AZIENDALI

Helbiz compra MiMoto e punta al Nasdaq

August 11 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Helbiz compra MiMoto e diventa leader nel campo della Sharing Mobility elettrica. Si stima che l’accordo abbia un valore di circa 10 milioni di dollari.

Helbiz compra MiMoto e si propone così di diventare uno dei maggiori player nel campo della mobilità elettrica. La statunitense Helbiz, infatti, è una delle prime società ad aver lanciato lo sharing del monopattino elettrico mentre MiMoto è il leader italiano nello sharing di scooter elettrici. L’unione dei due gruppi darebbe vita a un player in grado di fornire in sharing un’ampia gamma di mezzi elettrici (biciclette, monopattini e scooter) con operatività in free floating (noleggi privi di stalli per il ritiro e la riconsegna).

A ufficializzare l’operazione il 6 Agosto 2020 è direttamente Salvatore Palella, CEO e founder di Helbiz, con un post su Linkedin.

Per ora l’accordo di acquisizione è condizionato alla prossima Ipo di Helbiz sul Nasdaq americano. Secondo indiscrezioni, l’accordo avrebbe un valore di circa 10 milioni di dollari (una parte cash e una parte in azioni).




Helbiz e MiMoto


Helbiz, fondata a New York nel 2016 da Salvatore Palella, è una start up statunitense attiva nel campo della Sharing Mobility elettrica. Attraverso il noleggio di monopattini e bici a pedalata assistita, si pone, nel campo della micromobilità, come la soluzione per percorrere il primo o l’ultimo miglio. Helbiz ha sede a New York e ha uffici a Milano, Belgrado e Singapore. I suoi servizi sono attivi invece in Italia, Spagna, Francia, Serbia e USA. Ha una flotta di 7.000 monopattini e 3.000 biciclette a pedalata assistita.

MiMoto, fondata a Milano nel 2015 da Vittorio Muratore assieme a Alessandro Vincenti e Gianluca Iorio, è una start up italiana attiva, anch’essa, nel campo della Sharing Mobility elettrica, ma attraverso lo sharing si scooter elettrici. E’ presente a Milano, Torino e Genova. Di recente il servizio è stato attivato fra i comuni di Rapallo, Portofino e Santa Margherita Ligure. Ha una flotta di 1000 scooter elettrici, free floating e senza chiavi. Tramite app si localizza e prenota l’eScooter più vicino e una volta terminata la corsa lo si lascia dove si vuole.

Helbiz nel 2018 aveva raccolto 38,64 milioni di dollari con una ICO (white paper), nell’Agosto 2019 un altro round da 7,18 milioni di dollari e a Ottobre 2019 la cinese Forever Sharing ha investito 8 milioni di dollari attraverso la fornitura di 20000 biciclette a pedalata assistita, ricevendo in cambio azioni pari al 5 % del capitale sociale di Helbiz.

MiMoto ha ricevuto di recente un investimento di 2 milioni di euro. Tra gli investitori si annoverano imprenditori italiani come Federico Grom e aziende come Newen e Mobility Up.

L’unione delle due aziende porterà a una flotta complessiva di 7.000 monopattini, 3.000 biciclette a pedalata assistita e 100 scooter elettrici.



Verso un’unico gruppo


Il primo step prevede che la flotta complessiva sia presente su entrambe le app già dalle prossime settimane. Probabilmente, il passo successivo sarà quello di unificare entrambe le app in una sola. Nei prossimi mesi, invece, il ruolino di marcia prevede che la piena integrazione di entrambe le aziende si concretizzi entro la fine dell’anno in concomitanza con la quotazione al Nasdaq.

Se l’intera operazione si concluderà con successo il gruppo che nascerà avrà i numeri, la tecnologia e la liquidità necessaria per rendere scalabile il proprio business e concretizzare i progetti di espansione su scala globale.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere