VARIE

Le settimane #FootballPeople ritornano anche in Italia con la street art sul calcio

October 29 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Si chiama Esperanto ed è la mostra fotografica on the road - realizzata per #footballPeople - dove il Calcio racconta il razzismo e le discriminazioni

Fare (Football Against Racism in Europe) ha lanciato l'annuale settimana #FootballPeople: una campagna che invita i sostenitori, i club, i giocatori, i gruppi minoritari e le comunità a sensibilizzare i tifosi sulle disuguaglianze sociali nello sport, tra cui il razzismo, la discriminazione di genere e l'omofobia.

L'iniziativa, che si svolge dall'8 al 22 ottobre, è considerata la più grande campagna per il cambiamento sociale nella comunità calcistica e riunisce più di 1000 gruppi in 65 paesi.
Negli ultimi anni si sono svolte attività in tutto il mondo, supportate da FIFA, UEFA e da alcune star del calcio, come Yaya Touré, Iker Casillas, Didier Drogba, Thomas Hitzlsperger, Marco Verratti, Claudio Marchisio ed Edinson Cavani.

In Italia, questa iniziativa viene accolta e sostenuta con una speciale Mostra Fotografica multimediale e itinerante dal titolo ESPERANTO. Realizzata da Offside Italia – l’organizzazione che annualmente realizza il film festival internazionale del calcio – la mostra si compone di dieci opere fotografiche a cui si abbinano dieci scritti inediti, realizzate e affisse nei luoghi simbolo della città di Milano.

Un progetto artistico cominciato questo week-end e che sarà attivo fino alla fine di ottobre.
Si tratta di dieci composizioni diverse che raccontano dieci storie dove il calcio è diventato protagonista nel mondo in cui viviamo e per questo motivo il sottotitolo della nuova edizione della mostra è NO BORDERS, NO LIMITS.

Le opere sono composte come manifesti che chiunque può trovare in giro per la città, leggere, guardare, approfondire e quindi a sua volta stampare e affiggere in nuovi luoghi differenti di Milano, dell’Italia o del mondo.

Data la sua diffusione così capillare e spontanea, la mostra si definisce quindi itinerante e allo stesso tempo anche multimediale, perché ciascun racconto inizia sull’opera e continua sul web, grazie al QR Code presente su ogni composizione.

Le opere complete, nel loro formato digitale, sono tutte consultabili per intero sul sito web dell’iniziativa

#esperanto #footballpeople
www.offside.community/esperanto

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere