EDITORIA

Lo scrittore Roberto Alessandrini racconta la disabilità

February 11 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Un autore sensibile ed impegnato nel volotariato. Nel 2019 è stato giurato del Premio Strega.

Roberto Alessandrini è conosciuto da molte persone, come un autore sensibile, impegnato nel sociale, a favore della cultura e nel volontariato. Oggi abbiamo voluto incontrarlo, per conoscere un po' meglio il suo percorso e quali esperienze hanno dato ispirazione ai suoi testi.

Ci puoi raccontare come è nato il tuo impegno nel mondo del sociale?
Grazie all'attività di volontariato che i miei genitori hanno portato avanti per diversi anni, ho avuto l'opportunità di conoscere la realtà che vivono le persone con disabilita'; di donare loro un po' di luce, un sorriso, un abbraccio. Anche se in realtà, io ho ricevuto molto di più... Nella mia raccolta poetica 'Disegno libero', ho raccontato la storia di un mio amico disabile. Un testo toccante a cui tengo molto, ed in piena umiltà, pluripremiato in Italia e in Europa.

E' nato qualche altro testo in seguito a questa tua esperienza?
E' nato il testo a cui facevo riferimento nella precedente risposta, che negli anni ha ricevuto diversi riconoscimenti. Uno dei più importanti, mi è stato conferito l’8 maggio 2011, durante la cerimonia di premiazione del Premio Letterario Internazionale Europa 2011, tenutasi presso la Sala Conferenze del Centro “La Piazzetta” di Lugano (Svizzera). Ho ricevuto il Premio Speciale del Presidente “President of the Universum Accademy” per la poesia “Diverso” e sono stato direttamente premiato dal Dott. h.c. Valerio Giovanni Ruberto, Presidente Internazionale dell’ Universum Accademy e dell’Università della Pace della Svizzera Italiana, alla presenza, tra le tante personalità, del Dott. Dato Magradze, già Ministro della Cultura del Governo Georgiano e candidato al Premio Nobel per la Letteratura 2011. La motivazione è stata la seguente:

“Struggente e splendida poesia questa di Roberto che attanaglia il cuore e l’anima del lettore. Struggente per l’intensità e la bellezza dei suoi versi, splendida nel voler ribadire il nostro essere diversi e nello stesso tempo unici in questo meraviglioso, irripetibile miracolo che è la vita”.

Vorresti dire qualcosa in merito a questo tuo amico?
Grazie al mio amico Marco, che oggi purtroppo non è più con noi, ho imparato molte cose e questo riconoscimento l'ho dedicato principalmente a lui.




Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Roberto Alessandrini
Responsabile pubblicazioni - Roberto Alessandrini
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere