ARTE E CULTURA

National Museum, MALE- Maldive

February 28 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Espone antichità dell'epoca buddista delle Maldive e del successivo periodo islamico.

National Museum, MALE- Maldive.

Museo culturale che espone antichità dell'epoca buddista delle Maldive e del successivo periodo islamico.
Indirizzo: Chaandhanee Magu, Malé, Maldive.

Data di apertura: 1952.


Con lo scopo di preservare la storia e instillare il patriottismo tra la gente delle Maldive, [ citazione necessaria ] il museo ha una vasta collezione di reperti storici, che vanno dagli oggetti di pietra a frammenti di antichità reali dal buddhista dell'epoca alla regola di islamici monarchi.

Il museo è stato precedentemente amministrato dal Centro maldiviano per la ricerca linguistica e storica . [ citazione necessaria ] Tuttavia, il 28 aprile 2010, questa istituzione è stata abolita dal Presidente Mohamed Nasheed e il suo incarico delle responsabilità del Museo conferite al Ministero del Turismo, delle Arti e della Cultura mentre le responsabilità linguistiche e di ricerca storica sono state consegnate al Maldives College di istruzione superiore . [3]

Costruire [ modifica ]
Il museo a tre piani (vecchio edificio) si trova nel Sultan Park a Malé , che fa parte del complesso del palazzo reale maldiviano risalente al XVII secolo. Us-gēkolhu a due piani è l'unica struttura residua del palazzo demolita da un incendio nel 1968.

Il nuovo edificio del museo si trova anche nel Sultan Park . L'edificio è stato progettato, costruito e finanziato dal governo cinese. Il palazzo è stato presentato alle Maldive dal governo cinese il 10 luglio 2010, ma è stato ufficialmente aperto e dichiarato come museo nazionale due settimane dopo, il giorno dell'indipendenza delle Maldive, il 26 luglio 2010.

L'interno del museo è stato conservato dai tempi del Sultanato, compreso il manoscritto del Corano inciso sulle pareti dell'edificio.

Collezioni [ modifica ]
Nel museo è esposta una variegata collezione di reperti, tra cui reliquie dal periodo pre-islamico scontato, troni, ombrelloni reali e mobili, costumi e scarpe, monete, ornamenti, armi e armature.

Altri esempi includono tessuti come abiti da cerimonia, turbanti, ciabatte e cinture usate in occasioni speciali, stuoie, lavori di lacca e altri ricami creativi.

I punti salienti delle collezioni includono:

* Una testa di pietra di corallo di Lord Buddha , un pezzo dell'11 ° secolo di Alifu Thoddoo.

* Una tavola di legno incisa del XIII secolo di Hukuru Miskiiy.

* Il Feyli Kolhu indossato dal Sultano Ghaazee Mohammed Thakurufaanu-al-A "z" , un bell'esempio dell'intricato artigianato dei tessitori maldiviani nel 16 ° secolo.

Distruzione di artefatti pre-islamici .

Le statue buddiste furono distrutte durante un attacco nel febbraio 2012. Il direttore del museo Ali Waheed disse che quasi tutti i manufatti pre-islamici del museo, risalenti a prima del XII secolo, erano stati distrutti: "Alcuni dei pezzi possono essere messi insieme, ma soprattutto sono fatti di arenaria, corallo e pietra calcarea, e sono ridotti in polvere ". Ha detto che il museo non aveva "nulla [a sinistra] da mostrare" sulla storia preislamica del paese.

Tra gli oggetti danneggiati vi erano una statua di corallo a sei facce, un busto di Buddha alto 18 pollici (46 cm), oltre a varie statue di pietra calcarea e corallo.

Orari di apertura:
10-16, domenica-sabato (chiuso venerdì).
Telefono: +960 332-3206

Licenza di distribuzione:
Maura Capanni
Corrispondente settore cultura - RETERICERCA
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere