TURISMO

DIGTAL TOURISM 2020. Turismo e Digitale per uscire dalla crisi post Covid

November 30 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Per il rilancio di un settore strategico come il turismo servono innovazione digitale, formazione e capitale umano.

Si conclude oggi la due giorni di DigitalTourism, l’evento sul digitale dedicato al settore turistico che ha visto in questa edizione un successo di pubblico e di partecipazione.
La formula online adottata per l’edizione 2020 dagli organizzatori a causa del Covid, ha generato un “grande assembramento” online confermando che il digitale oggi è diventato uno strumento imprescindibile per uscire dalla crisi ed essere competitivi sui diversi mercati, sia per le imprese sia per le destinazioni.
L’iniziativa, promossa dalla Direzione Turismo della Regione Veneto con Veneto Innovazione e il patrocinio di Unioncamere del Veneto, è riuscita a confermarsi punto di riferimento, prima di tutto a livello regionale ma anche a livello nazionale, per tutti gli operatori della filiera turistica sui temi strategici dell’innovazione del digitale per la comunicazione e la promozione nel turismo e delle destinazioni. Il 26 e 27 novembre Amministratori ed Esperti di innovazione digitale si sono confrontati, online, per condividere buone pratiche, progetti e strategie di rilancio nella fase post Covid.
Con la pandemia del COVID-19 le destinazioni in tutto il mondo stanno osservando le restrizioni di viaggio per il turismo internazionale, provocando un saldo mondiale che ad agosto 2020 si è attestata al -70% degli arrivi internazionali nel mondo (dati dell'UNWTO) e che prevede -75% per settembre, cioè una perdita dagli 850 milioni a 1,1 miliardi di turisti internazionali. In termini economici la perdita si attesta dai 910 miliardi di dollari a 1.200 miliardi di dollari delle mancate entrate da esportazioni dal turismo e una conseguente cifra totale di 100-120 milioni di posti di lavoro a rischio.
In questo scenario l'Europa segna il passo complessivamente al -69% di arrivi internazionali e l’Italia, in termini di perdita di flussi internazionali, si posiziona al -55% di ricavi stranieri.
Anche in termini di impatto economico sulla spesa turistica in entrata dall’estero il calo è importante: si attesta a -30,2 miliardi di euro nel 2020 rispetto al livello del 2019. Anche sul mercato domestico è confermato il trend discendente del -46% (24 milioni di visitatori); i pernottamenti domestici si prevedono inferiori di 68 milioni nel 2020 rispetto al 2019. L'impatto sul flusso della spesa turistica da parte dei visitatori interni si conferma in declino di 64,5 miliardi di euro nel 2020 rispetto al livello del 2019. La ripresa, dunque, è prevista solo per il 2022 sul mercato interno e sul 2024 su quelli internazionali.
All’interno di questa “zona grigia” temporale è fondamentale ricostruire, allora, una reputazione positiva delle destinazioni turistiche italiane e per farlo, il digitale, già prima insostituibile volano del settore turistico, giocherà un ruolo determinante affinché queste stime si trasformino in risultato concreto. Più di prima varrà la regola che chi sarà in grado di governare l’innovazione avrà la chiave per uscire dalla crisi e ritornare competitivi sul mercato. Su questi dati presentati durante il webinar, il Presidente di ENIT Giorgio Palmucci sottolinea che come Ente “stiamo lavorando per supportare tutto il settore su questi nuovi parametri, specialmente per i prodotti legati alle nostre città d’arte con una attenzione sempre più valorizzante le loro unicità, per essere appetibili per i primi segmenti che inizieranno a viaggiare, quelli del lusso ed i millenials.”

Nel panorama attuale di crisi che coinvolge tutte le destinazioni il Veneto, tra le regioni più colpite dalla pandemia, deve ricostruire una propria brand reputation online e contemporaneamente rilanciare le destinazioni turistiche come mare, montagna, lago e città d’arte. La pandemia ha lasciato in Veneto, una “voragine” nel settore turistico da 4,5 milioni di arrivi e 12,5 milioni di presenze (il 67,4% stranieri) solo nei mesi scorsi rapportandoli ai dati 2019 per le diverse destinazioni. Un blocco che a livello economico si traduce in meno 4 miliardi di fatturato e almeno 3 miliardi di consumi turistici con pesanti ripercussioni sull’intera filiera turistica.
E’ fondamentale allora intervenire a valle di una stagione turistica che porterà un pesante segno negativo sia sulle presenze che sui fatturati avendo alle porte una stagione invernale che sarà già segnata dal covid, impegnandosi a trasformare una debolezza in una opportunità.
E su questo la Regione Veneto, attraverso la Direzione Turismo sta mettendo in campo una strategia digitale in cui DMS e Osservatorio del Turismo regionale federato sono le due punte avanzate.
Mauro Giovanni Viti Direttore della Direzione Turismo Regione Veneto nel suo intervento di apertura – portando anche il saluto dell’Assessore Federico Caner - ha voluto porre l’accento sul ruolo strategico del digitale per ripensare il turismo sia a livello globale che a livello regionale. “L’occasione del Digital Tourism in un particolare momento come quello attuale segnato dalla pamdemia, ci permette di attestare come la digitalizzazione e la tecnologia avranno ruolo estremamente rilevante nella gestione delle nuove politiche del turismo. Questa pandemia ci ha costretto a ripensare, ognuno per il proprio ruolo, le modalità con le quali il turismo del futuro si prospetterà, e noi dobbiamo essere pronti ad intercettare queste nuove esigenze.”

Su queste direttrici, a sostegno delle imprese e dei territori, c’è l’impegno anche delle Camere di Commercio attraverso Unioncamere del Veneto; il Segretario Generale Roberto Crosta nel suo intervento ha confermato come l’intero sistema “deve agire attraverso un nuovo schema di economia per il turismo nel quale le imprese devono ripensare il proprio modello in cui strategico sarà l’uso del digitale. L’attuale crisi deve diventare un momento importante per seminare futuro”.

Nel corso delle due giornate il pubblico ha potuto seguire esperti tecnici che hanno portato esempi virtuosi e presentato case histories di progetti digitale applicati al turismo come la Rete Innovativa Regionale “SMARTLAND”, animata da imprese, istituzioni, università e centri di ricerca del Veneto, promossa da Confcommercio, Confindustria-Turismo e Confartigianato e riconosciuta dalla Giunta Regionale del Veneto; progetti di machine learning applicati alla human experience nel settore turistico di alcune startup, di realtà immersiva per fruire il patrimonio storico-culturale proposti dall’Università di Padova, di nuovi portali per la promozione delle destinazioni integrati con il DMS come quello del Comune di Verona, di Dolomiti.org ed esempi di uso di DMS per integrare tutte le funzioni tipiche delle destinazioni presentati da Abruzzo Innovazione Turismo, ; progetti di applicazioni come quella della Regione Veneto “Veneto Around me” che ha l’obiettivo di mettere a disposizione delle destinazioni uno strumento per migliorare l’esperienza del turista on location, attraverso una visione innovativa e diffusa di accoglienza turistica; come usare il neuromarketing per aumentare le prenotazioni e l'appeal dei siti web turistici o la data Intelligence per le strategia della destinazione; come cogliere le opportunità che arriveranno per le imprese del turismo con le prossime Linee di finanziamento derivanti dalla Progettazione europea 2021-2027 in cui innovazione, digitale e tecnologia saranno una delle linee strategiche finanziate; come formare il capitale umano nell’ospitalità turistica grazie ad esperienze come l’ ITS Turismo che oggi costituisce una realtà in Veneto consolidata ed in forte crescita, nella formazione di nuove figure professionali con forte propensione all’utilizzo delle nuove tecnologie applicate al settore. Come sfruttare le potenzialità della rete e delle infrastrutture digitale come Agenda Digitale della Regione Veneto e le potenzialità del 5G presentante da TIM.



Licenza di distribuzione:
Alice Maritan
Ufficio Stampa - Action Comunicazione & Marketing
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere