AZIENDALI

I 7 punti del preventivo informativo obbligatorio

June 18 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Da quando c'è l'obbligo del preventivo informativo? La direttiva europea 2011/83 ed il successivo decreto legislativo attuativo n. 21 del 2014 ha stabilito l'obbligatorietà del preventivo scritto anche per i lavori di manutenzione su parti comuni degli edifici ed ha modificato il regime delle clausole vessatorie dei contratti stipulati dal condominio e determinato la nuova disciplina del diritto di recesso. La Cassazione già con la sentenza n. 10086 del 2001 aveva equiparato l'amministratore, quale mandatario con rappresentanza dei condomini, ad un consumato Il condominio viene quindi considerato dalla giurisprudenza, come consumatore, in quanto, essendo un ente di gestione privo di personalità giuridica autonoma è equiparabile ad un consumatore e non ad un professionista, anche se rappresentato da un amministratore professionale.

Per cosa è obbligatorio il preventivo informativo?

L'assimilazione della natura del condominio alla normativa a tutela dei consumatori è molto importante perché deve essere applicata anche ai contratti di fornitura di acqua, gas, elettricità, manutenzione di ascensori, pulizie, giardinaggio etc.
Al fine di giungere alla stipula contrattuale è quindi necessario presentare un preventivo scritto contenente le informazioni obbligatorie per legge, che dovranno essere sottoposte e approvate dall'assemblea.
Ai fornitori quindi viene chiesto oltre all'obbligo di lealtà e correttezza anche quello di completezza e trasparenza nonchè il diritto di recesso esercitabile entro 14 giorni dalla conclusione del contratto
re.
Quindi l'amministratore quando sottoscrive contratti in nome e per conto del condominio, per la fornitura di contratti di ogni tipo, deve qualificarsi come consumatore con tutte le tutele che ne conseguono.
Prima di stipulare un contratto di fornitura di beni e servizi è quindi necessario presentare all'amministratore un preventivo informativo ed economico per iscritto contenente le informazioni obbligatorie per legge.

Quali sono i punti obbligatori che il preventivo deve contenere?


Le informazioni che il preventivo deve contenere per legge sono molteplici, devono comunque essere leggibili e presentate in un linguaggio semplice e comprensibile.

Ad ogni buon conto il preventivo deve prevedere in modo analitico e compiuto i seguenti punti:

1.caratteristiche dei beni e dei servizi resi nell'offerta;
2.identità del professionista e relativi recapiti;
3.prezzo e/o costo comprensivo di imposte o criteri per calcolare il prezzo complessivo ed il costo;
4.modalità di pagamento;
5.Modalità di consegna del bene o d'esecuzione del servizio;
6.durata del contratto e disciplina per la risoluzione del medesimo, ovvero per l'esercizio del diritto di recesso, che, in ogni caso non deve essere inferiore alle modalità di esercizio del diritto di recesso previste dalla legge ma possono sicuramente essere migliorative;
7.indicare la garanzia legale e/o convenzionale prestata al bene o al servizio che si intende erogare.

Questi sono i punti minimi che, in ogni caso, non possono essere in contrasto con la normativa a tutela dei consumatori.
E' sempre possibile quindi concordare con il fornitore termini di garanzia migliorativi rispetti alla garanzia legale che, non può essere in alcun modo limitata o ridotta.

CondominioAdvisor mi può aiutare?
Con CondominioAdvisor potrai richiedere preventivi ai fornitori di beni e servizi condominiali in modo semplice, completo ed esaustivo, scaricare i preventivi e archiviarli, discutere con gli altri condòmini, interagire con il fornitore per ottenere condizioni diverse e per personalizzare l'offerta o il contratto, conoscere la reputazione del fornitore ed esprimere la tua preferenza.
CondominioAdvisor contente quindi sia ai fornitori, ai condòmini e all'amministratore di rispettare facilmente la normativa a tutela dei consumatori grazie ad un vero è proprio marketplace social dei servizi condominiali, un luogo unico dove la domanda e l'offerta di servizi e beni per il condominio trova il suo naturale svolgimento in armonia con le norme che lo caratterizzano, in piena trasparenza, semplicità e interazione tra utenti, amministratore e fornitore.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere