ECONOMIA e FINANZA

I 18 anni del Facility Management italiano

November 10 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente
CORRELATI:

La 18a edizione del Facility Management Day, tenutasi l’8 novembre a Milano, testimonia l’ascesa di un settore in continua crescita, pronto a giocare un ruolo di primo piano nel processo di sviluppo delle città e delle imprese.

Milano, 9 novembre 2017 – L’8 novembre il Palazzo delle Stelline di Milano ha ospitato la 18a edizione del Facility Management Day. L’appuntamento di quest’anno ha segnato un momento di passaggio fondamentale non solo per l’evento organizzato ogni anno da IFMA Italia, ma anche per l’intero settore della gestione strategica di immobili e servizi.

L’edizione dell’anno scorso aveva infatti fatto registrare numeri da record e fotografato un mercato non solo pronto a compiere il salto di qualità, ma in cerca di nuovi orizzonti dove realizzare il proprio potenziale.
Il FM Day 2017 ha in primo luogo confermato, e addirittura superato, i numeri dell’anno scorso. Ma, al di là dei numeri, l’immagine di un settore che ha pienamente raggiunto l’età adulta è risultato evidente dai contenuti degli interventi che hanno animato questa giornata di lavori. Le otto conferenze della giornata hanno infatti mostrato un Facility Management perfettamente allineato con le esigenze di tutte le organizzazioni, pubbliche e private, e pronto a offrire un supporto fondamentale alle sfide che accompagneranno la rivoluzione industriale 4.0.

Il convegno d’apertura, in particolare, dedicato alle leve più efficaci per aumentare la competitività delle organizzazioni, e la conferenza dedicata al Facility per la città hanno mostrato come un concetto avanzato di gestione del servizio, promosso da anni dal mondo del FM, sia ormai entrato a far parte del linguaggio comune e delle strategie gestionali delle più avanzate organizzazioni private e amministrazioni pubbliche. L’idea, ad esempio, di un servizio che nasce modellandosi sulle esigenze delle persone e che deve essere realizzato coordinando alla perfezione più soggetti per realizzare un obiettivo comune. E che ha nell’utente finale, sia esso il cittadino o il cliente interno di un’azienda, il giudice ultimo.

“Un segreto fondamentale per il successo di un’organizzazione oggi è la creazione di un valore condiviso” ha commentato Marco Decio, Presidente di IFMA Italia “e la nostra Associazione ha sempre mirato a questo obiettivo, offrendo un punto di riferimento unico per tutti coloro che fanno FM, unendo Domanda e Offerta per far circolare al massimo le informazioni vincenti, in modo che il successo di uno potesse aiutare a far crescere tutti. Ma è importante oggi comprendere quale sia il vero valore. Bisogna imparare a porsi come obiettivo la riuscita del servizio nel suo complesso e la sua capacità di soddisfare gli interessi di tutti, dal top management, al cliente interno, fino alla comunità in cui l’organizzazione è inserita.”

Tra gli altri temi trattati nel corso dell’evento: l'evoluzione del welfare come modello di gestione del personale, la personalizzazione del servizio, la creatività in azienda, il processo di digitalizzazione e l'importanza di una buona comunicazione tra Facility Manager e cliente interno riguardo le policy sui servizi.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere