INTERNET

Libero professionista e PMI: consigli di web marketing locale

August 30 2016
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Chi ha non solo una PMI ma anche una piccola attività locale o uno studio professionale si sta approcciando negli ultimi anni a un nuovo modo di fare marketing: il Web 2.0. Un mondo che apre immense opportunità a chi lo sa sfruttare, utilizzando il web marketing locale come strumento per incrementare prima la visibilità e poi le vendite.

Basta avere un sito Internet? No. Basta una pagina Facebook? Nemmeno. E una strategia SEO efficace? Neppure. Tutti gli strumenti citati sono solo parti di un quadro più ampio nel quale devono integrarsi: la strategia o piano di web marketing locale.

Se hai un sito web ma non vedi risultati, ti muovi sui social media ma nessuno ti contatta e le interazioni sono basse, fai SEO ma le visite dai motori di ricerca sono scarse molto probabilmente devi cambiare il tuo approccio al web. In che modo? La risposta purtroppo dipende dal settore in cui operi, dalla dimensione del tuo mercato, dal target a cui ti rivolgi.

Quello che io posso fare per te è darti alcuni consigli generali, invitandoti a contattarmi per una prima consulenza gratuita e personalizzata.

Sito ottimizzato per mobile: ormai non si naviga più da PC o lo si fa certamente molto meno da quando sono entrati in commercio smartphone e tablet. Sembrerà una banalità ma il vostro sito web deve essere responsive e adattarsi quindi alle nuove tecnologie offrendo una navigabilità semplice e immediata e fornendo informazioni complete e fruibili anche dal piccolo schermo.

Utilizzo dei social media: un’attività che spesso viene relegata al tempo libero e che porta la pagina aziendale ad essere abbandonata o gestita senza la dovuta cura, salvo poi lamentarsi che i risultati non arrivano. Nella vostra strategia di web marketing locale non potete rinunciare alla potenza dei social media per incrementare la visibilità online, raccontando la storia della vostra azienda e coinvolgendo il potenziale cliente. Tramite i post organici e quelli sponsorizzati, ormai essenziali, porterete traffico di qualità verso il vostro sito e blog e comincerete quell’attività di lead nurturing oggi essenziale per trasformare il visitatore in cliente.

Informazioni dosate: il mio ultimo consiglio è non esagerare con le informazioni, i post, le newsletter, gli inviti perché inviare una newsletter alla settimana, un email commerciale ogni tre giorni o dieci post su Facebook al giorno potrebbe portare a infastidire il destinatario e allontanarlo dalla vostra azienda. Nel vostro web marketing locale è bene non stressare i potenziali clienti e seguire la regola del “lessi is more”, ovvero puntare alla qualità dell’informazione.

Naturalmente questi sono solo consigli generali, la vera strategia di web marketing locale va studiata sulla base degli obiettivi della singola attività e del budget a disposizione. Per questo, se hai deciso di lanciare o rilanciare il tuo business online, puoi chiedermi un’analisi gratuita inviando una mail tramite il pulsante a fondo pagina. Insieme studieremo le azioni più adatte a portare nuovi clienti alla tua azienda!

Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Cristina Skarabot
Consulente Web Marketing - Cristina Skarabot
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere