SOCIETA

I matrimoni previsti nel 2019! In netto aumento ma......

February 12 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

I matrimoni celebrati il 2018, parliamo di unioni civili, sono in aumento del 46% rispetto alla media dal 2015 al 2017. La regione che mantiene un alto tasso di unioni e la Campania seguita dal Lazio e dalla Lombardia.

Come abbiamo anticipato, secondo dati ISTAT e dai sondaggi che abbiamo effettuato durante l'arco dell'anno rivolgendo domande ai maggiori portali web dedicati al matrimonio, abbiamo constatato che non solo le unioni civili sono in aumento ma la regione che ha un tasso maggiore di matrimoni senza divorzi e la Campania.

Infatti secondo L'Istat il tasso di divorzi tra le unioni sia civili e religiosi sono aumentate del 18% nell'ultimo anno il che significa che almeno il 30% delle coppie dopo 1 anno affrontano la lunga e complessa pratica del divorzio.

Abbiamo rivolto la nostra attenzione proprio ai matrimoni che si sono svolti in Campania e precisamente tra Napoli, Caserta e Salerno appoggiandoci ad una delle ditte più apprezzate in questo ambito. La chiacchierata è stata lunga ma riassumiamo in sintesi le domande pertinenti all'oggetto dell'articolo.

Siamo da FloralEventi una azienda che da anni naviga e completa allestimenti per matrimoni con sede a Caserta.

Di seguito le domande che abbiamo posto all'attenzione del commerciale il Sig. Giuseppe Viggiano

Dai dati raccolti dalla sua azienda ci può dire quanti sono stati i matrimoni nel 2018?

GV, posso dire che per noi sono aumentati gli allestimenti rispetto agli anni precedenti, che siano aumentati pure i matrimoni non posso affermarlo con certezza perchè non abbiamo abbastanza dati per verificarlo. Sappiamo però che sono aumentate le richieste di coppie di sposi che raggiungono una soglia di spesa più alta.

Da alcuni dati sbirciati in un grosso portale web abbiamo notato che la maggiore concentrazione di richieste proviene dalla Campania, Lei come lo spiega?

GV, si, infatti anche noi riceviamo il 70% delle richieste dalla Campania e sono anche quelle più sostanziose in termini di lavoro. Questo però non significa che non arrivano altre richieste da altre regioni, solo che secondo alcuni accorgimenti eseguiti nel corso degli anni abbiamo notato che il sud in particolare e più esigente in termini di sviluppo e pretese se si tratta di matrimonio. Le richieste che ci arrivano da altre regioni hanno come oggetto pochi elementi essenziali per sviluppare un allestimento, mentre al sud la richiesta si estende anche a quello che non abbiamo. Mi spiego meglio; ci sono capitati clienti che sposavano in Lombardia o in Emilia e hanno voluto l'allestimento che contenesse l'essenziale ma di buona fattura e realizzato maniacalmente. Poi clienti del sud Italia come la Puglia e la Campania che non solo hanno richiesto l'indispensabile come le sedie, i tavoli, i fiori al centro tavola ma hanno esteso la richiesta anche a progettazioni di angoli tematici che non avevamo neanche al catalogo. In questo caso abbiamo costruito gli allestimenti seguendo le indicazioni o le necessità del cliente.

Quali sono gli allestimenti più richiesti?

GV, non c'è un allestimento che si realizza di più rispetto ad un altro, in questo periodo storico sono aumentati gli allestimenti per il matrimonio all'aperto quindi si realizzano scenografie accompagnate dal gazebo o tendalino per svolgere il rito con le sedie disposte in fila e un angolo rinfresco per gli invitati che partecipano alla cerimonia. Diciamo che essendo in aumento le celebrazioni civili si mira di più a seguire questo genere di allestimento.

Voi come azienda che opera ormai nel settore da tanti anni come prevedete il futuro del matrimonio in Italia?

GV, diciamo che non lo prevediamo, ci aggiorniamo anche noi come tutte le altre realtà che orbitano in questo settore. Però già da ora stanno arrivando telefonate di informazioni per eventi che si dovranno svolgere nel 2020. Parlo di matrimoni ovviamente. Matrimoni che hanno come oggetto l'unione religiosa. Sarà che stiamo andando incontro ad una vera e propria corsa al romanticismo. Speriamo bene!

Tornando alle separazioni, dati che tutti voi ci fornite, avete avuto nel corso del 2018 clienti che si sono separati?

GV, nel 2018 per il momento e speriamo anche in futuro non ci risultano clienti che poi si sono separati. E capitato nel 2014 e nel 2017 che dopo qualche mese abbiamo ricevuto la triste notizia di 3 coppie che sfortunatamente avevano deciso di continuare il viaggio della vita da sole. Ma molte volte capita 1 mese prima del matrimonio. Non molto tempo fa stavamo seguendo una coppia di sposi che già avevano scelto tutto e pagato l'allestimento, adesso non ricordo con esattezza ma credo sia stato 20 giorni prima del Si che il futuro sposo ci ha ripensato all'ultimo momento. E stata una vera delusione sia per la sposa prima di tutto ma anche per noi che avevamo già programmato tutto e iniziato a fare gli ordini ai nostri fornitori. Nel susseguirsi dei giorni abbiamo avuto l'onore di cenare con la sfortunata o fortunata sposa che ci ha raccontato come e in che modo lo sposo ha deciso di non proseguire. E sempre brutto quando capita cosi perchè con i nostri clienti nasce una specie di armonia se cosi vogliamo chiamarla, ci affezioniamo e molti di loro ci raccontano le paure, le delusioni, le emozioni che stanno nascendo, si riesce a percepire la tensione che nasce in loro.

Quali sono i consigli che vorreste dare ai futuri sposi?

GV, il nostro consiglio e quello di vivere la preparazione del matrimonio e il giorno stesso della celebrazione in serenità e di non pensare a nulla. Di non farsi venire ansie e preoccupazioni perchè è una festa e cosi la si deve vivere! Anche noi allestitori, come anche altri professionisti che ruotano nel matrimonio siamo affetti da momenti di preoccupazioni e riflessioni sperando che tutto va per il meglio ma non bisogna forzare troppo la mano altrimenti si rischia veramente di sbagliare quando sei troppo sotto pressione.
Ne approfitto per dare un consiglio alle future spose: una volta scelto il professionista, la location, il menù, gli allestimenti fate fare il resto a chi si deve occupare di tutto perche il fattore primario per noi è fare in modo che la festa riesca bene e che il cliente resti soddisfatto.

Da quello che abbiamo percepito durante la nostra simpatica chiacchierata e che non sono solo dati percentuali basati su ipotetiche unioni in matrimonio quelle che leggiamo tutti i giorni su svariate riviste del settore, ma il 90% delle affermazioni sono da tenere in considerazione.


Concludiamo questa breve intervista con l'augurio che ci siano sempre più coppie di sposi pronti ad affrontare il matrimonio come una vittoria e non come una paura. Si, perchè durante la nostra visita a FloralEventi abbiamo avuto l'occasione di conoscere una bellissima coppia di futuri sposi che ad agosto celebreranno il loro matrimonio e ci hanno raccontato che all'inizio quando lo si progetta sono tutte emozioni bellissime da vivere ma quando ci si sta incamminando verso la data si avverte tensione e paura.

Forse la paura che nasce è dettata proprio dall'ansia che gioca brutti scherzi quando si immagina il matrimonio perfetto e qualcosa può andare storto durante la celebrazione.
Noi come il gentilissimo Giuseppe consigliamo di vivere questa favola che meritate di sognare e realizzare con il sorriso e tanta gioia.





Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere