ARTE E CULTURA

Il Gruppo ALA presenta "UP" di Mariangela Levita, l'Opera vincitrice della prima edizione dell'Ala Art Prize

September 15 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il premio ALA Art Prize si inserisce all’interno del progetto ALA For Art con cui il Gruppo internazionale campano vuole sostenere l’arte e portarla sul luogo di lavoro

Oggi, 14 settembre 2021, ALA – Gruppo quotato sul mercato AIM di Borsa Italiana, leader in Italia e tra i principali player a livello globale nell’offerta di servizi di logistica integrata e nella distribuzione di prodotti e componentistica per l’industria aeronautica e aerospaziale – presenta nel suo quartier generale presso la Mostra d’Oltremare di Napoli “UP”, l’opera di Mariangela Levita, vincitrice della prima edizione dell’ ALA Art Prize, un premio per artisti contemporanei campani di nascita o d’adozione con almeno tre anni di attività artistica documentata alle spalle.

ALA Art Prize è la prima iniziativa di un progetto più ampio, ALA For Art, con cui il Gruppo internazionale campano vuole promuovere e sostenere l’arte, rendendola accessibile e partecipata e portandola sul luogo di lavoro.

L’opera di Levita, selezionata dalla giuria composta da Lorenzo Benedetti, Curator | Kunstmuseum, St Gallen, Eugenio Viola, Chief Curator | MAMBO – Museo de Arte Moderno de Bogotà, Bogotà e Alessia Volpe, curatrice e ricercatrice indipendente, è il primo tassello della collezione permanente di ALA che, collocata negli uffici dell’azienda, vuole incentivare l’interazione con l’arte come stimolo per la creatività dei dipendenti e per promuovere i valori di ALA.

“UP nasce da una profonda riflessione, da una visione avuta pensando alla storia di ALA e alla sua volontà di creare un percorso d’arte contemporanea negli spazi sede dell’azienda, siti nello storico palazzo Teatro Mediterraneo, esempio di architettura razionalista del ‘900, a cui da sempre sono legata” ha dichiarato l’artista, “Sono convinta che l’opera nasca dall’artista ma viva di altro, per questo ho scelto di partecipare alla call di ALA Art Prize. UP è stata pensata proprio come un elemento che deve essere vissuto e percorso dalle quotidiane attività che si svolgono nella sede dell’azienda, per dare il via a una collezione che arricchisca la vita lavorativa di ogni singolo dipendente”.

L’opera “UP” è formata da 34 tele quadrate, una forma perfetta già presente in architettura, che compongono la scritta UP sulla parete di fronte alla scala monumentale del Teatro Mediterraneo. I colori brillanti e la geometria essenziale del lavoro portano l’opera a forzare il confine tra mondo reale e mondo della rappresentazione e a propagarsi nello spazio. Up è un invito all’azione, a rialzarsi fino a prendere il volo, per affrontare questi tempi così complessi a testa alta e con ottimismo.

“Siamo orgogliosi e onorati di esporre l’opera di Mariangela Levita nella nostra sede principale, la prima di una collezione permanente che continueremo ad arricchire. Questa prima edizione di ALA Art Prize è stata un successo e il nostro ringraziamento va a tutti gli artisti che hanno risposto numerosi al bando oltre che al Comitato Scientifico, per aver accolto con grande entusiasmo il nostro invito.
Con UP tutte le persone che lavorano nel nostro quartier generale a Napoli potranno confrontarsi ed essere stimolate da un’opera che è un invito all’ottimismo, al dinamismo e ad andare oltre gli schemi e i sentieri già tracciati, per innovare e fare sempre meglio. Un invito che rispecchia e raccoglie i nostri valori”, ha dichiarato l’ing. Vittorio Genna, Fondatore e Vice Presidente del Gruppo ALA.

L’opera sarà visitabile dal 15 settembre su prenotazione: alaforart@alacorporation.com

Il Gruppo ALA (Advanced Logistic for Aerospace), quotato sul mercato AIM di Borsa Italiana, è leader in Italia e tra i principali player a livello globale nell’offerta di servizi di logistica integrata e nella distribuzione di prodotti e componentistica per l’industria aeronautica e aerospaziale, sia in ambito civile sia nel settore della Difesa (“Aerospace & Defence”). Il Gruppo ALA è inoltre attivo nella distribuzione e nella logistica integrata di prodotti e componenti meccanici destinati alle industrie ferroviaria, energetica e navale. Fondata nel 2009 su iniziativa del Presidente Fulvio Scannapieco e del Vice Presidente Vittorio Genna, imprenditori con un’esperienza 30ennale nel settore, ALA ha avviato un percorso di crescita organica e per linee esterne che le garantisce oggi una presenza operativa e una leadership, oltre che in Italia, nel Regno Unito, in Francia, Germania, in Israele e negli Stati Uniti.
Con 1.300 fornitori in tutto il mondo, clienti in 40 Paesi e 260 dipendenti, ALA è uno storico fornitore dell’industria aerospaziale e aeronautica e negli ultimi anni è diventato il player di riferimento per i servizi di supply chain management di componenti meccanici di precisione e minuterie per molti altri settori industriali ad alto contenuto tecnologico.

Mariangela Levita (Aversa, 1972) focalizza la sua pratica sull’organizzazione testuale dell’operazione estetica, con il chiaro intento di creare un contesto
in cui poter generare un alfabeto dell’immagine con elementi grafici e materici come la linea, il colore, la luce.
Attraverso una progettazione site-specific, passando dalla tela all’architettura
e dall’installazione al video, stimola la percezione visiva eliminando riferimenti figurativi o narrativi.
L’artista ha esposto in numerosi musei e gallerie in Italia e all’estero tra cui:
Museo PECCI, Prato; Museo MADRE, Napoli; SAM Select, Colonia; Castello Di Rivalta, Torino; Palazzo della Permanente, Milano; Spazio Borgogno, Milano; Galleria Comunale, Monfalcone; Raucci/Santamaria Gallery, Napoli; Voice Gallery, Marrakech; FAMA Gallery, Verona.
Ha realizzato diverse opere pubbliche permanenti tra cui: Uno Sguardo Sospeso, Padiglione Palermo, Ospedale A. Cardarelli, Napoli 2007; Geometrical Sequence In Colour, Ponte Don Bosco, Napoli 2010; Flag Down, Casa dei Cristallini, Napoli 2012; WeTransfer / Solaris, Byblos Art Hotel Villa Amistà, Verona 2014 / 2015.
Dal 2014 la sua opera site - specific Extra - Terrestre per il progetto Sette Opere per la Misericordia in dialogo con Caravaggio è presente nella collezione permanente nella pinacoteca del Pio Monte della Misericordia di Napoli.
Nel novembre 2019 ha creato un’opera site-specific temporanea TUTTO. Leonardo, per l’Istituto Italiano di Cultura C.M. Lerici, Stoccolma.





Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere