SALUTE e MEDICINA

Cambiare il metabolismo per dimagrire

April 30 2012
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente
CORRELATI:

Finalmente arriva la primavera e con l’arrivo della bella stagione cresce la voglia di smaltire quei chili di troppo che l’inverno ci ha lasciato sui fianchi e sull’addome. Ecco alcuni semplici consigli.

Finalmente arriva la primavera e con l’arrivo della bella stagione cresce la voglia di cibi leggeri e salutari per smaltire quei chili di troppo che l’inverno ci ha lasciato sui fianchi e sull’addome. D’altronde l’estate e alle porte e non vogliamo farci trovare troppo fuori forma alla prova costume. Magari, agendo per tempo, vorremmo evitare di sottoporci alle torture imposte dalle diete dell’ultimo minuto. E allora cosa fare? Il dietologo? Costa e in questi tempi di crisi sembra fuori luogo. Allora cosa fare. La dieta fai da te? Certo! Ma per agire al meglio ed evitare l’effetto yo-yo bisogna seguire alcuni semplici suggerimenti.
Vi ricordate quella vostra amica che rimane magrissima, mangiando quello che vuole! Bene, è tutta una questione di metabolismo. Il suo metabolismo è naturalmente accelerato mentre il vostro no. Il metabolismo accelerato comporta che l’organismo bruci più calorie con un conseguente minore accumulo di riserve (grasso). Ma come fare ad accelerare il metabolismo?
Ecco alcune semplici regole per accelerare il metabolismo e dimagrire senza sottoporsi a diete particolarmente restrittive.
1. Attività sportiva regolare 2/3 volte alla settimana per 30/45 minuti. Una corsetta leggera al parco in compagnia di un’amica è perfetto. L’importante è non fermarsi ma semmai rallentare il passo. Per ridurre l’impatto della corsa sulle articolazioni è meglio prediligere percorsi sterrati evitando i fondi pavimentati o asfaltati.
2. Modificare l’alimentazione evitando di assumere carboidrati dopo le diciassette e mangiando verdure a volontà. Non bisogna fare la fame ma saziarsi prediligendo verdura e frutta fresca.
I carboidrati sono trasformati in zuccheri semplici dall’organismo prima di poter essere assimilati. Questo processo impegna l’organismo per alcune ore e se il processo di assimilazione dovesse terminare la sera, quando andiamo a dormire, non ci sarebbe più bisogno degli zuccheri che quindi sarebbero immagazzinati (grasso). Ecco spiegato il motivo per cui non dobbiamo mangiare pane, pasta e pizza dopo le ore 17.
L’altra indicazione è di mangiare verdure a sazietà. Questo perché le verdure sono poco caloriche e contengono molte fibre (che saziano). Se poi le verdure sono mangiate a crudo, contengono anche i preziosi enzimi. Gli enzimi sono i catalizzatori del sistema biologico (metabolico, digestivo, etc.). Gli enzimi sono quindi preziosi per accelerare il processo metabolico. Assumerli ci potrà quindi fare solo che bene. Una comoda alternativa al mangiare le verdure è berle. Stiamo parlando dei centrifugati ma ancora migliore sarebbe utilizzare gli estrattori a freddo. Rispetto alle centrifughe (estrattori a caldo) gli estrattori a freddo preservano una maggiore quantità di enzimi grazie al funzionamento a bassa velocità.
Insomma si può dimagrire senza fare la fame e quindi non ci sono più scuse per rimettersi in forma!

Fonte: http://www.centrifugamigliore.it



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere