ARTE E CULTURA

XVII edizione del „5 maggio” giornata di studio sul periodo napoleonico

April 23 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

[…] Invano, gli storici inglesi taglieranno, sopprimeranno, mutileranno, sarà per loro molto difficile farmi scomparire totalmente […] : quanto riportato in apertura fa parte del memoriale di Napoleone Bonaparte, di cui quest'anno ricorre il 250 anniversario della nascita dell’imperatore. A distanza di 250 anni dalla sua nascita (Ajaccio 15 agosto 1769) si continua ancora a parlare di lui, mentre dei suoi vincitori poco o nulla.

Il Circolo Culturale “L'Agorà” e dal Centro studi „Gioacchino e Napoleone”, in occasione del 250 anniversario della nascita di Napoleone Bonaparte (Ajaccio, 15 agosto 1769), organizzano per giovedì 2 maggio (ore 17) una conversazione sul periodo napoleonico che avrà luogo luogo presso la sala „Spanò Bolani” della Biblioteca Comunale „De Nava” di Reggio Calabria. L'appuntamento denominato „5 maggio”, giunge alla XVII edizione e nel corso della nuova conversazione culturale verranno analizzati i temi relativi a „Napoleone Bonaparte: Chi era costui?” a cura di Gianni Aiello e „L’epilogo Termidoriano: Napoleone primo console” a cura di Andrea Guerriero. La figura di Napoleone Bonaparte, a quasi due secoli dalla sua morte, avvenuta il 5 maggio del 1821, rappresenta una delle icone tra le più seguite sia dal punto di vista bibliografico che cinematografico. L'interesse che il grande corso assume è testimoniato dalla vasta produzione culturale che ruota intorno alla sua figura: una letteratura celebrativa che, oltre a quella della celluloide si estende anche nella sfera del teatro, saggistica, fumetti, musica, pittura. Non vi è area geografica o periodo dell'anno dove si svolgono incontri inerenti l'imperatore dei francesi, quali convegni, rievocazioni storiche. A distanza di oltre due secoli dalla sua nascita si continua ancora a parlare di lui, mentre dei suoi vincitori poco o nulla: la sconfitta di Mont-Saint-Jean (Waterloo) venne definita paradossalmente un'altra vittoria. A seguito di tali conseguenze qualcuno ebbe a dire che dei vincitori di Napoleone Bonaparte si sarebbe cominciato a parlare poco o addirittura i loro nomi sarebbero caduti nell'oblio.



Licenza di distribuzione:
Giovanni Aiello
Presidente Circolo Culturale L'Agorà - RC - Circolo Culturale L'Agorà - Reggio Calabria
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere