EDITORIA

Tutti pazzi per le spillette! Con le Spilbook arriva il libro che indossi

October 9 2014
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Un'esclusiva Edizioni C’era una volta per gli amanti delle intramontabili spillette colorate: le SPILBOOK da collezionare o personalizzare.

Chi non ha mai avuto almeno una spilletta, quando si attaccavano sulla camicia o sul giubbotto, per poi tempestare gli zainetti e sui cappellini in stile hip hop? Edizioni C'era una volta rilancia la moda delle spille con lo slogan: “Perché limitarsi a leggere un libro quando lo si può anche indossare e attaccare ovunque?”

C’è chi le appunta anche sui cardigan, sui jeans, sulle borse di vario tipo, sui foulard, sulle sciarpine, sui golfini, sul filo delle cuffiette del cellulare e sui lacci delle scarpe da ginnastica o come simpatico addobbo per l’albero di Natale. Insomma, non c’è limite alla fantasia.

Belle da collezionare sempre e portare ovunque, tante, diverse e anche personalizzabili, grazie alla casa editrice romana che lancia le "SPILBOOK" in occasione della presentazione del libro “Qualcosa non torna” di Gianluca Giusti. Le prime SPILBOOK rappresentano infatti il “gatto-nero-mascotte” dell’evento che si terrà al Campidoglio nella Giornata Anti-Superstizione, venerdì 17 ottobre 2014 alle ore 17. Per dare un nome al gatto nero è stata indetta un’iniziativa lampo di 24 ore su facebook e il nome del "mejo gatto nero del Campidoglio" (che ricorda Romeo, er mejo der Colosseo) sarà svelato durante l’evento stesso.
È possibile scegliere tra i diversi modelli proposti oppure richiedere una spilla completamente personalizzata con la copertina, il solo titolo, una frase del libro. Per info: c1vedizioni@gmail.com o www.c1vedizioni.com

Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere