ARTE E CULTURA

Il Consiglio nazionale dei Karapapaks turchi dell'Ucraina omaggia un giornalista italiano

January 13 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il giornalista italiano Carlo Marino della European News Agency ha ottenuto un'onoreficenza dal Consiglio Nazionale dei Karapapaks

«Oggi, il presidente del Consiglio nazionale dei Karapapakh turchi dell'Ucraina, Dashgin Gulmamedov, ha assegnato l’onoreficenza "Per Meriti Eccezionali" ad un cittadino italiano, personaggio pubblico e giornalista internazionale, Fellow della Reale Società Аsiatica di Gran Bretagna e Irlanda - Carlo Marino », ha annunciato il Segretario Generale del Consiglio nazionale dei turchi Karapapaks dell'Ucraina ,Nigara Khamrayeva.
Il Segretario Generale ha sottolineato che Carlo Marino è stato insignito dell’alto riconoscimento anche per il servizio reso all'umanità per i temi trattati.
Per la premiazione del Dott. Carlo Marino, il Presidente del "Consiglio Nazionale dei Karapapakh Turchi dell'Ucraina" Dashgin Gulmamedov - ha firmato il decreto addì 12 gennaio 2021.
I Karapapakh (azerbaigiani: Qarapapaqlar, Tərəkəm ;lər; turco: Karapapaklar) sono un gruppo sub-etnico turkmeno di azeri che vivono principalmente in Azerbaigian, in Iran, in Georgia e nel nord-est della Turchia vicino al confine con la Georgia e l'Armenia, segnatamente nelle province di Ardahan (intorno al lago Çıldır),di Kars e di Agri.
I territori originariamente popolati dai Karapapaks erano situati nell'attuale Georgia meridionale, nell'Armenia nordoccidentale, nel Daghestan meridionale e nell'Azerbaigian centrale e nordoccidentale.
Questa etnia fu costretta ad emigrare quasi interamente in Persia e nell'Impero ottomano dopo la conquista da parte della Russia dei territori appartenuti alla Persia nel Caucaso settentrionale e nel Caucaso meridionale tra il 1813 e il 1828 durante la prima guerra russo-persiana (1804-1813) e la seconda guerra russo-persiana (1826-1828).
In tali regioni di immigrazione fu dato loro il nome Karapapakh ("colbacchi neri") dagli Anatolici. Tale denominazione rifletteva l'elemento caratteristico dell'abbigliamento etnico dei Terekeme Karapapakh che li distingueva dalla popolazione locale.




Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere