci confrontiamo e mettiamo a disposizione le nostre conoscenze e capacità per cercare di risolvere i problemi che giornalmente si presentano”

La società è stata forse prima in Italia a credere nella responsabilità sociale nei confronti dei propri dipendenti; quando ancora non si sentiva parlare di welfare, alle collaboratrici è stato accordato il part time alla nascita del primo figlio, permettendo loro di conciliare la vita familiare e lavorativa.

Questo ha contribuito a mantenere un legame profondo tra la società e le collaboratrici ed è servito a non disperdere la professionalità e le capacità acquisite nel tempo; prova ne è che a tutt’oggi le stesse persone continuano a far parte dell'organico aziendale.

La sensibilità di questo pool di donne ha voluto proiettare il proprio impegno anche nell'organizzazione dei festeggiamenti del quarantennale Infatti la Fidereveuropa ha organizzato in collaborazione con la Fondazione e l'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti Contabili di Firenze: un convegno sul tema il Trust interno tra teoria e pratica. Due esperti relatori tratteranno l'argomento Angelo Busani notaio in Milano e Raffaella Sarro avvocato in Milano.

Il Trust è uno strumento ancora poco conosciuto, per molti aspetti travisato da coloro che ravvisano in questo istituto un modo per sfuggire al fisco, ai creditori o un escamotage per aggirare la normativa sul diritto ereditario. “Non ci occuperemo di situazioni ai limiti della legalità” ci dice Vincenzo D'Isanto commercialista e tra i fondatori della Fidereuropa. Il Trust è uno strumento giuridico anglosassone, regolamentato in Italia con la ratifica di una Convenzione dell'Aja dell'85 e ha come finalità quella di separare dal patrimonio di un soggetto, dei beni che il "disponente" mette a disposizione di altro soggetto " trustee" per il perseguimento di determinati interessi a favore di determinati beneficiari o per il raggiungimento di un particolare scopo.

Aggiunge ancora Elsa Poggiali che "il Trust è uno strumento utile, per esempio, a garantire il futuro nel caso di figli minori, ma potrà anche - per le famiglie con congiunti disabili, che intendono dare loro un futuro certo - è un modo con il quale realizzare gli scopi della Legge “Dopo di noi” (Legge 112 del 22 giugno 2016 , la costituzione di un fondo e un trustee per amministrarlo, potrà assicurare un futuro dignitoso ai congiunti disabili i quali avranno chi garantirà loro assistenza e cura”

Gli argomenti sul tappeto sono di tutto rilievo; in un contesto lavorativo ad appannaggio maschile, in argomenti fiscali, finanziari, patrimoniali si vedono donne protagoniste, attente e sensibili. Una leadership esercitata con rispetto e attenzione ha permesso a queste donne di abbattere il “soffitto di cristallo”
Al termine dei lavori si brinderà a questi importanti risultati



Licenza di distribuzione:
Antonella Anniotti
Addetta Stampa - Fidereveuropa spa
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere